Novità made in USA: Motus MST e MSTR debuttano in società

Il motore è un V4 derivato da quello della Corvette, già questa è una clamorosa novità nel monopolio bicilindrico a stelle e strisce. Presentate a Laguna Seca, le nuove creature della Casa dell'Alabama saranno in vendita dal prossimo autunno

Novità made in usa: motus mst e mstr debuttano in società

Quando sei un grande appassionato e hai provato tante moto ti viene da pensare “quale sarebbe per me la moto perfetta?”. Così hanno fatto Brian Case e Lee Conn, grandi appassionati americani delle due ruote. Il loro intento era quello di creare la sport tourer (secondo loro) perfetta, in grado di trasmettere grandi emozioni nel guidato e comfort per i tragitti più lunghi. Dopo sette anni circa di lavoro, la moto ideale secondo Brian e Lee ha debuttato a Laguna Seca, in occasione del Gran Premio di MotoGP 2013. Le Motus MST e MSTR sono ora ufficialmente in produzione e vendita.

Già qualche giorno fa vi abbiamo anticipato la storia e le caratteristiche di queste due moto (qui l’articolo), ma ora possiamo mostrarvi i due modelli in veste definitiva, quelli che saranno in vendita in America nell’autunno di quest’anno. Chissà se arriveranno mai in Europa... Nonostante siamo un piccola azienda in crescita, i nostri prodotti offrono un’esperienza unica e convincente per i motociclisti e le concessionarie”, queste le parole di Lee Conn, co-fondatore e presidente dell’azienda Motus. Lo scopo era quindi creare un prodotto che si differenziasse dalle linee del mercato americano e mondiale e che raggiungesse il cuore degli appassionati in cerca di una moto diversa, insolita.

 

V4: IN PRATICA UNA MEZZA MUSCLE CAR

In effetti il motore si distingue parecchio: sia la MST che la MSTR, versione più spinta, montano un V4 da 1.650 cc montato trasversalmente e con trasmissione finale a catena. Il propulsore è derivato dal famoso V8 della Chevrolet Corvette ed è studiato da Katech (preparatore di motori General Motors). La MST, modello “base”, vanta una potenza di 160 CV a 7.400 giri/min (più della Kawasaki GTR 1400, per intenderci, e la stessa cifra della BMW K 1600 GT: cliccate qui per vedere queste superbe viaggiatrici in comparativa). La novità presentata nel circuito californiano è la versione “plus”, la MSTR. La potenza sale di ben 20 CV, raggiungendo quindi 180 CV a 7.800 giri/min, una quota da supersportiva. I due propulsori in stile tutto americano hanno una coppia rispettivamente di 169,5 Nm per la MST e 162,5 Nm per la MSTR. Nonostante gli sforzi si siano concentrati su una coppia massiccia lungo tutto l’arco di giri, i rapporti scelti per entrambe le moto le consentono comunque (diciamo "consentirebbero...) di raggiungere circa 204 mph…: 328 km/h!

 

SPORT TOURING AMERICAN STYLE

Lo scheletro di entrambe le moto è un telaio a traliccio tubolare in acciaio al cromo molibdeno, con all’anteriore una forcella Öhlins regolabile. Se la MST monta un comune mono regolabile e cerchi forgiati in alluminio della OZ, la versione R sale di livello grazie a un mono posteriore Öhlins TTX e cerchi della BST in carbonio. Inoltre, l’anima racing della MSTR viene arricchita da due pinze monoblocco Brembo M4.

A tutta questa marea di componentistca da vera supersportiva si aggiungono un cupolino regolabile, il display di bordo LCD, due borse laterali (comprese nel prezzo solo per la MSTR) e numerosi accessori optional (manopole e sella riscaldate, sella ribassata, bauletto da 30 litri, cupolino frontale medio o alto da touring) che effettivamente rendono le due Motus un compromesso apparentemente ben riuscito tra guida dinamica e viaggio.

 

CADONO LE FOGLIE E LE MOTUS ARRIVANO SUL MERCATO

Brian Case e Lee Conn annunciano che, entro l’autunno 2013, circa 16 concessionarie avranno nei loro saloni le Motus MST e MSTR, pronte per essere vendute. A seguire, la catena di rivenditori sarà estesa in tutta la California. Saranno anche disponibili assicurazioni convenzionate e garanzia a chilometraggio illimitato per due anni.

La Motus MST sarà disponibile a 30.975 dollari (circa 23.500 euro) con tre diverse colorazioni (vedi gallery): Speed Silver Metallic, Flame Red Metallic e, in edizione speciale, Metallic Blue. La MSTR, di cui non si sa ancora il prezzo definitivo, vestirà Strong White o Carbon Black.

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA