di Beppe Cucco - 21 agosto 2019

Cosa nasconde il telo? Ecco le Ducati che vedremo nel 2020

La Casa di Borgo Panigale ha fatto sapere che svelerà i modelli 2020 il 23 ottobre, un paio di settimane prima dell’inizio del Salone di Milano. Vi anticipiamo le nuove moto che potrebbero arrivare, in prima linea ci sono Streetfighter V4, Multistrada V4, Panigale 959 e...

1/88

1 di 5

Ducati ha annunciato che svelerà i nuovi modelli 2020, il 23 ottobre con un evento speciale che si terrà a Rimini. Ma quali sono le nuove moto che potrebbero arrivare? Alcune sono già state anticipate, di altre ci sono le foto spia, altre ancora sono solo rumors… cerchiamo di fare un riepilogo.

Streetfigther V4

La nuova super naked di Borgo Panigale arriverà senza dubbio. Dettagli tecnici della moto sono ancora top secret, per il momento si sa solamente che la nuova Streetfighter V4 deriva direttamente dalla Panigale V4 (nelle foto nelle gallery trovate i dettagli della R) spogliata delle carene, con l’aggiunta di un manubrio alto e largo. Le prestazioni del Desmosedici Stradale di 1.100 cc sono tenute a bada da profili aerodinamici appositamente studiati per questo modello.

La moto sarà esposta al pubblico in occasione di Eicma 2019 e disponibile nei concessionari Ducati a partire da metà marzo 2020.

1/86 Ducati Streetfighter V4

Una nuova Ducati è stata spiata durante la fase di collaudo. Si tratta del nuovo modello della più piccola delle Panigale, la 959. Secondo alcune voci di corridoio, la nuova supersportiva potrebbe non essere spinta da un propulsore V4 a causa dei costi di produzione e vendita, anche se come ci hanno spiegato i tecnici Ducati tecnicamente sarebbe possibile. La baby Panigale resterà quindi con ogni probabilità spinta dal Superquadro, ma vedrà certamente l’arrivo di numerose novità. Quali?

Un propulsore più potete, ad esempio, ed elettronica d’avanguardia... Gli obiettivi sono certamente quelli di migliorare l’attuale “media” seguendo i dettami della normativa Euro 5. A giudicare dalle foto spia la nuova 959 avrà un nuovo scarico basso, un’aerodinamica rivisistata e forcellone monobraccio. A Borgo Panigale sembrano aver mutuato la parte posteriore della 1299 per accoppiarla a un anteriore in stile Panigale V4.

1/19

Ducati Panigale 959 2020 

A confermare le voci di una nuova “Multistrada V4” su social network è apparso un video che ci mostra il nuovo modello in azione durante i collaudi. Le immagini (qui sotto le foto) ci mostrano una moto dal look praticamente identico a quello che già conosciamo, con il grande serbatoio, il faro sdoppiato e il “becco” anteriore con le due prese d’aria frontali; sembrerebbe inedito, invece, il terminale di scarico. Guardando il video, quello che però attira di più l'attenzione è il rumore della moto, non si tratta del sound del bicilindrico a L che già conosciamo, ma molto probabilmente quello del V4 Desmosedici Stradale di 1.100 cc.

Oltre al motore, già omologato Euro 5, per la nuova Ducati Multistrada V4 potremmo poi ipotizzare elettronica di ultima generazione e sistemi di controllo avanzati, come il radar frontale e posteriore che permette di mappare l’ambiente e garantire una maggiore sicurezza.

1/7 Ducati Multistrada V4

Spaziando con la fantasia oltre ai modelli di cui vi abbiamo parlato, e dei quali ci sono foto e video, ci sono altre moto che potrebbero arrivare nella nuova gamma Ducati 2020. Va considerato anche il fatto che l’anno prossimo entreranno in vigore le nuove norme antinquinamento Euro 5 e far omologare nuovi motori per le Case è molto costoso. Quindi condividere i propulsori tra diverse piattaforme potrebbe essere una soluzione. Ad esempio potremmo vedere il Testastretta DVT di 1.262 cc della Diavel e della Multistrada su un Monster, che passerebbe da Monster 1200 a Monster 1260. Stesso discorso per la Supersport, che alla 950 cc potrebbe affiancare una sorella maggiore con il propulsore di 1.262 cc. E poi c’è la Monster 821, che potrebbe ricevere il motore 950 che attualmente troviamo su Multistrada, Hypermotard e Supersport.

E la gamma Scrambler? Mentre i modelli di 800 cc hanno ricevuto un lieve aggiornamento alla fine del 2018 (qui sotto le foto), il resto della gamma non ha ricevuto molta attenzione recentemente, quindi potremmo aspettarci delle novità anche in questo campo. Alcuni documenti EPA confermano infatti come Ducati sia al lavoro per allargare la famiglia con due modelli inediti: Scrambler 1100 Sport Pro e 1100 Pro. Le voci di corridoio confermano come le nuove “Land of Joy” condividano il propulsore ad aria da 86 CV e 1.079 cc delle attuali Scrambler 1100. Difficile sapere cosa cambierà, ma ci aspettiamo due versioni capaci di affrontare in modo più serio i percorsi in offroad; un po' in stile Triumph Scrambler 1200, insomma.

1/30 La gamma Ducati Scrambler 2019: da sx, Desert Sled, Café Racer, Full Throttle e Icon

E poi rimane da analizzare l’immagine del teaser che ha accompagnato l'annuncio della presentazione dei modelli 2020. La moto sotto al telo rosso è un nuovo modello?

Secondo noi, “ni”. Sebbene si possa vedere ben poco attraverso il telo rosso Ducati si può distinguere chiaramente la forma del terminale di scarico, doppio, e vedere i bordi inferiori delle ruote. Unendo quei dettagli che si vedono, o intravedono, con le sporgenze di specchietti, coda, portarga… è chiaro che la moto sotto al telo è una Monster. Magari, considerando i cerchi Marchesini Oro, una Monster 1200 25th Anniversario (qui sotto le foto), che era stata presentata lo scorso anno (per depistare le idee), oppure una rivisitazione della nuda classica di Borgo Panigale, magari con il motore di 1260 di cui vi abbiamo parlato nel paragrafo precedente?

Non ci resta che pazientare fino al 23 ottobre per saperne di più.

1/24 Ducati Monster 1200 25° Anniversario
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Ultimi articoli