BMW R 1250 RS: nuovo motore, nuovo look

La sport tourer BMW non solo ospita il nuovo boxer bicilindrico a fasatura variabile da 1250 cc, ma in versione 2019 la R 1250 RS viene anche rinfrescata nella linea. Ecco i dettagli e le foto
1/31 BMW R 1250 RS 2019

1 di 5
Se per la R 1250 R 2019 la novità principale è rappresentata dal motore, nel caso della R 1250 RS il discorso è diverso. La sport tourer BMW con i semi manubri, oltre al bicilindrico boxer a fasatura variabile di 1.254 cc (qui trovate la storia del motore boxer), riceve un aggiornamento stilistico importante per quanto riguarda il frontale: la RS abbandona la striscia a LED verticale e il fanale asimmetrico per lasciare spazio ad una piccola presa d’aria centrale e ad un doppio fanale simmetrico. Il risultato è un frontale più sportivo, che si allarga leggermente nella zona del manubrio per fornire più protezione aerodinamica al guidatore. Tolte la nuove semicarenature anteriori, la R 1250 RS rimane fedele alla versione 1200 presentata tre anni fa: telaio, serbatoio e il resto della moto è pressoché uguale. Però, a spuntare davanti agli occhi del guidatore è un nuovo display TFT da 6,5 “.

Nuovi anche i colori: di serie c’è la vernice Black Storm Metallic mentre optional sono presenti altre tre tinte speciali.
1/18 BMW R 1250 RS 2019
Nonostante un look rivisto, anche nel caso della RS, proprio come per la naked R, i cambiamenti nelle dimensioni sono solamente atti ad ospitare il nuovo motore. Il peso sale a 243 kg, 7 kg più alto in rispetto alla moto che sostituisce, mentre l’altezza della sella da terra passa da 79 cm a 82 cm. Per quanto riguarda freni, telaio e sospensioni la RS rimane la stessa mentre il cuore cambia completamente. Il nuovo motore boxer bicilindrico vanta una cilindrata di 1.254 cc (prima: 1.170 cc), alesaggio e corsa sono ora di 102,5 e 76 mm (prima: 101 e 73 mm), la potenza erogata è di 136 CV a 7.750 giri/min e la coppia massima pari a 143 Nm a 6.250 giri/min (prima 125 CV a 7.750 giri/min e 125 Nm a 6.500 giri/min). Si tratta del motore boxer BMW più potente mai prodotto in serie (è lo stesso che troviamo anche sulla R 1250 GS 2019). Oltre alla potenza massima incrementata cambia anche l'erogazione della coppia: nell’arco di regime da 2.000 a 8.250 giri è disponibile costantemente una coppia di oltre 110 Nm; tra 3.500 e 7.750 g/min sono disponibili oltre 120 Nm.

Il cuore della tecnologia Shift Cam è costituito da un albero a camme d’aspirazione monoblocco, che per ogni valvola da azionare dispone di due camme: una camma di carico parziale e una camma di carico pieno, aventi ciascuna un profilo diverso. Mentre la camma di carico parziale è stata progettata per influire sull’ottimizzazione dei consumi e la fluidità di marcia, la camma di carico pieno punta a ottimizzare la potenza. Grazie a uno spostamento assiale dell’albero a camme di aspirazione, le valvole di aspirazione vengono azionate o dalla camma di carico parziale o dalla camma di carico pieno in funzione del carico e del regime. Lo spostamento assiale dell’albero a camme di aspirazione, e con esso l’intervento della camma di carico parziale o della camma di carico pieno, avviene attraverso una scanalatura sull’albero a camme e tramite un attuatore elettromeccanico.
Il pacchetto elettronico della R 1250 RS cresce grazie alla presenza del Connectivity Pack abbinato al display TFT da 6,5”. Di serie sono presenti due mappature per il motore, il sistema di controllo automatico della stabilità ASC, la funzione Hill Start per le partenze su strade con pendenze accentuate ed il collaudato ABS di BMW.

Se si vuole donare al pacchetto elettronico della RS un livello ancora più alto, BMW offre le “Riding Mode Pro” che includono le mappature Dynamic e Dynamic Pro, quest’ultima interamente regolabile. Il tutto è associato al Dynamic Traction Control DTC e alle sospensioni elettroniche ESA di nuova generazione, che permettono alla R 1250 R di adattarsi a qualsiasi strada e situazione. Come optional sono presenti anche l’ABS Pro con funzione “cornering” ed il Dynamic Brake Control DBC che elimina ogni minima apertura del gas durante la fase di frenata. Il cambio elettronico, optional, funziona in salita ed in scalata di marcia. Nella lista degli optional compare l’Intelligent Emergency Call, un pulsante presente sul manubrio della moto per chiamare i soccorsi in caso di necessità.

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA