SPECIALE SALONE EICMA 2021
Tutte le novità Casa per Casa

Comparativa maxienduro: BMW al top nonostante il flop

Una fantastica divagazione fuoristrada conferma la leadership della GS. Che però inciampa in un inconveniente sorprendente per una moto di questo calibro (e di questo prezzo). A questo punto le sfidanti tornano in gioco e probabilmente la prova si deciderà su asfalto misto

Comparativa maxienduro: bmw al top nonostante il flop

Siamo letteralmente in alto mare. E non c’entra nulla quello di fronte alla spiaggia di Kuruta, sul versante occidentale del Peloponesso, dove abbiamo rischiato di affondare per colpa di qualche manovra un pochetto azzardata... Il fatto è che per il terzo giorno consecutivo una alternanza (ormai insopportabile ) di pioggia e di sole ci ha fatto viaggiare col solito asfalto bagnato o tutt’al più umidiccio. In queste condizioni ormai abbiamo le idee fin troppo chiare: BMW offre qualcosina in più delle altre, anche se l’elettronica di KTM è superiore e in sella a Honda e in particolare alla Triumph, a queste andature, si gode di un comfort di marcia semplicemente regale.


TUTTO PER QUALCHE SPRUZZO...
In attesa di una bella strada tutta curva e un sole tiepido a scaldare un asfalto liscio come un biliardo, oggi ci siamo concentrati anche sull’off road: ci siamo tuffati nella sabbia dopo aver già spremuto le moto anche su sterrato (cliccate qui per la gallery). Indovinate un po’ chi ha convinto più di tutti? Nessun dubbio: anche qui la GS detta legge. La maggior parte dei tester (tra cui anche i più esperti di noi in fuoristrada, come Angelo Barbiero e Francesco Catanese) la considera la più facile, efficace ed equilibrata. Ma la cavalcata greca della GS oggi è stata macchiata in maniera importante: lasciata la spiaggia di Kuruta, ai comandi della BMW è successo di tutto. Non era più possibile disattivare le quattro frecce di emergenza, intervenire sui riding mode, spegnere o modificare l’intensità delle manopole riscaldate. Insomma tutto bloccato, sia a destra sia a sinistra, solo per qualche spruzzata d’acqua mista a sabbia.

 

NON LE CHIAMANO FORSE ADVENTURE?
Abbiamo forse esagerato? Una divagazione del genere, peraltro senza nessuna caduta, non può certo considerarsi troppo estrema per delle moto che dichiarano apertamente  di avere un carattere “Adventure”. E poi nessuna delle altre sette concorrenti, sottoposte allo stesso stress, ha mostrato alcun problema. Basterà questo a far scendere la GS dal gradino (per ora solo virtuale) più alto del nostro podio? Lo scopriremo da domani, dove andremo a caccia di sole e di curve anche a costo… di cambiare Stato!

LE PROTAGONISTE

SEGUITE LA COMPARATIVA

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA