2014-02-05 17:30:00 -
di Michele Perrino

Brammo Empulse: l’elettrica più veloce al mondo arriva in Italia

La naked elettrica americana è pronta a sbarcare anche nel nostro paese. Il modello 2014 della Empulse ha guadagnato nuovi colori e vanta molte componenti made in Italy. Sarà la moto elettrica di serie più veloce al mondo (177 km/h), almeno finché non arriva l’Energica Ego…
  • Espandi
  • Salva
  • Condividi
  • 1/30 La Brammo Empulse R e Shelina Moreda, pilota americana specializzata in gare per moto elettriche, dove ha usato anche l'italianissima CRP

    Brammo empulse: l’elettrica più veloce al mondo arriva in italia

    Noi di Motociclismo l’avevamo provata l’anno scorso in anteprima per l’Italia. La Brammo Empulse aveva stupito il nostro tester perché, nonostante il motore elettrico, sembrava di guidare una moto con tradizionale motore a scoppio (leggete le impressioni di guida del nostro Alessandro Torcolacci).
    Quest’anno arriveranno la Empulse e la Empulse R versione 2014, con due nuove colorazioni: oltre al rosso e al nero, c'è anche il giallo e l’argento (standard sulla R e optional sulla Empulse “base”). Prima di scoprire com'è fatta l'elettrica americana, gustatevi la gallery.

     

    L’ELETTRICA PIÙ VELOCE AL MONDO (PER ORA)

    Forte dei 177 km/h di velocità massima e dei 63 Nm di coppia (90 Nm la Empulse R) erogati dal suo propulsore elettrico, la Brammo Empulse detiene lo scettro della moto elettrica più veloce al Mondo. Un primato che è destinata a perdere, lo diciamo con orgoglio italiano, nel momento in cui uscirà Energica Ego (limitata a 240 km/h).

    Tra le caratteristiche peculiari della Empulse, il motore PMAC raffreddato a liquido (Parker GVM IPM per la R), il cambio a 6 velocità IET (progettato dalla italianissima S.M.R.E.), il caricatore on board da 3kW. Ma la naked americana vanta numerose altre componenti made in Italy: telaio, telaietto posteriore e forcellone, sono realizzati da Accossato; i cerchi sono Marchesini (su cui sono montate le ContiSportAttack2 di Continental), la forcella è una Marzocchi da 43 mm (completamente regolabile sulla R) i dischi e le pinze sono Brembo (all’anteriore con attacco radiale). Non è invece di fabbricazione italiana il monoammortizzatore posteriore, un Sachs (completamente regolabile sulla R).

     

    NON SOLO PRESTAZIONI

    Ad una moto elettrica si richiedono anche costi di utilizzo ridotti e la Brammo Empulse, in quanto a consumi, non delude. Il suo propulsore elettrico è infatti in grado di garantire, secondo la Casa, consumi equivalenti a 0,54 litri/100 km. L’autonomia dichiarata è di 206 km in città, 93 km in autostrada e 129 km nel ciclo misto. Le batterie della Empulse si caricano dal 20% all’80% in meno di due ore e la moto è fornita con un adattatore per poterla attaccare alla presa di casa.

    La naked Brammo sarà commercializzata in Europa ad un prezzo di 15.240 euro per la Empulse e di 17.640 per la Empulse R.

     

     

     

    Sposta