“Voglio più scooter su Motociclismo”

Per l’appuntamento con le lettere alla redazione, stavolta un lettore ci suggerisce di dare più spazio agli scooter. In genere riceviamo lamentele di segno opposto, ma il mondo è bello perché è vario. E voi cosa ne pensate?

“voglio più scooter su motociclismo”

Nei commenti che riceviamo sulla nostra pagina Facebook, siamo abituati a leggere lamentele di motociclisti “talebani” che lanciano strali contro lo scooter e ci intimano di non parlarne perché “la moto è un’altra cosa”. Ma evidentemente i tempi cambiano, lo dimostra la lettera arrivata in redazione e che sottoponiamo al vostro giudizio. Come al solito, dite la vostra commentando l’articolo.

 

PERCHÉ PROVATE UNO SCOOTER OGNI 10 MOTO?

Caro direttore, vostro lettore da quarant'anni, spesso soddisfatto dei vostri commenti, tranne quando nel 2002 in seguito alla prova del Piaggio X9 500 lo compro e prendo la più grossa fregatura della mia vita, ma lasciamo perdere. Mi chiedo, essendo un motociclista convertito allo scooter, come mai proviate sempre uno scooter ogni dieci moto. Non dico che dovrebbe essere proporzionale al mercato, solo un po' più equilibrato. Spesso vengono testate moto che al massimo vendono dieci pezzi in un anno, e non parlo del gusto estetico assolutamente personale, mentre scooter da mille o più immatricolazioni non vengono nemmeno presi in considerazione. D'accordo che la rivista si chiama Motociclismo, ma allora fatene un'altra sugli scooter! Fate comparative su moto che in totale non vendono nemmeno come il Kymco Agility 125! Capisco la BMW R 1200 GS, la Honda NC750, la Kawasaki Z800, ma le prove della Borile o della Cr&s Duu che vendono come le dita di una mano mi sembrano esagerate. Magari comparare un SYM MaxSym 400 ABS con il Kymko Xciting 400 ABS sarebbe di maggiore attualità, vista anche la necessità di muoversi per lavoro e risparmiare mille o duemila euro sui top di gamma. Ve lo dice uno che in media fa 26.000 km/anno e cambia scooter ogni quattro, dandoli via sempre oltre i 100.000 km.

Luigi Cassini – e-mail

 

DAI TRE RUOTE AGLI ELETTRICI, SEGUIAMO TUTTI I SEGMENTI

Caro Luigi, negli ultimi mesi ecco gli scooter che abbiamo provato o testato: Suzuki Burgman 125 e 200, Honda Integra 750, comparativa 300 (Honda Forza, Kymco K-XCT, Piaggio Beverly ST, SYM Joymax), Kawasaki J300, Vespa Primavera 125 e Sprint; comparativa 125 a ruota alta (Honda SH Mode, Piaggio Liberty, Kymco People One, SYM HD2, Yamaha Xenter), comparativa tre ruote (Peugeot Metropolis, Piaggio MP3 e Quadro 350S), Peugeot Tweet ed Etropolis Retrò Lithium. Sono 20, in realtà 22 perché della Vespa Primavera e dell’Honda SH Mode abbiamo fatto sia il test che la prova più approfondita. E ancora: sul numero di giugno ci saranno i test della Vespa GTS, degli Yamaha X-Max 125 e 250 e del BMW elettrico, il C evolution. Abbiamo cercato di spaziare nella maggior parte dei segmenti, dall’elettrico ai tre ruote, dai 125 ai 300. Forse si poteva fare di più, ma ci sembra di essere riusciti a seguire la maggior parte dei segmenti. Ci chiedi dei 400, lo scorso agosto abbiamo messo a confronto Suzuki Burgman e Kymco Xciting, pur senza gli ABS, non ancora disponibili. Appena si affaccerà sul mercato un nuovo concorrente organizzeremo una comparativa, questa volta con gli antibloccaggio. Per quanto riguarda Cr&s e Borile, sono due piccole realtà del made in Italy che producono bellissime moto, per quanto in piccola serie, e Motociclismo ha realizzato delle prove, così come facciamo per altri costruttori, grandi e meno grandi.

 

ALTRE LETTERE PUBBLICATE E DISCUSSE

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA