Ducati Panigale V4 S 2020: come va, pregi e difetti

Dopo aver provato la Ducati Panigale V4 S 2020 tra i cordoli del Bahrain International Circuit vi raccontiamo le nostre prime impressioni di guida e vi sveliamo pregi e difetti della nuova supersportiva di Borgo Panigale

1/57

1 di 3

La versione 2020 della Ducati Panigale V4 si presenta con una serie di modifiche ad aerodinamica, ciclistica, controlli elettronici e mappatura del sistema Ride by Wire, mirate ad aumentarne le prestazioni. Ora la Panigale V4 è equipaggiata con contenuti ereditati dalla V4 R, come il pacchetto aerodinamico con le “alette”, il telaio “Front Frame”, e le strategie EVO 2 del DTC e del DQS up/down. Invariato il motore, il Desmosedici Stradale di 1.103 cc: un V4 di 90° a distribuzione Desmodromica con albero motore controrotante e l’ordine degli scoppi “Twin Pulse”. Si tratta di un motore in grado di erogare una potenza di 214 CV a 13.000 giri/minuto e con un picco di coppia di coppia di 124 Nm a 10.000 giri/minuto. Per la Panigale V4 2020 è stata però sviluppata una nuova mappatura del sistema Ride by Wire. Gli interventi alla ciclistica includono modifiche al setup delle sospensioni.

Oltre alla versione "base", la più ricca versione “S” è equipaggiata con cerchi a 3 razze forgiati in lega di alluminio e sospensioni Öhlins a controllo elettronico event based (forcella NIX-30, ammortizzatore TTX36 e ammortizzatore di sterzo sempre Öhlins), basate sul sistema Öhlins Smart EC (Electronic Control) di seconda generazione. Questo sistema sfrutta tutte le potenzialità offerte della piattaforma inerziale ed è caratterizzato, tra le altre cose, dalla nuova interfaccia di regolazione OBTi (Objective Based Tuning Interface).

Per tutti i dettagli tecnici sulla nuova Ducati Panigale V4 2020 vi rimandiamo al nostro articolo di presentazione, ora è il momento di salire in sella. Nella pagina successiva, direttamente dal Bahrain International Circuit, vi raccontiamo le prime impressioni di guida, con i pregi e i difetti della moto.

1/35

Ducati Panigale V4 S 2020

Con la prima Panigale V4, Ducati ha creato una moto potentissima, velocissima ed estremamente performante, fruibile da piloti di qualunque livello grazie all'elettronica. Miracolo dei nostri giorni: selezioni il riding mode adatto alla tua abilità e ti trovi tra le mani una supersportiva tagliata sulle tue esigenze. Le varie impostazioni di erogazione, risposta al gas e livelli dei controlli possono davvero cambiare volto alla nostra compagna di scorribande tra i cordoli, e la "vecchia" V4 è forse il miglior esempio. Amichevole e facile con le giuste impostazioni, diventa un mostro di brutalità se si lascia la meccanica libera di esprimersi. In mezzo, tutte le sfumature intermedie.

Con la V4 e V4 S 2020, Ducati la lavorato nuovamente nella direzione della facilità, ma percorrendo una strada differente. Non quindi "sedare" la meccanica tramite l'elettronica per renderla adatta a chiunque, ma piuttosto migliorarne l'equilibrio generale, così da permettere a chiunque (soprattutto i piloti "normali", non professionisti) di andare più forte con un minor ricorso agli aiuti di guida. Missione riuscita. I passi avanti fatti sono molti e, insieme, danno forma a una V4 dal carattere decisamente più affabile, anche e soprattutto quando si riduce l'intervento dell'elettronica. La risposta al gas più gentile migliora il feeling da centro curva fino al cordolo esterno, quando ti metti in carena, e da qui in poi hai una protezione aerodinamica infinitamente migliore rispetto al passato. Il cambio è parecchio più veloce nel passaggio alle marce più lunghe - che vengono sempre divorate con la febbrile, inconfondibile cattiveria di un V4 di derivazione MotoGP - e la tendenza a impennare è decisamente minore, a vantaggio dell'accelerazione e della dolcezza dell'intervento dell'antiwheelie (i controlli funzionano benissimo come in passato, ma l'erogazione più dolce li fa sembrare ancora più a punto, perché sono richiesti interventi meno netti).

La taratura delle sospensioni è più permissiva verso i trasferimenti di carico, a vantaggio del feeling nelle varie fasi di guida e della neutralità dell'assetto, sia dove l'asfalto è buono sia dove non lo è: prima dovevi saperti muovere con perizia, in sella, per tirare fuori il meglio dalla moto; ora ti viene perdonato molto di più. In particolare, ci sembra migliorato il feeling con l'avantreno in inserimento e percorrenza. Forse si è persa una goccia di reattività nella rapidità ad andare alla corda e nel cambiare direzione ma in curva la sensazione di fiducia, che permette di "portare" molta velocità di percorrenza, è davvero, davvero elevata.

Troverete il test completo della nuova Ducati Panigale V4 S 2020, con interviste e approfondimenti, su Motociclismo di febbraio, in edicola a fine mese.

1/21

Ducati Panigale V4 S 2020 - foto dal press test al Bahrain International Circuit 

Per portavi a Casa la Panigale V4 S 2020, disponibile solo nella livrea Ducati Red con telaio Dark Grey e cerchi neri, servono 29.040*. La dotazione di serie include:

- Pacchetto aerodinamico by Ducati Corse.

- Motore Desmosedici Stradale, 1.103 cc.

- Nuova logica ride-by-wire.

- Telaio “Front Frame” con specifiche Ducati Corse.

- Telaietto anteriore in magnesio.

- Sospensioni ed ammortizzatore di sterzo con sistema Öhlins Smart EC 2.0.

- Forcella Öhlins NIX-30 con nuova taratura.

- Ammortizzatore Öhlins TTX 36 con nuova taratura.

- Ammortizzatore di sterzo Öhlins.

- Pacchetto elettronico di ultima generazione con piattaforma inerziale a 6 assi: ABS Cornering EVO; Ducati Traction Control (DTC) EVO 2; Ducati Slide Control (DSC); Ducati Wheelie Control (DWC) EVO; Ducati Power Launch (DPL); Ducati Quick Shift up/down (DQS) EVO 2; Engine Brake Control (EBC) EVO.

- Pulsanti per cambio rapido dei livelli.

- Riding Mode (Race, Sport, Street).

- Serbatoio in alluminio da 16 litri.

- Cruscotto full-TFT da 5”.

- Proiettore full-LED con DRL.

- Sella con logo V4.

- Configurazione biposto a corredo.

- Impianto frenante con pinze monoblocco Brembo Stylema.

- Pneumatici Pirelli Diablo Supercorsa SP con posteriore 200/60.

- Predisposizione per Ducati Data Analyser+ GPS (DDA+ GPS), Ducati Lap Timer GPS (DLT GPS) e Ducati Multimedia System (DMS).

- Cerchi Marchesini forgiati in alluminio con colorazione total black,

- Batteria agli ioni di litio.

- Manopole sportive.

*Il prezzo presente in quest’articolo è da considerarsi con la formula “chiavi in mano”, comprensivi di “messa in strada”, che Motociclismo quantifica in 250 euro.

1/35

Ducati Panigale V4 2020

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Ultimi articoli