BMW S 1000 XR 2020: come va, pregi e difetti

Abbiamo messo alla prova la nuova versione della muscolosa crossover bavarese, che si presenta con ciclistica completamente rivista, dotazione di serie al top e motore derivato da quello della sorella sportiva S 1000 RR. Ecco le prime impressioni di guida della BMW S 1000 XR 2020

1/77

BMW S 1000 XR 2020

1 di 3

In versione 2020 la S 1000 XR si presenta più leggera, più tecnologia e più prestazionale rispetto al passato, grazie alla ciclistica completamente rivista, una dotazione di serie al top e al motore derivato da quello della sorella sportiva S 1000 RR. In questa configurazione il 4 cilindri in linea di 999 cc è in grado di erogare una potenza di 165 CV a 11.000 giri/min. con un picco di coppia massima di 114 Nm a 9.250 giri/min. Cambia anche l’estetica della moto, più moderna.

Per tutti i dettagli e le caratteristiche tecniche di questo nuovo modello vi rimandiamo al nostro articolo di presentazione, ora è arrivato il momento di salire in sella. Nelle pagine successive trovate le prima impressioni di guida, con i pregi e i difetti della S 1000 XR 2020, e il prezzo.

1/83

BMW S 1000 XR 2020

Che cosa si prova in sella alla S 1000 XR? Sembra di essere seduti su un elastico perennemente in tensione, capace di scattare con una rapidità fulminante ad ogni rotazione della manopola del gas. E a qualunque regime. Anche con una sportiva è così, obietterete voi. È vero, ma quale hypersport o maxinaked accoglie il fondoschiena del pilota con il comfort di una GT? E per di più senza gli ingombri di una maxitorurer: stringiamo infatti fianchi ancora più sottili che in passato, dietro una carena più larga e protettiva; siamo anche seduti un paio di centimetri più vicini al manubrio, migliorando così l’ergonomia e la dinamica, leggermente più carica sull’avantreno. A livello di comfort, quindi, è migliorata. Con il semplice gesto di una mano, anche in movimento, si alza il parabrezza e così nemmeno una turbolenza rende affaticante il nostro viaggio. E con la stessa naturalezza con cui macina chilometri ad alta velocità, la XR sa divorare curve in maniera efficace e disarmante. Le migliorie alle sospensioni elettroniche fanno sentire i loro benefici digerendo qualunque asperità e adattandosi al peso e allo stile di guida del pilota. La riduzione delle masse non sospese (ruote e forcellone) si avverte appena la strada si contorce in un’invitate serie di curve, che la S 1000 XR incide con la precisione di un bisturi. Le traiettorie si stringono col pensiero e se per un istante distogli lo sguardo dalla strada per buttare l’occhio alla strumentazione (che è strepitosa per completezza e leggibilità), allora ti accorgi che stai andando fortissimo. Più forte di quanto immaginassi: con questa BMW viene tutto talmente facile che anche il pilota più tranquillo si trova a divorare tornanti con la rapidità di uno smanettone.

Il motore è talmente elastico e “pieno” a tutti i regimi da poter trotterellare con un filo di gas nel traffico o in città; ma concede pure di tenere una marcia anche per un’infinità di chilometri tra le curve, dimenticandosi del cambio. Che pure è fantastico: il quickshifter bidirezionale è preciso e immediato, spara dentro le marce in accelerazione con la rapidità di una mitragliatrice, mentre in scalata fa ringhiare il motore senza il minimo contrasto. E in frenata? Gradualità e potenza definiscono staccate millimetriche o dolci decelerazioni, a piacimento. Resta ancora una corsa alla leva un po’ lunga, ma nulla di davvero fastidioso.

Troverete il test completo della BMW S 1000 XR 2020 su Motociclismo di marzo, in edicola nei prossimi giorni.

1/15

BMW S 1000 XR 2020 - le foto del test

La nuova BMW S 1000 XR è disponibile in due varianti cromatiche, Ice Grey e Racing Red/White Aluminium; il suo prezzo parte da 17.600 euro c.i.m.* per la colorazione grigia, servono 370 euro in più per il rosso.

Cresce il prezzo più rispetto al modello precedente, a fronte però di una moto completamente aggiornata, con una dotazione di serie più ricca. Di serie ora troviamo anche Dynamic ESA (Electronic Suspension Adjustment), strumentazione TFT a colori da 6,5​“, fari full LED Hill Start Control Pro, cambio elettronico Shift Assistant Pro up&down e ABS Pro con DBC (Dynamic Brake Control).

*: il prezzo presente in questo articolo è da considerarsi con la formula "chiavi in mano", comprensivo di "messa in strada" e, come da tradizione BMW, del primo tagliando.

1/11

BMW S 1000 XR 2020

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Ultimi articoli