Nuova Brixton Crossfire 500 XC: come va, pregi e difetti

È caratterizzata da cerchio anteriore a raggi da 19”, parafango rialzato, pneumatici semitassellati, griglia di protezione per il faro e tabelle portanumero. Il motore è un bicilindrico in linea di 486 cc. Abbiamo messo alla prova la nuova Brixton Crossfire 500 XC 2022, ecco le prime impressioni di guida, con i pregi e i difetti della moto

1/13

1 di 3

di Matteo Accurso

Abbiamo messo alla prova la nuova Brixton Crossfire 500 XC, la più “fuoristradistica” della famiglia, che in gamma affianca Crossfire 500 e Crossfire 500X. Come suggerisce il nome, è realizzata sulla base tecnica delle sorelle, ma è caratterizzata da alcuni dettagli e componenti che mettono in luce un carattere maggiormente adventure: spicca il cerchio anteriore da 19” sovrastato dal parafango rialzato. I pneumatici, semitassellati, sono da 110/80-19 all’anteriore e 150/60-17 al posteriore. Le sospensioni sono invece firmate KYB e sono completamente regolabili; l'escursione è 150 mm all'anteriore e 130 mm al posteriore. Rialzato anche il manubrio, mentre sul serbatoio sono posizionati dei cuscinetti in gomma nera, per una maggior aderenza delle gambe.

Il propulsore è il bicilindrico in linea di 486 cc, 4 tempi, raffreddato a liquido, da 47 CV e 43 Nm. La frenata è affidata a pinze J.Juan, che mordono un disco ant. da 320 mm e uno post. da 240 mm. La sella si trova a 851 dal suolo, il serbatoio ha una capacità di 13,5 litri, la velocità massima dichiarata è di 160 km/h. 195 i kg di peso della moto, in ordine di marcia.

Ma per tutti i dettagli della moto vi rimandiamo al nostro articolo di presentazione, ora è arrivato il momento di salire in sella. Nelle pagine successive trovate le prime impressioni di guida, con i pregi e i difetti della moto, e il prezzo.

Il manubrio largo, in combinazione con la posizione rilassata di cui godono le gambe, offre una un’impostazione di guida comoda quanto basta per godersi anche i viaggi più lunghi. Il motore è molto giocoso, la coppia che è in grado di offrire evita di dover ricorrere spesso al cambio, regalando spensieratezza anche nei tratti particolarmente tortuosi. Nello stretto, si percepisce di avere all’anteriore un cerchio da 19", la facilità di guida non è compromessa, semplicemente i tempi per far voltare la moto risultano un po’ più alti. Questa tendenza si diluisce parecchio nel misto, dove l’XC affronta la strada regalando stabilità e divertimento, complice anche la frenata, che risulta pronta e scattante all’occorrenza, nonostante la potenza offerta dell’impianto frenante non sia enorme.

Riguardo il comparto sospensioni, la forcella copia bene le asperità del terreno e regala un buon feeling mentre al posteriore avremmo gradito un mono ammortizzatore un po’ più morbido, poiché (considerando che l’imbottitura della sella è un po’ rigida) può capitare che qualche imperfezione del manto stradale venga trasmesso al pilota in maniera poco filtrata.

Troverete la prova completa della Brixton Crossfire 500 XC, con interviste a approfondimenti, su Motociclismo di ottobre, in edicola a fine mese.

1/12

Brixton Crossfire 500 XC

La Brixton Crossfire 500 XC, disponibile nella sola colorazione Desert Gold, è in vendita ad un prezzo di 7.249 euro c.i.m.

Vi ricordiamo che il prezzo presente in questo articolo è da considerarsi con la formula “chiavi in mano”, comprensiva di “messa in strada”, che Motociclismo quantifica in 250 euro.

1/12

Brixton Crossfire 500 XC

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA