Bellezze in fiera, test novità, la Himalayan, Stoner e il poliziotto

Motor Bike Expo 2016 ha dominato con special, ragazze, sondaggi, report e video, ma è stata anche una settimana di cliccatissime prove: Yamaha XSR900, MV Agusta Brutale 800, XDiavel S. Risultati top anche per la nuova crossover Royal Enfield, il ritorno di Stoner in Ducati e il video di un esagerato poliziotto americano 

Vince la fiera

Eccoci all’immancabile appuntamento coi pezzi più letti della settimana su Motociclismo.it. La parte del leone l’ha fatta - e non era difficile da prevedere – la massa di materiale che abbiamo pubblicato su Motor Bike Expo 2016: resoconti, video, gallery di moto e ragazze… Una fonte inesauribile di click! Inutile selezionare gli argomenti più apprezzati, facciamo prima a ricordarli tutti.
1/80 Le ragazze di Motor Bike Expo 2016: stand BMW

La figlia più veloce, la naked iconica, la falsa cruiser

L’evento fieristico veronese si è chiuso la domenica ma la cosa lunga si è fatta sentire forte durante tutta la settimana. Che però è vissuta anche e soprattutto di test e prove ospitate in anteprima sul sito ma tutte destinate a formare l’ossatura del ricco numero di febbraio di Motociclismo. La prima novità provata è stata la Yamaha XSR900, seguita a metà settimana dalla nuova MV Agusta Brutale 800 ( test, foto e video col sound) e infine dalla test Ducati. Lo abbiamo detto: trovate tutti i test approfonditi su Motociclismo di febbraio (la Brutale a marzo), insieme a quelli della Triumph Speed Triple R e del Piaggio Liberty 125.

L’indiana che non ti aspetti

Come sempre, ogni volta che si fanno anticipazioni su moto non ancora entrate in produzione, il contatore dei click si infiamma. È regolarmente successo per la presentazione dell’inedita crossover indiana Royal Enfield Himalayan, una moto che segna un deciso passo avanti per la produzione della Casa di Chennai e di cui vi abbiamo spiegato la tecnica a suo modo innovativa e mostrato foto e video.

Il look divide, la tecnica stuzzica

Ma anche la Yamaha MT-10 ha - per l’ennesima volta - dimostrato che la novità tira sempre. Nel suo caso, a dire la verità, è in atto un forte dibattito riguardante il design e sul web abbondano le critiche feroci, le battute sarcastiche e le solite ricette da maghetti dei social tipo “perfino io l’avrei fatta più bella”. Ma la MT-10 dimostra anche l’altra aurea regola della comunicazione: “parlatene bene, parlatene male, basta che ne parliate”. A maggior ragione se l’argomento non è il design ma la tecnica: abbiamo svelato in anteprima i dati di potenza, coppia e peso che la Casa ancora non ha ufficialmente dichiarato, e per qualche giorno le statistiche hanno premiato la nuova maxi naked derivata dalla R1.

Il ritorno del canguro mannaro

Fin dalla notizia che Casey Stoner sarebbe tornato in sella alla Ducati MotoGP, è cominciato il conto alla rovescia in vista del primo impegno ufficiale, nei test privati di Sepang immediatamente precedenti a quelli IRTA di febbraio. Poi il momento per l’australiano di salire in sella alla Desmosedici è arrivato e il pubblico l’ha seguito con grandissimo interesse, portando in pochissimo tempo al top delle classifiche i nostri articoli coi risultati dei test e i video, e foto e le dichiarazioni.
Stoner è andato così bene che il prossimo passo sarà quello di scendere in pista insieme ai piloti ufficiali, in uno dei tre giorni dei test ufficiali in Malesia (1-3 febbraio): state connessi.

Il poliziotto violento e le acrobazie in moto nel deserto con le “monsterine”: tutto fa click

Chiudiamo la rassegna segnalando che uno degli articoli Top Of The week questa settimana è il… Top Of The Week della settimana scorsa! Questo grazie soprattutto al richiamo del bellissimo video by Monster Energy intitolato “Doonies2”: 8,34 minuti di acrobazie nel deserto con ogni tipo di mezzo a motore, il tutto incorniciato dalla bellezza esplosiva delle ragazze in verde e nero.
Infine un video che racconta una vicenda che ha fatto molto parlare di sé: un poliziotto americano si rende colpevole di abuso di potere verso un motociclista, ma questo non ci sta e gli fa causa. E vince, vedendo il poliziotto condannato ad un maxi risarcimento. Cliccate qui per il video del fattaccio e i dettagli sulla sentenza.
 
Cliccate sui link per rileggere gli articoli e rivedere foto e video

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA