SPECIALE SALONE EICMA 2021
Tutte le novità Casa per Casa

Test MotoGP 2015 Qatar: Ducati domina con Iannone e Dovi, 3° Marquez

La prima giornata di test sul circuito di Losail è stata caratterizzata dal miglior tempo di Andrea Iannone, primo davanti al suo compagno di squadra Dovizioso. In terza posizione il Campione del Mondo Marc Marquez, seguito da Aleix Espargaro e Pedrosa. Sesto Lorenzo ed ottavo Rossi, a sei decimi dalla vetta. Le Aprilia chiudono la classifica

Test motogp 2015 qatar: ducati domina con iannone e dovi, 3° marquez

Sabato 14 marzo è andato in scena il primo dei tre giorni di test in programma sul circuito di Losail, in Qatar, prima dell'inizio del Mondiale MotoGP 2015. La pista (non ancora gommata) dell'emirato arabo ha strizzato l'occhio a Ducati, con Iannone che è riuscito a siglare il miglior tempo davanti al compagno di squadra Dovizioso. Alle loro spalle Marquez ha agguantato la terza posizione, precedendo Aleix Espargarò e Dani Pedrosa. Sesto Lorenzo, ottavo Valentino Rossi, in mezzo a loro Cal Crutchlow (qui la gallery).

 

Ducati: tanto lavoro e buoni sensazioni

Dopo il buon debutto, avvenuto nei corso dei test di Sepang 2, la Ducati Desmosedici GP15 ha confermato di essere una moto nata sotto i migliori auspici. La creatura di Gigi Dall'Igna ha infatti dimostrato di aver già raggiunto un buon livello di competitività, permettendo ai suoi due alfieri (Iannone e Dovizioso) di occupare i primi due posti della classifica parziale. Il pilota di Vasto - in particolare - durante la giornata ha compiuto ben 50 giri, siglando come miglior riferimento il tempo di 1'55"265 e riuscendo a mantenere un ritmo compreso tra l'1'55 alto e l'1'56 basso. Dovizioso ha girato altrettanto (48 tornate, effettuando anche test comparativi tra la nuova GP15 e la GP14.3), concludendo a 98 millesimi dall'abruzzese. Entrambi i piloti italiani hanno ottenuto la loro migliore prestazione senza utilizzare la gomma più morbida, a testimonianza del buon lavoro compiuto. Per trovare altre moto della Casa di Borgo Panigale bisogna scendere alla dodicesima posizione, con Danilo Petrucci (autore di un tempo di 1'56"132 e vittima di una caduta) che ha preceduto il compagno di team Yonni Hernandez (1'56"301). Per quanto riguarda il Team Avintia, Mike Di Meglio ha dimostrato di aver instaurato una buona confidenza col suo mezzo, anch'esso Ducati, ottenendo un riferimento di 1'56"719. Più attardato Hector Barbera, autore solo di 18 giri e 21esimo finale, con un tempo di 1'57"405.

 

Honda: marquez si nasconde

La Casa di Tokyo ha proseguito l'affinamento della RC213V in configurazione 2015, moto che ha già raggiunto un ottimo livello. Marc Marquez - vero e proprio mattatore dei test di Sepang - ha concluso la prima giornata in terza posizione, con un tempo di 1'55"554. Il pilota di Cervera ha però mostrato di riuscire a girare con facilità col ritmo 1'56"0, a testimonianza del fatto che il feeling tra lui e la sua Honda è già molto buono. Dani Pedrosa si è invece concentrato su prove di assetto, lavorando sul setup della forcella anteriore e concludendo la giornata in quinta posizione, con un tempo di 1'55"813. Limitatamente alle moto del Team CWM LCR, Crutchlow è sempre più a proprio agio con la moto di Tokyo (in configurazione Factory) ed ha terminato al settimo posto, girando in 1'55"837. Il suo compagno Jack Miller ha invece concluso in diciannovesima posizione, munito della RCV Open. Tra le altre moto dell'Ala dorata, Redding è decimo, Abraham 15esimo (primo pilota Open al traguardo), Hayden 17°e Laverty 22°.

 

Yamaha: la m1 deve ancora migliorare

Durante la prima giornata di test sul circuito di Losail, i piloti Yamaha hanno accusato alcune difficoltà. Jorge Lorenzo ha concluso in sesta posizione, con un tempo di 1'55"828, lamentando problemi di grip nella fase di ingresso curva; il pilota spagnolo è però riuscito a mantenere un ottimo ritmo (1'56" basso) ed ha proseguito il lavoro di sviluppo del rinnovato cambio Seamless, compiendo 43 tornate. Anche Valentino Rossi ha passato parecchio tempo in pista (48 giri, per il tavulliano), incappando ad inizio turno in un'innocua caduta, causata da un problema tecnico alla forcella della sua M1. Il Dottore ha terminato la prima giornata in ottava piazza (con un tempo di 1'55"938), precedendo di pochi millesimi l'inglese Bradley Smith (1'55"954), il quale si è concentrato sui long-run utilizzando un assetto simile a quello sperimentato a Sepang. Pol Espargaro - infine - non è riuscito ad ottenere prestazioni simili a quelle del suo compagno di squadra, accusando problemi di feeling in frenata (finendo 16°, in 1'56"615).

 

Suzuki: avanti tutta con lo sviluppo

Prosegue a gonfie vele lo sviluppo della GSX-RR, che paga ancora in termini di potenza e velocità massima ma pare già ad un ottimo livello dal punto di vista ciclistico. Aleix Espargarò ha concluso con una solida quarta posizione (con un crono di 1'55"698), compiendo 44 tornate nel corso della giornata. Bene anche il giovanissimo Maverick Viñales (classe 1995), che a dispetto di una caduta è riuscito a concludere undicesimo con un tempo di 1'56"130. Pare che, per il GP di apertura della stagione, i due piloti disporranno di un propulsore più prestante, mentre per il cambio Seamless sarà necessario attendere.

 

Aprilia: siamo solo all'inizio

Aprilia ha continuato nel lavoro di sgrossatura dell'abbondante quantità di materiale realizzata durante l'inverno. In particolare, Melandri ha testato una RS-GP notevolmente diversa dalla moto di Bautista (a livello di codone, serbatoio e telaio). Lo Spagnolo ha concluso la giornata in penultima posizione (col tempo di 1'58"459), mentre il ravennate - debilitato e sotto antibiotici - è stato il fanalino di coda con un riferimento di 1'58"990. Meglio dei due piloti ufficiali della Casa di Noale ha fatto Alex De Angelis, 24° in 1'58"026.

 

Forward racing: aggiornamenti di aerodinamica

La squadra di Giovanni Cuzari ha portato in pista una moto rivista nell'aerodinamica, caratterizzata da un cupolino più protettivo, da una carena dal layout differente e da un codone più squadrato. Sia Bradl che Baz, nel box, dispongono di una moto aggiornata e di una moto identica a quella utilizzata nei precedenti test di Sepang 2. Il Tedesco, in particolare, ha agguantato la 18esima posizione (1'57"146), mentre Baz ha terminato al 20° posto in 1'57"376.

 

In tv su sky

Sky segue i test che si disputano in Qatar con collegamenti ed approfondimenti. Stasera e domani sera (15 e 16 marzo), alle 23:30, su Sky Sport MotoGP HD andrà in onda "Race Anatomy MotoGP", trasmissione condotta da Davide Camicioli (come di consueto, diversi ospiti animeranno lo studio).

 

Test 2015 motogp, qatar: classifica day 1

Pos

Pilota

Team

Giro vel.

Dist.

Giri

1

IANNONE, Andrea

Ducati Team

1:55.265

 

30/50

2

DOVIZIOSO, Andrea

Ducati Team

1:55.363

0.098

36/48

3

MARQUEZ, Marc

Repsol Honda Team

1:55.554

0.289

23/44

4

ESPARGARO, Aleix

Team Suzuki Ecstar

1:55.698

0.433

33/44

5

PEDROSA, Dani

Repsol Honda Team

1:55.813

0.548

31/33

6

LORENZO, Jorge

Movistar Yamaha

1:55.828

0.563

42/43

7

CRUTCHLOW, Cal

CWM LCR Honda

1:55.837

0.572

26/38

8

ROSSI, Valentino

Movistar Yamaha

1:55.938

0.673

27/48

9

SMITH, Bradley

Monster Yamaha Tech 3

1:55.954

0.689

41/43

10

REDDING, Scott

Estr. Gal. 0.0 Marc VDS

1:56.112

0.847

43/47

11

VIÑALES, Maverick

Team Suzuki Ecstar

1:56.130

0.865

42/42

12

PETRUCCI, Danilo

Pramac Racing

1:56.132

0.867

44/44

13

HERNANDEZ, Yonny

Pramac Racing

1:56.301

1.036

26/38

14

ESPARGARO, Pol

Monster Yamaha Tech 3

1:56.615

1.350

31/50

15

ABRAHAM, Karel

AB Motoracing

1:56.638

1.373

29/34

16

DI MEGLIO, Mike

Avintia Racing

1:56.719

1.454

32/45

17

HAYDEN, Nicky

Drive M7 Aspar

1:57.099

1.834

40/47

18

BRADL, Stefan

Athina Forward Racing

1:57.146

1.881

16/27

19

MILLER, Jack

CWM LCR Honda

1:57.228

1.963

43/49

20

BAZ, Loris

Athina Forward Racing

1:57.376

2.111

34/40

21

BARBERA, Hector

Avintia Racing

1:57.405

2.140

4/18

22

LAVERTY, Eugene

Drive M7 Aspar

1:57.500

2.235

36/44

23

PIRRO, Michele

Ducati Test Team

1:57.664

2.399

31/53

24

DE ANGELIS, Alex

Octo Ioda Racing Team

1:58.026

2.761

26/45

25

BAUTISTA, Alvaro

Aprilia Rac. Team Gresini

1:58.459

3.194

24/34

26

MELANDRI, Marco

Aprilia Rac. Team Gresini

1:58.990

3.725

19/19

 

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA