Aprilia MotoGP: i prossimi 2 anni con Sam Lowes e Aleix Espargaro

La squadra Aprilia per i mondiali MotoGP 2017 e 2018 è definita, l’annuncio durante il weekend di Assen. Bautista e Bradl salutano il team Gresini, Sam Lowes resta “in casa” ma fa il salto di categoria, Aleix Espargaro crede nel progetto di Noale

Ultimi botti

Ricapitoliamo il mercato piloti per la MotoGP? Partiamo dalla fine, dalle ultime notizie arrivate durante il weekend del GP di Olanda (a cui si riferisce la gallery di questo articolo)) e riguardanti il futuro di Aprilia, che resta impegnata ufficialmente sotto la gestione del team Gresini. Dopo il ritorno nel 2015 con Bautista e Melandri e il 2016 ancora con Alvaro e Stefan Bradl (che aveva sostituito proprio Melandri già da metà 2015), per il 2017 e 2018 le RS-GP saranno affidate a Sam Lowes e Aleix Espargaro. Se il britannico orbita già nel team Gresini (in Moto2), per Aleix si tratta del passaggio ad Aprilia provenendo da Suzuki.
Nel fine settimana in cui per un soffio non è arrivato il miglior risultato per un’Aprilia in MotoGP dopo il ritorno di due anni fa (Bautista è caduto mentre era in lotta per il 5° posto, due posizioni meglio del 7° posto di Bradl in Argentina, ad oggi il miglior posizionamento in classifica per una RS-GP) , ecco la notizia della firma di Aleix espargaro. Il pilota spagnolo 27enne, nella prossima stagione guiderà una Aprilia RS-GP nel Campionato del Mondo MotoGP. L’accordo, siglato con la Casa di Noale, avrà durata biennale per le stagioni 2017 e 2018.

Benvenuto, Aleix

L’ingaggio di Espargaro è parte del piano di sviluppo di Aprilia che punta a una crescita nella competitività, coerentemente coi progressi già mostrati quest'anno e ribadisce l'impegno del Gruppo Piaggio in un progetto di eccellenza tecnologica e sportiva volto a fare del marchio un protagonista in pista e in strada.
Aleix Espargaro è stato Campione Spagnolo 125cc nel 2004. Dopo una serie di piazzamenti nelle classi 125 e 250, nel 2009 ha esordito nella classe regina nella quale si è fatto notare durante la stagione 2012 in sella alla ART (la CRT sviluppata da Aprilia Racing), risultando a fine campionato il migliore pilota della categoria. Un eccellente risultato bissato, sempre sulla ART - Aprilia Racing, anche nella stagione successiva. Il palmares del giovane pilota in MotoGP conta due pole position e un piazzamento a podio, oltre ad un settimo posto in classifica iridata nel 2014.

Ricapitolando…

Con la chiusura dei giochi per l’assegnazione delle Aprilia, rimangono davvero poche selle da coprire per il 2017. Di seguito gli abbinamenti già certi (o quasi…)
 
Come vedete dalla lista, sono “entrati” alcuni  piloti provenienti dalla Moto2. Rins e Folger sono accasati in rispettivamente in Suzuki e in Yamaha Tech3, ma manca ancora la notizia ufficiale che riguarda un altro pezzo forte, Zarco. Johann sembra ad ogni modo destinato ad affiancare Folger nel teamm Tech3. Bautista e Bradl cosa faranno? Stefan ha parecchie proposte, ma quasi certamente andrà in SBK, con Honda o Ducati, pur avendo anche un paio di buone proposte per la Moto2 (campionato in cui ha vinto il titolo nel 2011). Alvaro, invece, dovrebbe restare in MotoGP, dove è buon punto il dialogo col team Aspar, in cui Laverty potrebbe lasciare libera la moto passando in SBK.

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA