di Nicolas Patrini - 20 aprile 2019

Yamaha: "La R125 più racing della 300? I sedicenni sono attenti"

La nostra intervista a Fabrizio Corsi, Product Communication Manager di Yamaha Italia, per parlare delle nuove YZF-R125 e YZF-R3
1/14 Yamaha YZF-R125 2019

In occasione del test delle nuove YZF-R125 e YZF-R3 abbiamo fatto alcune domande a Fabrizio Corsi, Product Communication manager Yamaha Motor Italia. Ecco come ha risposto alle nostre domande sulle più piccole della famiglia Supersport di Iwata.

La R3 ha concorrenti con motori più grossi e potenti, come la Honda CBR500R e la Kawasaki Ninja 400. Come mai avete mantenuto queste cilindrata o performance?
"Abbiamo privilegiato il bilanciamento tra performance e comodità per l’uso in strada. Abbiamo anche lavorato sulla posizione di guida, perché il modello precedente aveva sì un look sportivo, ma era adatto più che altro all’utilizzo stradale: la R3 2019 è più racing grazie a telaio, forcellone e posizione di guida rivisti. Abbiamo bilanciato i pesi diversamente per offrire una moto facile ma divertente, e chi desidera aumentare la potenza e anche l'efficacia per l'utilizzo in pista potrà farlo con il kit GYTR che garantisce 49 CV".

In futuro pensate di lavorare anche sul motore?
"Non sappiamo ancora in che direzione ci muoveremo, ma seguiremo con attenzione le richieste del mercato. Se ci sarà la necessità di fornire più potenza lo faremo".

Quanto costerà il kit per la pista?
"Non è ancora ufficiale ma diciamo che moto e kit, insieme, costeranno circa 12.000 euro".

La R125 ha una forcella con steli da 41 mm, la R3 ha steli da 37 mm. Ha anche la pinza ad attacco radiale, che manca sulla 300. Come mai questo occhio di riguardo per la più piccola?
"La pinza ad attacco radiale era un contenuto già presente sul precedente modello della R125, questo perché il suo telaio in acciaio con schema Deltabox ben si sposa con una forcella rigida, ovvero con steli di diametro importante. C'è poi una questione di "appeal": i sedicenni europei, che sono la clientela alla quale si rivolge il modello, sono attenti a questi dettagli. La R3 punta a utenti diversi. Ha comunque ricevuto l'upgrade della forcella rovesciata con steli da 37 mm, che garantisce il miglior compromesso tra stabilità e maneggevolezza".

Cos'hanno le due R più delle loro concorrenti?
"Entrambe permettono di crescere in sella e passare al modello successivo restando su una Yamaha. Siamo tra i pochi che danno la possibilità di iniziare con la supersportiva 125 e arrivare fino alla 1.000 passando dalla 300 e dalla 600".

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Ultime notizie news