di Giuseppe Cucco - 14 gennaio 2017

Analisi nel dettaglio del mercato moto e scooter 2016

Mercato 2 ruote 2016: la BMW R 1200 GS si conferma ancora una volta la moto più venduta in Italia, ma come si sono comportate le avversarie? I marchi italiani? Quelli giapponesi sono tutti in positivo? Le elettriche? Ecco un analisi più approfondita delle vendite di moto e scooter nel nostro Paese
1/99 BMW R 1200 GS

BMW AL TOP TRA LE MOTO, HONDA TRA GLI SCOOTER

Nei giorni scorsi vi abbiamo mostrato le classifiche Top 100 di moto e scooter più venduti nel nostro Paese nel corso del 2016. Come abbiamo potuto vedere, tra le moto la BMW R 1200 GS ha conquistato per il sesto anno consecutivo il titolo consecutivo di “regina del mercato” (e secondo voi si confermerà anche nel 2017); tra gli scooter invece è stato ancora un dominio Honda, con la famiglia SH al top delle vendite.
Dopo aver vagliato i dati, eccovi un’analisi più approfondita del mercato, nella quale andiamo ad esaminare le moto più vendute in base alle categorie e alla cilindrata, vediamo come sono andati i marchi italiani, quelli giapponesi, le moto elettriche, controlliamo le vendite delle moto “da sogno”. E poi spazio agli scooter, anche a quelli meno conosciuti e a quelli a tre ruote.

testa a testa (per qualche mese...)

BMW R 1200 GS: le cifre la collocano sempre al top della classifica delle best seller, e nemmeno la tanto attesa “sfidante” Honda Africa Twin è riuscita a strappare la corona di regina del mercato all’endurona bavarese. La maxi enduro tedesca, vincitrice della nostra comparativa maxienduro in Albania, ha venduto un centinaio di pezzi in più rispetto allo scorso anno: 3.329 moto contro le 3.222 del 2015. La rivale giapponese si è fermata a quota 2.840, forse senza il terremoto che ne ha bloccato la produzione per più di tre mesi le cose sarebbero potute andare diversamente…
Scorrendo la classifica troviamo poi la conferma della Yamaha Tracer 900, che si è guadagnata il terzo gradino del podio con 2.609 unità vendute. Rispetto ad un anno fa, anche la Honda NC750X ha guadagnato consensi, e un posto in classifica, nei confronti della Ducati Scrambler; modelli che hanno venduto rispettivamente 2.355 e 2.264 moto. Scorrendo la lista delle moto più vendute troviamo poi la riconferma di BMW R 1200 GS Adventure (2.071), Yamaha MT-07 (1.404) e Ducati Multistrada 1200 (1.323) seguite da una novità 2016 che subito si prende il nono posto in classifica con 1.120 pezzi venduti: la Yamaha XSR700 (che ha “rubato il posto” alla MT-09, scivolata quest’anno in dodicesima posizione). Chiude la top ten la Kawasaki Z800 con 1.052 moto vendute; un bel salto in avanti in termini di numeri rispetto alle 798 unità vendute nel 2015. 

LE NAKED SUPERANO LE ENDURONE

Moto per segmento

  • Naked: 26.387 moto (+23,3%)
  • Enduro stradali: 25.688 moto (+31,5%)
  • Moto da turismo: 8.839 moto (+5,7%)
  • Custom: 6.923 moto (+12,3%)
  • Sportive: 3.949 moto (-0,9%)
  • Supermotard: 2.920 moto (+44,4%)
 
Nonostante l’ennesimo successo della BMW R 1200 GS, se analizziamo la statistiche di vendite suddivise per segmento notiamo che le naked sono tornate a in testa alla classifica, se pur di poche centinaia di unità, dopo che nel 2015 erano state superate dalle enduro stradali.
Nel 2016 le naked hanno venduto complessivamente 26.387 moto, le enduro stradali 25.688 moto; ma la cosa importante è che entrambe le categorie hanno fatto registrare un ottimo segno positivo rispetto al 2015: +23,3% le prime, +31,5% le seconde. A tirare il gruppo delle nude è stata la Ducati Scrambler 800, con 2.264 unità vendute nel nostro Paese (quarta posizione generale), seguita da due Yamaha: la MT-07 (1.404) e la XSR-700 (1.120).
 
In positivo anche le categoria “moto da turismo” (+12,7%, 8.839 moto vendute), “custom” (+12,3%, 6.923) e “supermotard”, queste ultime con un ottimo +44,4% (2.920); merito in parte delle neo arrivate Ducati Hypermotard 939 (783 moto vendute nel 2016 vs le 537 del modello Hypermotard 821 del 2015), della Yamaha WR 125 X che ha fatto un ottimo balzo in avanti (377 vs 263), della KTM 690 SMC R (284 vs 182), e della nuova entrata in top 100 Husqvarna 701 Supermoto, con 210 unità vendute.
 
