24 November 2014

Antipasto SBK 2015: una settimana di test a Jerez

Da oggi, lunedì 24 novembre, i team del Mondiale Superbike sono impegnati nell'ultima tornata di test sul circuito spagnolo. Presenti in pista: Ducati con il team ufficiale e Althea; Red Devils Aprilia; Kawasaki KRT; Crescent Suzuki; MV Agusta Reparto Corse; Pata Honda e BMW Motorrad. Girano anche i team MotoGP Aprilia, Ducati e Suzuki

Antipasto sbk 2015: una settimana di test a jerez

Da oggi, lunedì 24 novembre, a Jerez si riaccendono i motori della SBK (e della MotoGP). Tutte le squadre confermate per il 2015 nel massimo campionato per le derivate di serie sono infatti impegnate in sette giorni di test in cui scenderanno in pista i piloti Aprilia, BMW, Ducati, Honda, Kawasaki, MV Agusta e Suzuki. Manca all'appello EBR, ancora non sicura per il 2015, mentre girano con le supersport anche Kenan Sofouglu (Kawasaki ZX-6R team Puccetti) e Jules Cluzel (MV Agusta F3). Per la classe regina del Motomondiale, sono impegnati il lunedì i team Aprilia Gresini (Melandri) e Suzuki (Maverick Viñales  e Aleix Espargaro); da mercoledì a venerdì i Team Ducati MotoGP ufficiale (Andrea Iannone e Andrea Dovizioso) e Avintia Racing (Ducati Open con Hector Barbera e Mike di Meglio) e il team NGM Forward Racing (Stefan Bradl e Loris Baz).  

 

SETTE GIORNI DI FUOCO

Il programma dei test di Jerez è così suddiviso:

  • 24-25 Novembre: Kawasaki Racing Team - San Carlo Puccetti Racing (Sofuoglu) - Pata Honda World Superbike - Crescent Suzuki - Red Devils Roma - Althea Racing Team - Suzuki Racing Team MotoGP - Aprilia Gresini
  • 26-28 Novembre: Ducati Superbike Team - MV Agusta Reparto Corse - Ducati MotoGP  ufficiale - Team Avintia racing MotoGP - team NGM Forward MotoGP
  • 27-28 Novembre: Kawasaki Racing Team – Pata Honda World Superbike – BMW Motorrad Italia – Crescent Suzuki

 

Le emanazioni dirette dei vari reparti corse saranno quindi quasi tutte presenti in data 27 novembre (manca Aprilia), con l'ultimo giorno di Ducati e MV che va a coincidere con il primo della seconda parte dei test di Kawasaki, Honda, BMW e Suzuki. All'esordio nel circus della SBK Randy De Puniet sulla GSX-R 1000 SBK, così come va a debuttare con Honda nella top class Michael Van Der Mark, campione SSP 2014 con la CBR600RR Ten Kate. Prima presa di contatto con la moto della Casa dell'ala da parte di Sylvain Guintoli, che fa inversione di team con Leon Haslam, alla sua "prima volta" con Aprilia. La casa di Noale ha inoltre ingaggiato Michel Fabrizio come tester per il 24 e 25, e vista la mancanza del secondo pilota per il2015, si vocifera che sarà proprio il romano a condividere il box Red Devils con Haslam. Prosegue l'apprendistato sulla verdona di Akashi per Jonathan Rea, e a proposito...

 

I TEST APPENA TRASCORSI

Per Kawasaki e Ducati i test sono già iniziati. Le due Case hanno aperto le danze per il 2015 prima degli altri con una due giorni ad Aragon, per l'occasione con tracciato nella configurazione usata dalla MotoGP e che anche la SBK utilizzerà l'anno prossimo. Il miglior giro è stato quello della Ducati di Davide Giugliano in 1'50"2, seguito ad un decimo da Chaz Davies, mentre sono abbastanza lontane le Kawasaki, con Rea più veloce di Sykes (1'51"1 contro 1'51"2). Ecco i commenti dei piloti.

 

Chaz Davies – Ducati Superbike Team
Sono stati due giorni molto positivi, per me è la prima volta che comincio I test invernali con l’evoluzione della stessa moto con cui ho finito l’anno e questo è importante per la continuità del lavoro. L’approccio con la nuova moto è stato molto facile perché le sensazioni sono state molto simili alla moto con cui ho corso in Qatar. Abbiamo fatto alcuni test per confermare alcune delle soluzioni usate durante quest’anno e i nuovi componenti introdotti per la moto 2015 hanno dato un feedback molto chiaro e positivo. La nuova elettronica funziona bene e il nuovo motore ha un comportamento fluido è lineare. Mi sono divertito e aspetto con ansia il test della prossima settimana per tornare in sella”.

 

Davide Giugliano – Ducati Superbike Team
È andato tutto molto bene, abbiamo provato tante cose ma tutte ci hanno fatto migliorare dove ne avevamo più bisogno, sono molto contento del pacchetto 2015 perché appena salito mi sono trovato subito molto bene e questo ci ha permesso di poterci concentrare subito alla messa a punto e alla prova dei nuovi componenti. Andare forte qui ad Aragon è molto importante per me perché è una pista dove ha sempre avuto problemi. Dobbiamo ancora lavorare sul passo che è l’aspetto più critico per me, però già in questi due giorni abbiamo visto che con gomme usate riuscivo a rimanere abbastanza veloce. Questo è molto positivo in prospettiva del test di settimana prossima a Jerez”.

 

Tom Sykes - Kawasaki Racing Team 

Come sappiamo tutti ci sono tante nuove regole tecniche per il 2015 e appena ho lasciato la pitlane nel Day1 ho subito capito che ci sarà tanto lavoro da fare. Ho cambiato la mia mentalità dopo di ciò perché avevamo una lunga lista di cose da provare, piu alcune richieste da KHI (Kawasaki Heavy Industries, ndr). Non abbiamo avuto modo di girare con il pacchetto perfetto così ci siamo concentrati sul ritmo di gara e sulla valutazione delle nuove componenti. Abbiamo trovato un setup e ci siamo messi a spuntare la lista delle cose nuove. Mi sono approcciato cercando di capire dove eravamo e cosa dovevamo fare per andare più veloci. Ho anche lavorato sul mio stile di guida sul nuovo setup perché questo test è stato come ripartire da zero. Lavoreremo nella giusta direzione per arrivare ad un buon risultato in Australia”.

 

ALTHEA A VALENCIA

Approccio differente per il team di Genesio Bevilacqua, che ad Aragon ha preferito il circuito Ricardo Tormo di Valencia. In pista, con le Ducati 1199R ancora in versione EVO, Matteo Baiocco e Nicolas Terol (le nuove SBK saranno pronte per Jerez) insieme a Raffaele De Rosa e Luca Salvadori, piloti Stock 1000 2015 del team Althea. La media dei loro tempi è stata intorno all'1'35, cosa che fa molto ben sperare in vista del prossimo campionato, dove le moto dei team privati e quelle dei reparti corse delle case non saranno più così differenti. Le dichiarazioni dei piloti.

 

Nico Terol - Ducati Althea SBK

In questi due giorni ho conosciuto bene tutta la squadra, e mi sono sentito subito come in una famiglia. Questo per me è molto importante perché dobbiamo lavorare tutti insieme per raggiungere lo stesso obbiettivo. Sono arrivato qua con una grande voglia di fare bene, e il mio approccio con la moto è stato molto buono. Mi sono trovato da subito a mio agio, la Panigale mi piace molto e giro dopo giro mi sono trovato sempre meglio. Sono contento perché c’è stata una buona progressione, oggi specialmente abbiamo avuto un buon passo. Con la squadra mi trovo molto bene e c’è un’ottima comunicazione fra noi”.

 

Matteo Baiocco - Ducati Althea SBK

 “Ho guidato la EVO solo una volta quest’anno è ho dovuto riprenderla un po’ in mano. A Valencia erano 4 anni che non ci venivo e ho dovuto rimettere insieme un po’ tutto. La squadra è nuova per me ma ci siamo trovati subito bene. Abbiamo fatto un percorso importante senza cercare la prestazione ma andando per gradi senza affrettare i tempi. Sono soddisfatto di questi due giorni dove sono stato  abbastanza veloce. Adesso andremo a Jerez a provare la moto in configurazione 2015 e avremo molto su cui lavorare”.

 

Raffaele De Rosa - Ducati Althea STK

 “Sono molto contento di aver finalmente iniziato la mia stagione 2015. Questi due giorni mi sono serviti sia per prendere confidenza con la squadra ma molto più importante prendere la confidenza con la Panigale. Sono felice perché ho potuto assaggiare un po’ di Superbike avendo usato la moto in configurazione EVO, e dopo aver preso le misure con il mezzo e aver fatto degli ottimi giri, mi sento molto positivo per il mio lavoro. Mi trovo bene con la squadra e sono sicuro riusciremo a lavorare molto bene insieme”.

 

Luca Salvadori - Ducati Althea STK

 “Sono molto felice. E’ andata davvero bene come mia prima volta su una Superbike EVO. Pensavo di fare più fatica la prima volta sulla Panigale, invece sono soddisfatto dei miei tempi anche se, specialmente all’inizio ero un po’ cauto, specialmente in staccata. Adesso c’è da lavorare ancora molto per migliorare il mio passo e non vedo l’ora di andare a Jerez la prossima settimana per provare la moto nuova. Mi sono trovato molto bene con la squadra, sono tutti molto disponibili e faremo un ottimo lavoro insieme”.

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA