Ducati Reggio Emilia saccheggiata dai ladri!

Nella notte tra lunedì 27 e martedì 28 aprile la concessionaria Ducati di Reggio Emilia è stata presa d’assalto dai malviventi: rubate tre moto, caschi, accessori e abbigliamento. Il tutto col contorno di pesanti danneggiamenti

Ducati reggio emilia saccheggiata dai ladri!

Brutta storia, quella capitata al concessionario ufficiale Ducati di Reggio Emilia, aperto nel 2000 e sito in località Villa Cella in via Garonna 15d/f : i ladri hanno colpito nella notte tra il 27 e il 28 aprile, portando via moto, caschi, accessori e abbigliamento per un valore di circa 70.000 euro, secondo le prime stime. Il tutto è avvenuto in un tempo brevissimo, a partire dalle 3,44 della mattina, ora in cui è scattato l’allarme. Le forze dell’ordine e la vigilanza sono arrivati in pochissimi minuti, ma ormai i malviventi avevano “fatto il colpo”.

Ciao, ciao diavel, 899 e 1198…

Tre le moto rubate: una Diavel Dark e una 899 Panigale rossa non ancora immatricolate, ma anche una 1198 S usata. Ma lo store si era appena approvvigionato di abbigliamento e accessori da montare sulle moto in consegna in questi giorni, e i pacchi di materiale firmato Ducati sono stati un facile bottino, così come il cassetto del registratore di cassa, che fortunatamente non conteneva milto denaro. Guardando le foto, pubblicate su Facebook, colpisce la furia con cui i ladri si sono accaniti: vetrine divelte, arredi distrutti, muri pesantemente danneggiati, addirittura moto malamente abbandonate a terra, come una Hyperstrada nuova all'interno e una bellissima Ducati 998 di proprietà di un cliente che l'aveva portata per riparazioni… Se i ladri avessero avuto più tempo avrebbero certamente rivolto la propria attenzione anche alle Hypermotard, alle Multistrada, alle Monster 821 e 1200. Oppure le moto trafugate sono proprio quelle che cercavano, magari "su richiesta".

E insistono...

Non è la prima volta che il concessionario (Superbiking SRL, che vende anche Moto Guzzi e Vespa) subisce furti: negli ultimi due anni ci sono stati altri episodi, ma la costante è che sono le Ducati ad ingolosire. "Due anni fa - dichiara Franco Re, il titolare - abbiamo subito un'altro furto, le moto erano due Panigale 1199, che sono state ritrovate il giorno dopo all'interno di un furgone di un gommista della nostra zona industriale che aveva denunciato il tentato furto dello stesso (la stessa notte del nostro furto il titolare aveva trovato il cancello della sua azienda e il furgone manomessi, ma non aveva guardato all'interno, solo il giorno dopo quando doveva caricare il furgone ha trovato le nostre moto".

Colpo da professionisti

L’ultima ruberia è stata compiuta con tanta “maestria” e velocità da far pensare a dei professionisti, magari gli stessi che poi spediscono le moto in direzione Ucraina, oppure reinseriscono la refurtiva nel giro dei ricambi usati, quando non la offrono direttamente nei siti di vendite online (quindi state attenti se vedete un insolito proliferare di giacche, caschi, parti speciali e qualt'altro col marchio bolognese venduto "nuovo" e a prezzi stracciati: prendete nota e, se avete dei sospetti, segnalate a Ducati Reggio Emilia). Da Ducati Reggio Emilia precisano che "all'interno del nostro negozio davanti alla porta tutte le sere noi chiudiamo mettendo, oltre 3 lucchetti esterni, all'interno una barra di ferro e alcune catene, tutte le vetrine sono antisfondamento e tutte allarmate, ma la velocità con cui sono entrati è davvero imbarazzante, dal momento in cui è scattato l'antifurto all'arrivo della vigilanza e dei Carabinieri sono passati circa quattro minuti". I malviventi hanno letteralmente strappato tutto con violenza e agito in un lampo evitando il pur tempestivo intervento dei Carabinieri. Gli inquirenti stanno indagando e per ora si sa solo che sullo specchietto della 998 lasciata a terra sono state trovate delle impronte. Si ipotizza il coinvolgimento di bande dell'est, ma per ora non ci sono certezze. Amaro lo sfogo di Franco Re: "Per i concessionari di moto diventa davvero difficile continuare a combattere contro queste furie. A Reggio Emilia, ma credo in tutta Italia, è un continuo subire dei furti. Noi non siamo i soli ad aver subito più furti in pochi anni".

Le ducati fanno gola

Non è la prima volta che ci tocca parlare di furti di moto Ducati: i ladri non si fanno scrupoli a rubare le Rosse (o a tentare di farlo) davanti alle telecamere o direttamente nello store di Borgo Panigale. Addirittura il primo furto di una Panigale avvenne a Milano quando ancora la moto non era in commercio…

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA