Nuove Cyclone RC401 e RX401

Il Marchio cinese allarga la propria offerta con nuove bicilindriche da 400 cc. Si tratta di una sportiva e di una crossover

1/21

La cinese Cyclone Motorcycles è in procinto di lanciare sul proprio mercato interno ben due prodotti di medio-piccola cilindrata. Si chiamano RC401 e RX401 e sono rispettivamente una sportiva e una crossover, entrambe realizzate intorno a un motore bicilindrico frontemarcia raffreddato a liquido, che dovrebbe mettere a disposizione del pilota 40-45 CV.

Guardando l’immagine, entrambe le Cyclone sono dotate di forcella a steli rovesciati, pinze tradizionali e due dischi per l’impianto frenante anteriore e gruppi ottici a LED.

Come spesso accade, molto probabilmente telaio e forcellone saranno gli stessi per entrambe le moto, che si differenzieranno soprattutto per le dimensioni delle ruote (da 17” per la sportiva, 19”-17” per la crossover) e, ovviamente, per destinazione di utilizzo.

A ottobre 2021 Cyclone ha anche presentato la intrigante RX850, sorella maggiorata della RX650 vista l’anno precedente: entrambe sono delle crossover spinte da motori bicilindrici Norton (su cui hanno i diritti di costruzione) che, per ora, non arriveranno in Europa, nonostante il design e la dotazione tecnica fanno pensare che prima o poi anche queste approderanno nei nostri mercati.

Per chi non lo sapesse, la Cyclone è una costola della più grande casa madre Zongshen, il marchio “premium” dell’ennesimo colosso orientale nel campo delle due ruote, un po’ come lo sono Voge per Loncin, Benelli per QianJiang (di cui è proprietaria), SWM per Shineray o Zontes per Guangdong Tayo Motorcycle, giusto per fare alcuni esempi.

Tralasciando tutti gli altri produttori cinesi che hanno in essere accordi commerciali e produttivi con aziende europee e statunitensi, Zongshen è la stessa che dal 2008 produce e commercializza prodotti Piaggio destinati al mercato cinese (scooter), oltre a realizzare motori Aprilia: ci riferiamo al twin bialbero da 900 cc delle ex Shiver e Dorsoduro visto sul concept RA9, realizzato proprio intorno allo stesso telaio a traliccio e con cui, si dice, potrebbe rinascere il marchio Gilera.

Insomma, Cyclone continua a sfornare prodotti che per ora continuano a restare confinati nel mercato cinese dove, è vero, l’interesse per moto di qualità è in continua crescita. Non si può, però, negare che l’offerta si sta facendo sempre più interessante anche per i nostri più maturi, dove stiamo imparando ad apprezzare anche i prodotti del lontano est.

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA