Bradl batte Marquez: a Laguna prima pole per lui in MotoGP

Turno di qualifiche concitato sul circuito californiano. Marquez domina metà sessione ma capitola dopo una scivolata. Ne approfitta Bradl che conquista la prima pole in MotoGP per soli 17 millesimi. Bautista, 3°, chiude una prima fila tutta Honda. Rossi 4°, un po’ sottotono

Bradl batte marquez: a laguna prima pole per lui in motogp

Dopo le prove libere della mattinata statunitense, caratterizzate dalla fitta nebbia, i piloti scendono in pista a Laguna Seca per le FP4 e le attese qualifiche. E finalmente li accoglie un clima californiano, con il sole a splendere alto in un cielo (quasi) completamente sgombro di nuvole. Dovrebbero essere le condizioni che i piloti troveranno anche in gara domani (qui gli orari TV). Tenetele d’occhio anche voi se volete partecipare a FantaMOTOCICLISMO, il nostro gioco che, indovinando i risultati della MotoGP e della SBK, vi permette di diventare tester di Motociclismo per un giorno.



PEDROSA PARTE DAL BASSO

Le qualifiche iniziano con il primo turno per stabilire i due piloti “eletti” a passare nella sessione che conta, la Q2. Tra questi, deve cercare la miglior prestazione anche Dani Pedrosa, escluso “di lusso” dalla Q2 a causa della forma fisica decisamente non ottimale. In realtà, lo spagnolo se la prende con calma lasciando che siano gli altri a sfogarsi, come Hector Barbera che passa in testa davanti a Danilo Petrucci. Ma ecco che Dani prende il ritmo e si piazza al primo posto con 1’22”017, un tempo migliore di quello staccato nelle FP4. Un ottimo crono che gli permette di chiudere la sessione in anticipo, andando a riposarsi nel box. A questo punto, rimane una sola posizione per poter passare avanti; ci pensa Randy De Puniet che così ha accesso alle Q2. Resta fuori Alex De Angelis, “apprendista” sulla Ducati GP13 del team Pramac.

SUBITO MARQUEZ
Ultimi 15 minuti “di fuoco” in California con la sessione finale delle qualifiche. Si inizia con i problemi di Cal Crutchlow, costretto a partire in ritardo dai box dovendo attendere la perfetta messa a punto del muletto dopo una caduta nelle FP4. Ma lo spettacolo non si fa attendere: prima arriva davanti Jorge Lorenzo, subito regolato dallo stratosferico 1’21”292 di Marc Marquez. Ma il rookie non è ancora sazio e continua a limare decimi. 2° si piazza Stefan Bradl che riesce a stare davanti all’infortunato Lorenzo. Per il maiorchino prestazione da lode, considerando il dolore e una moto dall’erogazione e setting “ammorbiditi” per non farlo soffrire troppo.

FULMINE BRADL
Dopo la veloce sosta ai box per il cambio gomme, si torna in pista per gli ultimi minuti. Ancora problemi per Crutchlow, causati da un malfunzionamento di elettronica. Ma i problemi non riguardano solo l’inglese perché prima De Puniet e poi Marquez, si stendono, anticipando la fine del turno. Migliora invece Valentino Rossi che si porta in seconda posizione, seguito da Crutchlow. Ma ben presto cedono il passo davanti alle prestazioni di Alvaro Bautista, che passa terzo, e soprattutto di Stefan Bradl che, con 1’21”176, conquista la prima casella per soli 17 millesimi su Marquez, andando a segnare la prima pole in MotoGP. Per entrambi, una sola prima fila nella massima serie: pole per Bautista in Inghilterra nel 2012, partenza daslla terza casella per Bradl, nella scorsa gara di Assen. Tre Honda davanti (di cui due private) e tre Yamaha in seconda fila con Rossi davanti a Crutchlow e Lorenzo. In settima posizione si piazza Pedrosa, più veloce della Ducati di Andrea Dovizioso, che lo segue in ottava posizione, ancora sottotono nonostante il nuovo telaio.


Appuntamento ora con la gara (orari TV).

MOTOMONDIALE 2013 LAGUNA SECA – MOTOGP: GRIGLIA DI PARTENZA

Pos.

Pilota

Nazione

Moto

Tempo

Distacco

1

Stefan BRADL

GER

Honda

1'21.176

 

2

Marc MARQUEZ

SPA

Honda

1'21.193

0.017 / 0.017

3

Alvaro BAUTISTA

SPA

Honda

1'21.373

0.197 / 0.180

4

Valentino ROSSI

ITA

Yamaha

1'21.418

0.242 / 0.045

5

Cal CRUTCHLOW

GBR

Yamaha

1'21.420

0.244 / 0.002

6

Jorge LORENZO

SPA

Yamaha

1'21.453

0.277 / 0.033

7

Dani PEDROSA

SPA

Honda

1'21.728

0.552 / 0.275

8

Andrea DOVIZIOSO

ITA

Ducati

1'22.026

0.850 / 0.298

9

Bradley SMITH

GBR

Yamaha

1'22.075

0.899 / 0.049

10

Nicky HAYDEN

USA

Ducati

1'22.090

0.914 / 0.015

11

Aleix ESPARGARO

SPA

ART

1'22.099

0.923 / 0.009

12

Randy DE PUNIET

FRA

ART

1'22.694

0.677 / 0.677

13

Hector BARBERA

SPA

FTR

1'22.808

0.791 / 0.114

14

Alex DE ANGELIS

RSM

Ducati

1'23.253

1.236 / 0.445

15

Colin EDWARDS

USA

FTR Kawasaki

1'23.272

1.255 / 0.019

16

Danilo PETRUCCI

ITA

Ioda-Suter

1'23.323

1.306 / 0.051

17

Claudio CORTI

ITA

FTR Kawasaki

1'23.616

1.599 / 0.293

18

Yonny HERNANDEZ

COL

ART

1'23.875

1.858 / 0.259

19

Karel ABRAHAM

CZE

ART

1'23.919

1.902 / 0.044

20

Michael LAVERTY

GBR

PBM

1'23.987

1.970 / 0.068

21

Hiroshi AOYAMA

JPN

FTR

1'24.235

2.218 / 0.248

22

Bryan STARING

AUS

FTR Honda

1'24.756

2.739 / 0.521

23

Lukas PESEK

CZE

Ioda-Suter

1'24.809

2.792 / 0.053

 

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA