SPECIALE SALONE EICMA 2021
Tutte le novità Casa per Casa

Test SBK: alla Ninja di Rea il Day2, ma Lowes è il più veloce in assoluto

Il nord-irlandese riesce nella sessione del martedì a Phillip Island a scavalcare Lowes (Suzuki), che però mantiene il best lap nei due giorni. Seguono, nei tempi combinati, Torres, Sykes, Haslam e Davies. Sorprendente Canepa! In Supersport Jules Cluzel (MV Agusta) precede il compagno di squadra, Zanetti e Sofouglu. Giugliano, infortunato, salterà quattro gare!

Test sbk: alla ninja di rea il day2, ma lowes è il più veloce in assoluto

Si è conclusa la seconda ed ultima giornata di test precampionato sul tracciato di Phillip Island per la Superbike e la Supersport. Alex Lowes resta il più veloce nella classifica combinata ma il Day2 finisce in mano a Rea con il suo 1'30"880, di soli 30 millesimi più lento del tempo stampato dal pilota Suzuki il lunedì. Tra le brutte notizie, c'è quella riferita a Davide Giugliano, che è fuori dai giochi per ben 4 round del Mondiale a causa delle fratture alle vertebre rimediate nella prima sessione del day 1. Ma si sa, Phillip Island perdona poco, basta vedere il bollettino medico dell'anno scorso. Vediamo come sono andati i test nel Day2 australiano (qui il resoconto del Day1). Ma prima dopo aver letto l'articolo ricordatevi di partecipare al nostro sondaggio sul vincitore della SBK 2015 e perché no, iniziate anche a preparare la Top-5 di Gara1 e Gara2 del prossimo weekend per il FantaMOTOCICLISMO: per partecipare, dopo aver letto il regolamento del gioco, vi basterà cliccare sul pulsante qui sotto: accederete all'area del gioco e potrete fare il vostro pronostico nel momento in cui sarà attiva la partita relativa alla gara SBK o MotoGP in arrivo. A fine stagione, il migliore diventa tester di Motociclismo per un giorno.

 

 

Sbk: a lowes l'australia, ma rea lo insegue da vicino

Se si considerano solamente i tempi di fine "giorno 2", è Rea ad essere il più veloce, ma guardando la classifica combinata dei tempi (che potete trovare in fondo a questo PDF, dove c'è anche quella del day2), l'uomo da battere sul giro secco resta Alex Lowes. I tempi sono ancora lontani da quelli della Superpole 2014, ma resta il fatto che è una Suzuki a terminare in testa al resoconto dei tempi degli ultimi test prima dell'inizio della stagione. Bisogna anche ricordare che, sempre nel 2014, Gara1 la vinse Laverty con la Gixxer, e la vittoria in Gara2 andò a Guintoli solo perché il pilota Suzuki ruppe il motore. É risaputo che Phillip Island è un tracciato particolare, dove le differenze tra moto (e potenze) si assottigliano e il pilota diventa più importante del mezzo, eppure con i nuovi regolamenti forse anche Suzuki sarà della partita.

 

Dietro Lowes, nei due giorni, si alternano Kawasaki ed Aprilia, infatti Rea si posiziona davanti a Torres seguito da Sykes e Haslam, con il distacco tra il primo e l'ultimo della Top 5 sotto i tre decimi. A breve distanza (+0"437) troviamo Chaz Davies, che sarà punta unica della formazione Ducati Aruba.it visto che Giugliano non correrà il primo round della SBK. Per il romano una frattura alle vertebre L1 e L2 rende impossibile la partecipazione alle prime 4 gare di campionato e si sta già lavorando per trovare un sostituto, che al 99% sarà Michele Pirro. Per Davide non si è reso necessario alcun intervento chirurgico, ma il pilota dovrà stare per tre mesi a regime di riposo assoluto. Se tutto andrà bene, rientrerà a Imola. Situazione complicata - ma fortunatamente non così tanto - anche per il pilota Suzuki Randy De Puniet che, a seguito di un high side, si ritrova con la schiena gonfia. Ma niente di rotto, per Phillip Island potrebbe esserci. Vanno a chiudere la Top 10 nella classifica combinata Salom, Terol, Van Der Mark e proprio Giugliano, con il tempo fatto segnare prima della caduta. Da segnalare in undicesima piazza Niccolò Canepa, che riduce a poco più di un secondo il distacco dai primi con una EBR su cui - ammettiamolo - ben pochi avrebbero puntato. Considerando che l'anno scorso le superbike americane soffrivano almeno due secondi e mezzo di distacco al giro, bisogna dire che la Casa di Erik Buell sta lavorando davvero sodo. Stesso discorso per Leon Camier su MV Agusta (13° a +1"379) mentre resta deludente il risultato delle BMW, con Barrier 15° a quasi un secondo e mezzo dal tempo di Lowes. 

