di Giorgio Sala - 13 November 2016

Lorenzo mantiene la promessa e saluta Yamaha vincendo

MotoGP 2016, Valencia: risultati gara, classifica e cronaca. Lorenzo finisce la stagione come l'aveva iniziata, dominando e vincendo in solitaria: il Porfuera chiude al meglio il rapporto con Yamaha. Festeggiano con lui Marquez e Iannone. Rossi 4° davanti al futuro compagno di squadra. Crutchlow campione dei piloti privati, KTM out per problemi all'elettronica
  • Salva
  • Condividi
  • 1/144 MotoGP 2016, Valencia: gara. Jorge Lorenzo

    MotoGP 2016: la cronaca della gara di Valencia giro per giro

    Rossi e Lorenzo scelgono una media all’anteriore e una soft al posteriore (scelta predominante sulla griglia), Marquez opta invece per una hard all’anteriore e una soft al posteriore.

    Partenza: parte male Marquez, bene invece Lorenzo e Iannone che sono 1° e 2°. Viñales è 3°, seguito da Rossi e Marquez. Pedrosa 6°, seguono Dovizioso, Pol Espargaro, Crutchlow ed Aleix Espargaro.

    1/30: Lorenzo ha già accumulato 8 decimi su Iannone, nel frattempo Aleix e Pol Espargaro sono in bagarre per l’ottava piazza.

    2/30: giro veloce per Lorenzo: 1’31”179. Iannone comanda il gruppo composto da Rossi, Viñales, Marquez, Dovizioso e Pedrosa.

    3-4/30: 1 secondo tra Lorenzo e Iannone, mentre il Ducatista ha mezzo secondo di vantaggio sugli inseguitori. Marquez cerca di impensierire Rossi ma senza successo.

    5/30: Jorge Lorenzo ancora velocissimo: 1’31”171. All’ultima curva, prima del traguardo, Rossi e Marquez sorpassano Viñales per la terza piazza. Nel frattempo arriva la caduta di Yonny Hernandez.

    6/30: 1,9 secondi separano il Porfuera da Iannone, che è nel mirino di Valentino Rossi. Attenzione: caduta per Dani Pedrosa alla curva 2. Nel T4 Rossi riesce a sorpassare Iannone: il Dottore ora è 2°, e deve recuperare 2,5 secondi per raggiungere Jorge Lorenzo.

    7/30: Iannone sfrutta al meglio il motore Desmo e si riporta in seconda piazza alla curva 1.

    8/30: Rossi sorpassa Iannone alla curva 11, ma…

    9/30: …Rossi va largo alla curva 1 e Iannone si riporta in seconda posizione. Lorenzo ringrazia: ora ha accumulato 3,5 secondi di margine. Nel T3 Rossi completa un sorpasso efficace su Iannone, che non demorde e rimane francobollato al posteriore della M1 numero 46

    10/30: Iannone ancora su Rossi alla curva 2, il Dottore risponde alla curva 4 e si riporta in seconda piazza. Nel terzo settore Marquez sfrutta un errore di Iannone ed è 3°, Iannone risponde alla curva successiva

    11/30: sul rettilineo la Ducati è un missile, e Iannone non ha problemi a portarsi in terza piazza. Lorenzo è al comando con 4,5 secondi di vantaggio su Rossi

    12/30: Lorenzo, Rossi, Iannone, Marquez, Viñales, Dovizioso, Pol Espargaro, Aleix Espargaro, Crutchlow e Smith in Top 10.

    13-14/30: le posizioni della top 10 rimangono invariate.

    15/30: il distacco tra Rossi e Lorenzo è di 4,4 secondi

    16/30: Iannone si porta all’interno e sorpassa Rossi, che risponde con un altro sorpasso nella curva successiva. Nel T3 Iannone risponde ancora, e riporta la Ducati in seconda posizione.

    17/30: Arriva la caduta di Cal Crutchlow, un peccato per il britannico che era in Top 10.

    18/30: Marquez sorpassa Rossi alla curva 2 e si porta in terza posizione. Marquez sorpassa anche Iannone all’ultima curva

    19/30: Iannone ancora una volta si impone sull’avversario sul rettilineo riportando la GP16 in seconda piazza, ma Marquez non demorde e alla curva 3 si rimette davanti a Iannone. Mika Kallio rientra ai box con la KTM RC16

    20/30: Bautista si porta in decima piazza, mentre Lorenzo porta a 5,2 secondi il suo vantaggio su Marquez

    21/30: scende a 4,8 secondi il gap tra il Porfuera e il Cabroncito.

    22/30: La Top 10 è sempre la stessa: Lorenzo, Marquez, Iannone, Rossi, Viñales, Dovizioso, Pol Espargaro, Aleix Espargaro, Smith e Bautista.

    23/30: Rossi sorpassa Iannone nel T1 e si porta in terza posizione.

    24/30: Iannone si butta all’interno di Rossi alla curva 1 e si riporta in terza piazza.

    25/30: Scende a 3,6 secondi il gap tra Marquez e Lorenzo.

    26/30: i fratelli Espargaro stanno avvicinandosi pericolosamente a Dovizioso, attualmente 6°.

    27/30: scende addirittura a 2,7 secondi il gap tra Lorenzo e Marquez, che scende addirittura a 2,2 nel T4

    28/30: scende a 1,8 secondi il margine tra gli spagnoli di Yamaha e Honda, mentre Rossi sorpassa Iannone alla curva 11, il quale risponde alla curva 13 grazie ad un errore di Rossi.

    Ultimo giro: rimane a 1,7 il gap tra Lorenzo e Marquez, il quale però non riesce ad agganciare il Porfuera che taglia il traguardo per primo

    Bandiera a scacchi: Lorenzo vince, 2° Marquez, 3° Iannone. Sotto la bandiera a scacchi, Pol Espargaro beffa Dovizioso per la sesta piazza.

    Lorenzo mantiene la promessa e saluta Yamaha vincendo

    Lorenzo e Iannone terminano al meglio i loro cammini con Yamaha e Ducati

    Lorenzo mantiene la promessa e saluta Yamaha vincendo

    Si conclude con una vittoria il glorioso cammino di Jorge Lorenzo con la Yamaha M1 ufficiale. Il Porfuera parte alla grande, si porta in testa e (come è solito fare) ci rimane fino alla fine della corsa. Per Lorenzo si tratta della 44esima vittoria con Yamaha (la quarta del 2016), il podio numero 107 (il decimo di questa stagione) e 28 giri veloci in gara. Alle sue spalle c’è il Campione del Mondo Marc Marquez, che finisce a podio per la dodicesima volta in quest’anno. A chiudere il podio c’è un eccellente Andrea Iannone, che riesce a terminare davanti ad un agguerrito Valentino Rossi che, nel finale, ha gettato la spugna. 5° Maverick Viñales, Andrea Dovizioso termina 7° “inserendosi” tra i due fratelli Espargaro, rispettivamente Pol (6°) ed Aleix (8°). Conclude con un ottimo 9° posto Bradley Smith, mentre a chiudere la Top 10 c’è l’Aprilia di Alvaro Bautista. Danilo Petrucci termina 12° e si aggiudica la Ducati ufficiale per il prossimo anno. Cadute per Hernandez, Pedrosa e Crutchlow che, ciononostante, si aggiudica il titolo di miglior pilota dei team satellite. Problemi di elettronica per la KTM RC16 di Mika Kallio, che non termina la corsa.

    Il titolo come miglior team della MotoGP va al Team Movistar Yamaha, mentre il titolo costruttori se lo aggiudica Honda.

    Con questo appuntamento si chiude la stagione 2016 del Motomondiale, un'annata piena di emozioni, dove sono stati riscritti numerosi primati, primo tra tutti è stato siglato il nuovo record di piloti vincenti in una sola stagione: 9! I piloti della MotoGP saranno in azione martedì prossimo (sempre al Ricardo Tormo di Valencia) per i primi test invernali in preparazione della stagione 2017.

    Per controllare gli orari TV per le repliche su TV8, cliccate qui

    MotoGP 2016, Valencia: classifica generale

    Lorenzo mantiene la promessa e saluta Yamaha vincendo

    MotoGP 2016: classifica generale

    POSIZIONE PILOTA MOTO NAZIONE PUNTI
    1 Marc MARQUEZ Honda SPA 298
    2 Valentino ROSSI Yamaha ITA 249
    3 Jorge LORENZO Yamaha SPA 233
    4 Maverick VIÑALES Suzuki SPA 202
    5 Andrea DOVIZIOSO Ducati ITA 171
    6 Dani PEDROSA Honda SPA 155
    7 Cal CRUTCHLOW Honda GBR 141
    8 Pol ESPARGARO Yamaha SPA 134
    9 Andrea IANNONE Ducati ITA 112
    10 Hector BARBERA Ducati SPA 102
    11 Aleix ESPARGARO Suzuki SPA 93
    12 Alvaro BAUTISTA Aprilia SPA 82
    13 Eugene LAVERTY Ducati IRL 77
    14 Danilo PETRUCCI Ducati ITA 75
    15 Scott REDDING Ducati GBR 74
    16 Stefan BRADL Aprilia GER 63
    17 Bradley SMITH Yamaha GBR 62
    18 Jack MILLER Honda AUS 57
    19 Michele PIRRO Ducati ITA 36
    20 Loris BAZ Ducati FRA 35
    21 Tito RABAT Honda SPA 29
    22 Yonny HERNANDEZ Ducati COL 20
    23 Katsuyuki NAKASUGA Yamaha JPN 5
    24 Alex LOWES Yamaha GBR 3
    25 Hiroshi AOYAMA Honda JPN 1
    26 Nicky HAYDEN Honda USA 1
    27 Mike JONES Ducati AUS 1

    © RIPRODUZIONE RISERVATA
    Le ultime news
    Le ultime prove

    Comparativa SuperEnduro: il film della sfida svela la vincitrice

    Comparativa SuperEnduro: il film della sfida svela la vincitrice

    10 August 2018

    SWM Aces of Spades, l'abito inganna

    SWM Aces of Spades, l'abito inganna

    12 July 2018

    Aprilia RSV4 Factory Works: sulle ali della velocità

    Aprilia RSV4 Factory Works: sulle ali della velocità

    24 July 2018

    Honda Forza 125 e Forza 300, agili e raffinati

    Honda Forza 125 e Forza 300, agili e raffinati

    19 July 2018

    Comparativa MaxiEnduro in Australia: il film della sfida

    Comparativa MaxiEnduro in Australia: il film della sfida

    27 June 2018

    Long Test Kawasaki Versys 650 GT: SOS motore

    Long Test Kawasaki Versys 650 GT: SOS motore

    28 June 2018

    Honda PCX 125 2018: il nostro test

    Honda PCX 125 2018: il nostro test

    07 July 2018

    Husqvarna Svartpilen 401: dritta al cuore

    Husqvarna Svartpilen 401: dritta al cuore

    25 June 2018

    Comparativa SuperEnduro 2018: un pregio e un difetto di ogni moto

    Comparativa SuperEnduro 2018: un pregio e un difetto di ogni moto

    05 July 2018

    Quattro enduro si sfidano sulla Via Lattea

    Quattro enduro si sfidano sulla Via Lattea

    02 July 2018

    Yamaha YZ450F 2018: com'è umana, lei

    Yamaha YZ450F 2018: com'è umana, lei

    20 February 2018

    Long Test: i primi 6.000 km con la Versys 650

    Long Test: i primi 6.000 km con la Versys 650

    28 June 2018

    Ultime tag "MotoGP"