L’unico segno negativo viene dalle sportive, che rispetto al 2015 hanno venduto lo 0,9% in meno: vale a dire 3.949 moto contro le 3.982 dello scorso anno. Scorrendo la Top 100 si nota che, nonostante i segni "meno", la categoria è stata mantenuta “viva” dalle Ducati 1299 Panigale (340 unità nel 2016, 360 nel 2015), Yamaha YZF-R1 (330 vs 483), Ducati 959 Panigale (308, lo scorso anno non c’era)…. Ma l’iniezione di nuovi modelli sportivi 2017 visti ad Intermot ed Eicma (Honda CBR1000RR Fireblade, Suzuki GSX-R1000, Yamaha YZF-R6 e mettiamoci anche le versioni 2017 di Ducati 1299 Panigale e Aprilia RSV4…) ci lascia ben sperare per il futuro e speriamo che anche questo settore tornerà a far registrare il segno positivo nel 2017. 

MEDIE E PICCOLE CRESCONO MAGGIORMENTE

Moto per cilindrata

  • 800-1.000 cc: 21.986 pezzi (+21,1%)
  • Oltre 1.000 cc: 20.800 pezzi (+9,8%)
  • 650-750 cc: 12.626 pezzi (+11,9%)
  • 300-600 cc: 10.793 pezzi (+51,1%)
  • 150-250 cc: 2.965 pezzi (+37,5%)
  • 125 cc: 6.766 pezzi (+40,6%)
 
Analizzando i dati di vendita in base alle cilindrate invece, notiamo che le big sono sì al top per numeri di vendita, ma le moto sotto ai 600 cc sono quelle che hanno fatto registrare una crescita maggiore rispetto al 2015, con addirittura un +51,1% per le moto tra 300 e 600 cc, e un + 40,6% per le 125.
Ottimo risultato quindi per le moto di cilindrata compresa tra 300 a 600 cc; in parte merito dei buoni riscontri fatti registrare, ad esempio, dalle Honda CB500X (866 nel 2016, 567 nel 2015) o dalle enduro KTM 300 EXC (748 vs 266) e dalla Benelli BN302 (739 vs 393; in assoluto la Benelli più venduta). Ma non male anche i numeri di Honda CB500F (676 vs 438), KTM 390 Duke (534 vs 496) e MT-03 (434, lo scorso anno non c’era in commercio).
 
Le “piccoline” invece devono ringraziare modelli come la KTM 125 Duke (907 nel 2016, 654 nel 2015) e la Yamaha MT-125 (619 vs 488). Pur senza tornare ai fasti degli anni ’90, sono comunque parecchie le 125 in Top 100, appartenenti a tutti i segmenti: Honda CB125F (495); TM EM 125 (381); Yamaha WR 125 X (377); Keeway RKW 125 (280); Fantic Motor Caballero 125 (264); le sportive Yamaha YZF-R125 (252) KTM RC 125 (243); KTM 125 EXC (208); Mash Seventy Five (192).

LE ITALIANE CHE SONO ANDATE BENE...

Tra le Aziende italiane, quella che si è conquistata la fetta più grossa sul mercato è Ducati, che ha venduto nel 2016 un totale di 7.892 moto (come già detto, performance trainata dalla Scrambler 800); ciò significa oltre 1.300 unità in più del 2015 (6.571)! Se guardiamo le percentuali di crescita delle altre Case, però, non possiamo non notare il +174% di Fantic Motor, che è passata da 101 moto vendute nel 2015 a 276 del 2016; successo da attribuire in pratica alla sola Caballero 125, che ha venduto 264 unità. Ma ancor meglio è stata in grado di fare SWM, che dalle 9 moto vendute nel 2015, è riuscita a piazzare sul mercato ben 342 moto nel 2016, questo grazie all’ampliamento della gamma con modelli come la Gran Milano (75), la Gran Turismo (23) o la Silver Vase (118).
Ottimo anno anche per TM Racing, che è passata da 220 moto del 2015 alle 487 del 2016, con la piccola EN 125 che tira il gruppo grazie a 381 unità vendute.