 

Jonathan rea

Sono contento di entrare nel weekend di gara in questo modo, anche se abbiamo ancora cose su cui lavorare. Ci sono ancora delle cose che non so quindi cerco solo di lavorare con i miei ragazzi sulla moto e di concentrarmi per andare più veloce possibile per tutti i 20 giri. Sono riuscito a fare un long run oggi e sono riuscito a tenere buona parte dei giri sotto il 31. Non so quanto questo ci renda competitivi ma per ora è un inizio e abbiamo delle informazioni su cui lavorare. Abbiamo fatto tutti i test che potevamo, quindi sono contento di iniziare a correre. C'è tanta anticipazione ed eccitazione ma è rimasto poco da attendere. Non vedo l'ora che sis spengano le luci nel giorno di gara. Alla fine, questa è la migliore posizione in cui mi sia trovato all'inizio di una stagione.

Tom sykes

In generale sono relativamente felice e abbiamo fatto dei buoni giri con gomma usata. Adesso abbiamo da riflettere su alcune cose per decidere la direzione per il weekend di gara e in effetti non ci troviamo in una brutta posizione, nonostante sia caduto oggi in un modo davvero strano. Quando sono entrato nell'ultima curva mi sentivo bene ma ho perso il posteriore abbastanza facilmente. Ho provato a correggere la traiettoria e quando ci ho provato la moto ha reagito e mi ha lanciato in high side. I ragazzi hanno lavorato molto bene e mi hanno fatto uscire con la seconda moto con un setup differente, quindi sono riuscito ad ottenere altre informazioni. Phillip Island non è il "mio" circuito, quindi questi risultati sono molto promettente. Merito dei ragazzi e della Kawasaki per avermi dato quello che mi serve. La Ninja ZX-10R sta lavorando bene e se farà quello che voglio io potremmo avere un buon weekend.

 

Alex lowes

Abbiamo avuto una buona giornata e concluso un programma molto dettagliato, non sono rimaste molte cose che volevamo provare e che non siamo riusciti a testare, quindi sono stati due giorni davvero duri per i meccanici! La GSX.R va molto bene adesso faremo qualche cambiamento qui e la nel weekend in base alle temperature e proveremo qualcosa di minore con l'elettronica e il telaio ma il più grande miglioramento che deve arrivare dipende da me e sono al corrente delle aree in cui dovrei guidare differentemente. Mi sono divertito molto oggi, ho fatto un long run, messo tanto entusiasmo e ho cercato di rimanere all'interno dei miei limiti. Grazie ai ragazzi per il duro lavoro; speriamo di poter progredire ulteriormente nel weekend di gara.

 

Randy de puniet

Non ho molto da dire, la buona notizia è che non c'è nulla di rotto ma la mia schiena è veramente gonfia. Ho dovuto fare un esame oggi e tutto sembra ok. Ho provato a fare qualche giro nel pomeriggio per avere un idea di come mi sentiò venerdì ma è stato così doloroso che ho fatto solo 15 giri e poi mi sono fermato per farmi medicare. Domani e giovedì proseguirò con i trattamenti per ridurre il dolore ma sono sicuro che migliorerò giorno per giorno.

 

Chaz davies

Stamattina abbiamo fatto un paio di step molto positivi e, modificando l’anteriore della mia Panigale, ho potuto trovare quel feeling che mi era mancato ieri. Oggi pomeriggio ho fatto molti giri  e mi sento abbastanza fiducioso per quanto riguarda la distanza di gara, ma prenderemo in considerazione gli aspetti positivi evidenziatisi questa mattina e continueremo a lavorare in quella direzione. Abbiamo svolto una grande mole di lavoro qui, e sembra che abbiamo idee molto più chiare per quanto riguarda quello che funziona e quello che invece funziona un po’ meno. Un risultato molto positivo alla fine dei test. Quando torneremo in pista venerdì spero che riusciremo a concentrarci ed a sfruttare le cose migliori che abbiamo identificato in questi giorni, per migliorarci ulteriormente.
 

Davide giugliano

Non sarà facile affrontare le prime due manche della stagione da spettatore. E’ un vero peccato perché' mi sentivo a mio agio con la moto ed il lavoro di sviluppo cominciato qui stava andando molto bene. Che dire, fortunatamente le mie condizioni fisiche non sono così gravi e questa è la cosa più importante. Purtroppo dovrò saltare la gara di Phillip Island. Adesso penserò solo a rimettermi in forma per poter tornare in pista al più presto

 

Supersport: le mv agusta davanti alle kawasaki

Cambia completamente la classifica della Supersport. Tutti i tempi al top sono migliorati (qui trovate il PDF con le classifiche del day2 e combinata della due giorni), e i nomi al vertice si sono invertiti. É infatti Jules Cluzel a chiudere i test al comando, seguito dal neo acquisto della MV Agusta nonché compagno di squadra Lorenzo Zanetti a soli +0"262, il che fa ben sperare per la Marca varesina, anche considerando lo storico ritorno alla vittoria in un mondiale l'anno scorso proprio in Australia (qui i video highlights). Il terzo tempo è di Kenan Sofouglu su Kawasaki Puccetti Racing, che però paga già più di mezzo secondo di gap, mentre è sorprendente il risultato di Marco Faccani, che strappa a Mahias la quarta posizione. Dalla sesta piazza in ordine troviamo Jacobsen, Wilairot, Russo, Smith e Baldolini, per un totale di 3 MV Agusta, 3 Honda e 4 Kawasaki in Top Ten. Poco spazio per la ex campionessa del mondo Yamaha, adesso rilegata con Fabio Menghi in 14 posizione a +2"062. 

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA