di Beppe Cucco - 08 novembre 2019

Brutale 1000 RR 2020, 208 CV di potenza nuda

Realizzata sulla base della "Serie Oro" arriva ad Eicma la versione di serie della hypernaked di Schiranna. I dati della nuova Brutale 1000 RR 2020 parlano di 208 CV e 186 kg di peso. Ecco tutti i dettagli e il prezzo della moto

1/8

MV Agusta Brutale 1000 RR 2020

1 di 6

Al Salone di Milano dello scorso anno MV Agusta presentò la Brutale 1000 Serie Oro, una delle moto che più attirò l’attenzione degli appassionati tanto da aggiudicarsi il titolo di “Moto più bella” del Salone”. Questo successo ha avuto riscontro poi sul mercato. Sono bastati infatti pochi giorni di apertura delle pre-ordinazioni sulle piattaforme social dell’azienda, per fare registrare il sold-out per i 300 esemplari in vendita (in serie limitata a 42.990 euro). Quando ancora non era in commercio, noi abbiamo avuto l’occasione di provarla in esclusiva mondiale, cliccate qui per le impressioni di guida.

Ora, in occasione di Eicma 2019, MV Agusta svela la nuova Brutale 1000 RR, il modello di serie realizzato sulla base della “Serie Oro”. Nelle pagine successive trovate tutti i dettagli della moto e il suo prezzo.

1/8

MV Agusta Brutale 1000 RR 2020

Come sulla Brutale 1000 Serie Oro, il motore della 1000 RR è la più recente evoluzione del quattro cilindri in linea MV Agusta. Rispetto al passato ha subito un’ampia riprogettazione, tanto da raggiungere cifre di tutto rispetto: 208 CV di potenza massima a 13.450 giri e 116,5 Nm a 11.000 giri.

La distribuzione è a valvole radiali e la catena di distribuzione centrale, scelte tecniche ispirate alla tecnologia della Formula 1 e della MotoGP. In particolare la camera di combustione è di derivazione F1; le bielle in titanio, tipiche in MotoGP, contribuiscono a contenere le masse, i carichi e l'inerzia complessiva del motore. Stessa derivazione dal massimo campionato motociclistico per la catena di distribuzione centrale, realizzata in grado di mitigare gli effetti della torsione degli alberi a camme agli alti regimi di rotazione. Sono nuovi inoltre le guide valvole e gli alberi a camme, caratterizzati da alzate e fasature inedite in aspirazione e scarico. I pistoni sfruttano segmenti Asso a basso attrito; nuovo l'albero motore, bilanciato per limitare gli assorbimenti agli alti regimi.

Dall'esperienza diretta di MV Agusta nelle competizioni per derivate di serie arriva il nuovo sistema di lubrificazione a “splitter”, che permette di separare l’olio dagli organi meccanici in movimento. Anche la trasmissione è stata rivista con l'impiego di ingranaggi che oltre all'attrito riducono la rumorosità complessiva. A questo risultato concorrono i coperchi della ruota fonica e della frizione, che assorbono parzialmente il rumore.

Alla riprogettazione dell'airbox è seguita la definizione di un nuovo sistema di aspirazione: i cornetti hanno lunghezze diverse tra di loro per massimizzare il rendimento del motore, la potenza e la coppia. L'attuale struttura dispone di doppi iniettori: quattro inferiori Mikuni e quattro superiori Magneti Marelli a doccia, con portata maggiorata e disposizione sopra al cornetto di aspirazione. L'impianto di scarico Arrow si avvale dello schema 4-1-4, con valvola parzializzatrice.

Anche la gestione elettronica del motore è stata evoluta, grazie alla collaborazione con Eldor, che ha realizzato una nuova centralina EM2.0 proprio per questo quattro cilindri. Sono presenti il full ride by wire multimappa (Sport, Race, Rain, Custom) e la piattaforma inerziale IMU, che gestisce il controllo di trazione (regolabile su 8 livelli e disinseribile) e che modula l'intervento in funzione dei dati sull'angolo di piega forniti dall'IMU. Il Front Lift Control, evoluzione dell’anti-wheelie, può essere disattivato. Per le partenze è disponibile il launch control, che interviene sia sui giri motore sia sulla coppia in funzione della velocità durante la partenza. Troviamo poi il cambio elettronico EAS 2.1 Up&Down, attivo sia in salita sia in scalata.

1/8

MV Agusta Brutale 1000 RR 2020

Il telaio propone la “struttura mista” con traliccio in acciaio e piastre laterali in alluminio. Lateralmente al radiatore sono presenti profili alari che hanno funzione deportante e permettono di caricare l'avantreno, limitandone l'alleggerimento ad alta velocità. La Casa dichiara che l'effetto è sensibile superati i 200 km/h di velocità, ma non sono stati rilsciati dati in merito al carico aerodinamico.

Le quote della ciclistica sono identiche a quelle della Serie Oro: interasse di 1.415 mm, con avancorsa di 97 mm. La forcella Öhlins Nix EC con trattamento superficiale TIN dispone della regolazione elettronica del freno idraulico in estensione e in compressione; la regolazione del precarico molla è manuale. La medesima gestione elettronica è offerta dall'ammortizzatore fissato al monobraccio in alluminio e all'ammortizzatore di sterzo Öhlins EC elettronico.

Anche l'impianto frenante è lo stesso della Serie Oro, con pinze Brembo Stylema anteriori e dischi flottanti da 320 mm di diametro; il disco posteriore da 220 mm è accoppiato a una pinza a due pistoncini. La gestione elettronica dell'impianto è affidata alla centralina ABS Bosch 9 Plus con Race Mode.

1/8

MV Agusta Brutale 1000 RR 2020

Faro, serbatoio e codino, sono stati disegnati e messi in produzione specificamente per la nuova Brutale. Il faro è di tipo Full LED, sfrutta le cornering lights gestite dalla piattaforma inerziale, ed è dotato di Daylight Running Lights. Come sulla Serie Oro, anche sulla RR le sovrastrutture si avvalgono di elementi in fibra di carbonio. Una differenza con la versione più esclusiva è ad esempio la viteria, in acciaio invece che in titanio. I cerchi in fibra di carbonio della Serie Oro sono stati sostituiti sulla 1000 RR da elementi forgiati in alluminio. Il peso della moto è di 186 kg a secco.

La strumentazione è composta da un TFT a colori da 5 pollici di diagonale, con risoluzione 800 pixel per 480 e connessione Bluetooth con lo smartphone, per gestire le chiamate in ingresso, i messaggi e la musica. Attraverso la “MV Ride App” è possibile personalizzare l'elettronica della moto dallo smartphone come pure creare e salvare i propri itinerari ed avere in mirroring sul cruscotto la funzionalità di navigazione. Presente di serie anche il cruise control.

1/8

MV Agusta Brutale 1000 RR 2020

Disponibile in rosso/grigio/carbonio o grigio/giallo/carbonio la nuova MV Agusta Brutale 1000 RR è in vendita a 30.240 euro c.i.m.

Il prezzo è da intendersi con la formula “chiavi in mano”, comprensiva di “messa in strada”, che Motociclismo quantifica in 250 euro.

1/8

MV Agusta Brutale 1000 RR 2020

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Ultimi articoli