Tornando tra i marchi “big” del nostro Paese, niente male i numeri di Moto Guzzi, che ha chiuso l’anno con 1.737 moto vendute contro le 1.396 del 2015. Questo grazie al successo sul mercato di modelli come la V7 Stone (734) e la V9 Bobber (254), ai quali aggiungiamo i numeri delle sorelle V7 Special (193) e V9 Roamer (133).
Anche Benelli, nonostante la storiaccia del fallimento, è riuscita a chiudere l’anno in positivo, con un totale di 1.397 moto vendute contro le 905 dello scorso anno; ciò significa una percentuale di crescita superiore al 50%. A dar forza ai numeri della Casa di Pesaro sono state la BN302 (739 nel 2016, 393 nel 2015) e la sorellina BN251 (189). Siamo sicuri che anche la nuova Leoncino aiuterà il Marchio a far ancora meglio nel 2017!

...E QUELLE CON IL SEGNO MENO

Piccola flessione per Aprilia, che è passata dalle 2.564 unità vendute nel 2015 alle 2.441 del 2016 (scooter compresi); in ogni caso le moto di Noale più vendute si sono riconfermate la Dorsoduro 750 Factory (177) e la RSV4 1000 (11 Factory + 4 R + 111 RF/RR).
Male invece MV Agusta, che ha perso quasi il 50% rispetto al 2015; i numeri parlano infatti di 1.092 moto vendute nel 2016, contro le 1.531 del 2015. I buoni numeri fatti registrare dalla Brutale 800 (165 moto vendute + 74 nella versione ABS + 55 RR), dalla Dragster 800 (65 + 96 RR), dalla F3 800 (6 + 98 ABS), della Stradale 800 (89) e dalla Turismo Veloce (109 + 72 Lusso) non sono bastati dunque a risollevare le sorti dell’Azienda che da qualche mese a questa parte sta vivendo tempi difficili. Chissà se la nuova B3 800 RR riuscirà a riportare il segno positivo anche a Schiranna, sempre se la situazione aziendale si normalizzerà.

LE ITALIANE… DI NICCHIA

Restando nel nostro Paese, ci sono poi alcuni marchi molto amati dagli appassionati, ma con numeri di vendita decisamente esigui. Scorrendo la lista delle vendite notiamo alcune aziende che sono andate meglio rispetto all'anno scorso, altre invece no. Bimota ad esempio, nel 2016 ha venduto 11 moto (3 DB6 1100, 2 BB3, 2 DB5 S 1000, 1 DB7 1100, 1 DB9 Brivido e 2 Tesi 3D), contro le 4 del 2015; o Moto Morini che ha raggiunto quota 50 moto, soprattutto Granpasso 1200 (14) e Corsaro 1200 (10), contro le 18 del 2015.
Male invece Borile, che ha chiuso l’anno con 12 moto vendute (11 Multiuso 230 e 1 Multiuso 125), contro le 36 del 2015

IL SOL… CALANTE

Andiamo ad analizzare ora l’andamento delle quattro big giapponesi, considerando sia moto che scooter. Se Honda (15.527 due ruote vendute) e Yamaha (27.270) hanno avuto incrementi nelle vendite a doppia cifra (vicini al 20% Honda, quasi il 15% Yamaha), le cose non sono andate altrettanto bene per Suzuki e Kawasaki. Ad Hamamatsu a dir la verità non possono lamentarsi, infatti nel corso del 2016 c’è stato seppur lieve incremento delle vendite nel nostro Paese. I modelli Suzuki venduti sono passati infatti da 4.896 del 2015 a 5.025 del 2016, con la V-Strom 1000 best seller tra le moto (514 unità vendute) e l’Address 110 tra gli scooter (620).
Purtroppo non è accaduto lo stesso per Kawasaki, che ha chiuso l’anno appena trascorso con il segno negativo: le vendite sono passate infatti da 5.744 del 2015 a 5.231 del 2016. Ora si punta sui nuovi modelli 2017 presentati a Colonia e Milano per risollevare le vendite nel 2017.

EVERGREEN

Confrontando la Top 100 del 2016 con quella degli anni passati, notiamo che ci sono moto che sono sempre andate bene e che nell’anno appena trascorso hanno fatto ancora meglio: ad esempio le Honda NC750X (2.355 vs 2.292 del 2015) e CB500X (866 vs 567), le classiche Triumph, il cui migllior modello quest’anno ha conquistato il 15° posto della classifica con le 845 Street Twin vendute (contro le 835 Bonneville del 2015. Le Bonneville 1200 2016 sono state vendute in 757 esemplati totali: 573 T120 e 184 Thruxton), o le Harley-Davidson Iron 883 (820 vs 749) e Forty-Eight (686 vs 583), le BMW F 800 GS (637 vs 544).

BELLE… SULLA CARTA!

Poi ci sono quelle moto che ricevono una marea di consensi alle fiere, sulla carta e tra gli appassionati, ma poi in realtà fanno numeri di vendita non proporzionali all'entusiasmo con cui vengono accolte alla presentazione. In questa categoria potremmo inserire le supersportive (ne abbiamo parlato prima), nonché le maxienduro e le maxinaked più spinte. Ad esempio la Bestia KTM 1290 Super Duke R ha venduto solamente 289 unità contro le 306 del 2015 (ma è in arrivo il nuovo modello!), la BMW S 1000 RR 244 (263 nel 2015), o ancora la Ducati Monster 1200 R, che si trova in fondo alla Top 100 con 198 unità vendute, o la Aprilia Tuono V4 1100 RR che ha fermato il contatore a 177…

MERCATO AL VERDE

E il mercato dell’elettrico com’è andato nel 2016? Insomma… Di certo possono festeggiare il successo Energica e Zero Motorcycles: la prima ha venduto in Italia 11 Ego 45 contro la sola venduta nel 2015; la seconda 28 unità (la best seller è la Zero DS, 12 pezzi venduti) contro le 8 del 2015.
Male invece le cose in casa BMW: è andata al ribasso la vendita degli scooter BMW C Evolution, che dalle 109 unità vendute nel 2015, nell’anno appena trascorso ha venduto solamente 68 pezzi (ma da fine 2016 è in vendita la versione 2017 aggiornata). Stessa sorte per la KTM Freeride E, che da 12 è passata a 9 unità vendute (9 enduro e 3 motard), e per la Brammo Empulse, da 4 ad un’unica moto venduta. 
 

CLASSIFICA SCOOTER: I SOLITI NOTI

Tra gli scooter non è cambiato molto nella top five delle vendite rispetto al 2015. La testa della classifica è saldamente in mano alla famiglia Honda SH: comanda l’SH150 (8.586 pezzi venduti), l’SH300 ha soffiato però il 2° posto al fratello di 125 cc (8.392 – 7.890); in ogni caso i numeri totali della famiglia SH sono migliorati (da 22.101 pezzi a 24.868). Dietro al terzetto Honda non c'è più il Piaggio Beverly 300 (che è passato in quinta posizione, 4.421 unittà), ma il Kymco Agility R16 (4.960). Quasi 400 scooter venduti in più rispetto al 2015 anche per il Kymco Agility R16; quasi 1.500 in meno invece i Beverly 300.
 
Analizzando invece solamente i maxi scooter, sopra ai 500 cc, il best seller è rimasto ancora lo Yamaha TMax (che occupa la settima posizione generale) con 3.870 pezzi venduti, contro i 4.097 del 2015; in seconda posizione l’Honda Integra (2.143 vs 2.235) e terzo il BMW C 650 Sport (1.142 vs 650 del 638 Sport). Riuscirà il nuovo Kymco AK 550 ad insidiare le posizioni alte della classifica?

ALCUNE CURIOSITà SCOOTERISTICHE

Nella Top 100 scooter, il primo Peugeot si trova al 28° posto, si tratta del Tweet 125 (1.921 pezzi); il primo Aprilia è lo Scarabeo 100 4T (28°, 1.137 pezzi); il primo SYM è il Symphony 125: 37°, 795 pezzi. Dobbiamo scendere ancora di qualche posizione per trovare il primo LML, che è l’NV 125 (39°, 785 pezzi) e, poco più in giù, il primo Suzuki (Address 110, 46°, 620 pezzi). 

PUNTARE SUL TRE

Passiamo ai tre ruote. Il più venduto in Italia nel 2016 è stato lo Yamaha Tricity, che, come nel 2015, occupa la 26esima posizione in classifica con 1.245 pezzi venduti (1.093 nel 2015), ma la famiglia Piaggio MP3 si è difensa alla grande, con un risultato complessivo, per quanto riguarda quelli in Top 100, di 1.340 scooter, suddivisi tra MP3 300 LT (574 pezzi), MP3 300 Yourban (480), MP3 500 LT Yourban (154), MP3 300 LT (132) e MP3 500 LT (132). Fuori dalla Top 100 ci sono però altri 53 MP3, che portano il totale a 1.393. Diciamo che Yamaha e Piaggio giocano su fronti diversi: cilindrata ridotta, prezzo basso e target prettamente urbano per il Tricity; posizionamento premium per cilindrata, dotazioni e prezzo per gli MP3. Sono infine 102 i Peugeot Metropolis venduti e 41 i Quadro 350 (38 la versione D + 3 la S) ai quali si sommano gli 83 Quadro3; 76 invece i quattroruote Quadro4 venduti.  

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Ultime notizie news