Valentino Rossi: “L’errore di Bradl mi ha fatto perdere il podio”

Mentre Marquez si gode la tripletta, ai suoi avversari non resta che accontentarsi di arrivargli vicino. La doppia interpretazione delle gare di Pedrosa, Lorenzo e Rossi; i problemi di Dovizioso; la soddisfazione di Iannone

Valentino rossi: “l’errore di bradl mi ha fatto perdere il podio”

È stata una gara divertente, quella della MotoGP sulla nuova pista argentina di Termas de Rio Hondo (qui il report e la gallery), fatto sta che davanti c’è sempre Marquez (per lui terza vittoria consecutiva dopo altrettante partenze in pole: eguagliato il record di Agostini del 1971) e a inseguirlo sono sempre i soliti tre. Ci aspettavamo di più da Dovizioso, invece abbiamo trovato uno Iannone convinto e convincente; Valentino si aspettava di più invece, dice, ha trovato Stefan Bradl sulla sua strada. In attesa della prossima gara, che sarà subito questo week end a Jerez, ecco le dichiarazioni dei protagonisti del GP di Argentina.

 

Ricordate che è già aperta la nuova sessione di FantaMOTOCICLISMO, il nostro gioco riservato ai super esperti di MotoGP e SBK: indovinate le prime 5 posizioni di ogni gara e, a fine stagione, il migliore di voi diventa tester di Motociclismo per un giorno. Cliccate qui per saperne di più e sul pulsante arancione per partecipare.

 

 

Marc Marquez

Sono contento di come è andato tutto il fine settimana e voglio ringraziare la mia squadra. per questa vittoria in Argentina, è la prima volta che si veniva qua ed è sempre un po’ speciale. Penso che sia stata una gara divertente per i tifosi, con molti sorpassi e non me l’aspettavo. Era divertente, ma era troppo rischioso, ma penso che abbiamo fatto una bellissima gara. Quando ho visto la distanza che avevo da Jorge Lorenzo, ho cercato di prenderlo in fretta, poi ho fatto un paio di giri dietro di lui e quando ho visto che Dani si stava avvicinando, l’ho passato per avere del margine. Questi 25 punti sono molto importanti così come le tre vittorie consecutive ma ora andremo a Jerez dove Dani e Jorge sono sempre andati forte.

 

Dani Pedrosa

Mi sono divertito in questa gara, ma ho perso troppo tempo all'inizio. Non pensavo ci potesse essere così tanto distacco dai primi due, Lorenzo e Marquez, all’inizio. Mi sono addormentato lì nel gruppo, ma anche dopo averlo passato, non sono riuscito a prendere subito ritmo, ho avuto bisogno di tanti giri per essere veloce e verso la fine ero molto veloce, ho preso Lorenzo, ma Marquez era già troppo distante. Peccato per l’inizio, ma sono contento per la performance e speriamo di andare meglio alla prossima per cercare di vincerla. Durante gli ultimi giri avevo un buon ritmo ma difficilmente avrei potuto fare meglio. Sono contento perché sono arrivato secondo, ma non avrei potuto lottare per la vittoria. Fortunatamente abbiamo trovato un buon set-up che ci ha permesso di essere più competitivi.

 

Jorge Lorenzo

Sono davvero felice, questo è probabilmente il terzo posto più dolce nella mia carriera in MotoGP, che arriva dopo due gare difficili. Abbiamo dimostrato che anche se non siamo nella nostra forma migliore, possiamo lottare con le Honda arrivare sul podio. Voglio migliorare la mia condizione fisica ancora e anche la moto e quando arriverà il momento, saremo pronti per vincere le gare.

 

Valentino Rossi

Avevo il potenziale e il passo per lottare con i tre davanti e andare a podio. Purtroppo ho fatto un errore nei primi giri e ho perso un po’, poi c’è stato l’errore di Bradl che mi ha fatto perdere ancora di più. È arrivato a frenare troppo sotto e mi ha spinto fuori pista, così ho perso due secondi in quel giro e quindi il podio.

 

Stefan Bradl

Considerando la caduta in qualifica di ieri e la nona posizione in griglia credo che possiamo essere soddisfatti del risultato. Sapevo che avevamo bisogno di una ottima partenza dalla terza fila e l’ho fatta. Il primo giro è stato davvero folle ma dopo ho fatto la mia gara cercando di competere con il gruppo di testa. Siamo stati forti in staccata ed abbiamo potuto duellare con gli altri piloti ed è stato divertente. Nel finale di gara non ho potuto raggiungere le velocità dei piloti davanti per qualche piccolo problema all’anteriore così ho preferito rimanere calmo e finire la mia gara in una sicura e buona posizione.

 

Andrea Iannone

Sono molto contento di come è andata la gara, ho spinto forte da subito e avevo intenzione di stare nel gruppo di testa, purtroppo fra l’ottavo e il decimo giro sono stato costretto a rallentare a causa del decadimento degli pneumatici. Ho sempre più feeling con la moto e lavoro sempre meglio con la mia squadra. Ringrazio  tutti quanti per l’ottimo lavoro svolto in questo fine settimana in Argentina e la Ducati per tutto il supporto che mi dà.

 

Bradley Smith

Bella sfida, ma in generale sono contento di essere finito ancora in una posizione decente. Purtroppo non ho fatto la partenza ideale e la gara si è svolta come ad Austin. Alla fine il miopasso era giusto per dove avrei voluto essere (facevo 1,40), ma come al solito ho dovuto lottare nella prima metà di gara, con la moto pesante per il pieno di benzina. È una cosa che mi accade su piste diverse, diversi setup e diverse gomme, quindi sembra che sia una cosa a cui mi dovrò adattare. Semplicemente non riesco ad avere la stessa velocità in curva e la stessa morbidezza che ho alla fine della gara. Ma abbiamo idee e ci lavoreremo sopra a Jerez, perché io so di esservi in termini dii prestazione. Io e il team stiamo facendo un buon lavoro, dobbiamo solo trovare quel pezzettino mancante, per provare a centrare il nostro obbiettivo a Jerez: essere il miglior team satellite della MotoGP.

 

Pol Espargaro

Non una brutta gara, ma certamente l’ottavo posto non è quello che vorrei, specialmente perché nel warm up avevo avuto davvero un bel feeling e un buon ritmo. Ma all’inizio della gara non ho avuto le stesse sensazioni, forse per via del serbatoio pieno, facevo fatica a manovrare la moto nelle curve veloci. Quindi non sono partito bene e i primi giri sono stati difficili, e mi sono ritrovato solo dopo poche tornate. Più tardi, ho cercato di stare con Bradley, ma lui andava sempre più forte e io non avevo la giusta confidenza con la gomma posteriore, quindi ho deciso di non spingere di più rischiando di cadere. La cosa positiva è che comunque a fine gara andavamo bene, eravamo più forti, avvicinandoci ai piloti davanti a noi. Sto sempre imparando, dobbiamo avere pazienza, vivere le gare ad una ad una e continuare a lavorare. Fortunatamente tra pochi giorni sarò ancora in moto, a cercare un risultato migliore nella lotta tra le moto satellite.

 

Andrea Dovizioso

È stata una gara molto dura, e sinceramente non mi aspettavo che andasse cosi. Sono stato un po’ sfortunato perché ho anche avuto un problema al motore, con un trafilamento d’olio che ha fatto perdere un po’ di potenza. Credo poi di aver fatto una scelta sbagliata per la gomma anteriore perché non potevo assolutamente frenare e mettere pressione sulla ruota davanti, né in frenata né in percorrenza, ed ero veramente lento in tutto l’inserimento. Una gara un po’ storta insomma, però è la conferma che dobbiamo ancora migliorare molto per poter stare davanti con gli altri.

 

Hiroshi Aoyama

La gara è stata dura. Avevamo molti dubbi sulla durata delle gomme in questa pista nuova, ma sono felice di aver finito la gara come miglior pilota in sella alle Open. Nell’ultimo terzzo di gara avevo le gomme finite, ma immagino fosse così per tutti. Mi sono divertito, risalendo da dietro alla fine della gara ho duellato con Hernandez e Nicky e ci siamo scambiati più volte le posizioni. Sono contento di averli passati tutti e di essere arrivato 10°. All’inizio dell’anno per me era tutto nuovo, ma da quando sono col team DRIVE M7 Aspar sono cresciuto molto e sono contento che questo risultato ci ripaghi del lavoro. Ora sono gasato, spero di continuare così la prossima settimana.

 

Nicky Hayden

Mi sono proprio divertito, anche se ovviamente mi sarebbe piaciuto battere il mio compagno di squadra e raggiungere una miglior posizione finale. A inizio gara non avevo un buon feeling con l’avantreno. Il problema è che avevamo passato il week end cercando grip sul posteriore in conseguenza del continuo miglioramento della pista, solo che la tanta aderenza dietro ha fatto sì che la moto “”spingesse” sul davanti. Ma non credo di essere stato l’unico a cui è successo. Ho fatto fatica a trovare il passo e a risalire posizioni, perché non frenavo bene, ma poi ho cominciato a sentirmi sempre meglio col prosieguo della gara e sono riuscito a fare sorpassi. Nell’ultimo giro Hiroshi si è fatto sotto e andava meglio nella sezione del rettilineo posteriore. Ho fatto un largo e mi ha passato… Sarebbe stato bello finire come il miglior pilota della Open, ma Hiroshi se l’è meritato: la prossima volta starò più attento. In definitiva il week end non è andato ale, abbiamo fatto un gran lavoro e sono soddisfatto.

 

Yonny Hernandez

Sono contento del risultato, ho combattuto di nuovo per la top-ten. Negli ultimi giri della corsa ho sofferto il cedimento delle gomme perdendo due posizioni. Ho sentito molto il supporto dei miei fan qui in Argentina e li voglio ringraziare tutti. Grazie alla squadra e in particolare a Francesco e Giacomo Guidotti che mi stanno aiutando a migliorare sempre di più.

 

Scott Redding

È stata una gara difficile, non avevo il giusto feeling con la gomma anteriore a causa del poco grip e di conseguenza in frenata non riuscivo a fermare la moto. Avevo già avuto qualche problema durante il warm up, ma in gara la situazione è peggiorata, spesso arrivavo lungo in curva e di fatto non riuscivo a superare. Sono deluso, perché ho perso mezzo secondo rispetto al ritmo che riuscivo a tenere nel warm up e quindi questo problema ha finito per rovinare la mia gara. In aggiunta, non mi sentivo benissimo fisicamente, per un po’ di raffreddore, che mi ha debilitato leggermente. Peccato: avevamo una buona chance per ben  figurare.

 

Aleix Espargaro

Sono molto dispiaciuto per la caduta Devo migliorare il mio feeling con la moto in avvio di gara quando il serbatoio è ancora pieno. In questa fase soffro molto e lo sterzo tende a chiudersi improvvisamente. Mi sono trovato a terra senza riuscire a fare nulla. È davvero un peccato perché avevamo fatto un buon lavoro, il passo di gara era ottimo e potevo chiudere tra i primi cinque. A Jerez spero di tornare forte, voglio fare una bella gara.

 

Michele Pirro

Un risultato deludente, dopo che ero finalmente riuscito a trovare un buon feeling con la moto durante il warm-up. In gara purtroppo ho fatto parecchi errori e ho perso contatto con il gruppetto che andava dal decimo al quindicesimo posto. Peccato, perché i miei tempi verso la fine erano molto vicini ai loro. Adesso spero di riuscire a fare un salto di qualità a Jerez la prossima settimana.

 

Colin Edwards

Non è stata una gara facile. Non riesco a guidare questa moto come vorrei, non riesco ad essere rilassato e a spingere al massimo. Ieri avevo trovato un buon assetto, ma oggi ho faticato molto. Dobbiamo continuare a lavorare, analizzare i dati e provare nuove soluzioni. Grazie al mio team per il gran lavoro.

 

Alvaro Bautista

Non so veramente cosa dire, sono molto dispiaciuto per com’è andata a finire. È un vero peccato, perché avevo buone sensazioni in vista della gara. L’unica cosa che possiamo fare, ora, è continuare a lavorare sodo come abbiamo sempre fatto. Speriamo di poter invertire la tendenza già tra una settimana, a Jerez.

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA