SPECIALE SALONE EICMA 2021
Tutte le novità Casa per Casa

Motocross delle Nazioni 2015: ci siamo! Orari TV e info

Tutto pronto sulla pista di Ernèe per la 69esima edizione del MXoN, che si correrà questa domenica. La Francia, padrone di casa, è la favorita, ma attenzione agli USA e al Belgio. Ecco i nomi di tutti i piloti di tutte le nazioni e il programma del weekend

MXoN 2015: l’attesa è (quasi) finita

Quest’anno tocca alla Francia ospitare il Motocross delle Nazioni 2015 (lo scorso anno si corse a Kegums, Lettonia, e a vincere furono proprio i francesi). Si corre ad Ernèe, nel nord-ovest del Paese. I favoriti sono naturalmente i padroni di casa, non solo per il fattore campo, ma anche (e soprattutto) per la competitività dei piloti che scenderanno in pista (il Campione del Mondo MXGP Romain Febvre, il Campione AMA Supercross 250 e vice-Campione AMA Pro Motocross Marvin Musquin e Gautier Paulin, che anche se non vanta titoli prestigiosi conquistati nell’ultimo anno è pur sempre uno dei top rider più forti al mondo). Per quanto riguarda l’Italia, la FMI – visti i problemi fisici di Tony Cairoli (tornato in pista a Glen Helen per l’ultimo round del Mondiale MXGP – e David Philippaerts, oltre agli impegni “enduristici” di Davide Guarneri, ha deciso di spedire tre piloti giovanissimi (qui tutti i dettagli). Non sarà un Nazioni facile per noi, sarà importante fare una buona qualifica e cercare di stare nella top 10. Il pensiero di molti italiani è già proiettato nel 2016, quando ad ospitare la 70esima edizione sarà Maggiora. Per non perdervi neanche un secondo di questo Motocross delle Nazioni 2015, invece, prestate attenzione e segnatevi gli orari TV qui sotto.

Orari TV Motocross delle Nazioni 2015

Italia 2
  • 13,00 Gara1
  • 14,30 Gara2
  • 16,00 Gara3
 
Eurosport 2
  • 13,00 Gara1
  • 14,30 Gara2
  • 16,00 Gara3

La prevew di motociclismo.it

Lo dicono le statistiche, ma è sotto gli occhi di tutti: l’asticella si è alzata, il livello dei piloti (specialmente nel Mondiale Motocross) è molto più alto rispetto agli anni precedenti. Colpa della “bufera Villopoto” o meno, tanti top rider si sono infortunati quest’anno perché hanno raggiunto – e superato – il limite. In America lo spettacolo non è mancato e Dungey ha dato prova di essere un pilota sì costante, ma anche incisivo e determinato quando serve. Con tutta probabilità anche il Motocross delle Nazioni 2015 sarà caratterizzato da un altissimo livello (nonstante l’assenza di alcuni dei piloti più forti al mondo come Cairoli, Dungey stesso, Roczen e così via). Negli anni il Nazioni ci ha insegnato a non fare previsioni, calcoli e sbilanciarsi troppo su dati e statistiche: va bene, la Francia, sulla carta, è imbattibile. Ma un piccolo contatto in partenza tra un pilota francese e uno americano potrebbe rivelarsi determinante per la vittoria di una terza nazione. Il Motocross è così: tutto deve filare liscio come l’olio, ogni minimo imprevisto potrebbe rivelarsi fatale per il risultato finale. Per questo motivo le 5-10 nazioni favorite per la top 5/top 10 possono ambire alla vittoria. Le probabilità di una vittoria finale targata USA sono abbastanza elevate, dal momento che Justin Barcia correrà in MXGP e farà da capitano a Jeremy Martin (che esordì lo scorso anno nel MXoN con uno spettacolare crash nelle prove) e Cooper Webb (che ha ottenuto prestazioni eccellenti nel GP degli Stati Uniti in sella, ufficialmente per la prima volta, al 450). Un Team USA tutto in Yamaha dunque. Attenzione anche al Belgio, 2° assoluto lo scorso anno. Per il 2015 il Team belga è composto da Jeremy Van Horebeek in MXGP, Julien Lieber in MX2 e Ken de Dycker nella Open. Sfortunatamente il Team Manager Joel Smets non ha potuto fare affidamento sui piloti ufficiali Suzuki Clement Desalle e Kevin Strijbos, entrambi indisponibili per infortunio, altrimenti ne avremmo viste delle belle! È stato così chiamato all’ultimo minuto de Dycker, ma il pilota KTM non è in forma a causa di molti infortuni nel corso dell’anno. Un altro Team da tenere d’occhio è senza dubbio la Gran Bretagna. I tifosi britannici sono rimasti con il fiato sospeso all’ultimo GP stagionale quando Shaun Simpson è caduto alla prima curva in un contatto con altri piloti. All’inizio non riusciva a camminare e ad appoggiare il piede per terra, ma poi ha postato una foto sui social di un ematoma sulla schiena e ha confermato la sua presenza per il MXoN 2015. Spettacolo e pubblico ringraziano, dato che Simpson è stato uno dei maggiori protagonisti dell’ultima parte di Campionato. Correrà “in trio” con Max Anstie (MX2) e Dean Wilson (Open). Il primo è quasi riuscito a riacciuffare in Campionato Gajser e Jonass vincendo 7 delle ultime 10 manche del Mondiale MX2, il secondo ha terminato al 4° posto a Glen Helen in MXGP. Buona parte del risultato dipenderà dalle prestazioni di Simpson. Per quanto riguarda i tedeschi, Ken Roczen non correrà in quanto si è appena sottoposto ad un intervento chirurgico alla schiena, lasciando spazio a Max Nagl, Dennis Ullrich e al giovane Henry Jacobi. L'Australia punterà tutto su Todd Waters e Dean Ferris. Per quanto riguarda il loro pilota MX2, sarebbe dovuto essere Jay Wilson, ma è caduto in allenamento pochi giorni fa e la sostituzione deve ancora essere annunciata. Fino a poco tempo fa la Svizzera sembrava essere tra le nazioni favorite con Jeremy Seewer, Valentin Guillod e Arnaud Tonus. Purtroppo quest’ultimo non ci sarà a causa di un affaticamento. Al suo posto, nella Open, correrà Andy Baumgartner. E arriviamo, infine, all’Italia. Quest’anno ci presentiamo con le tre giovani promesse più nitide del panorama nazionale: Ivo Monticelli in MXGP, Michele Cervellin in MX2 e Samuele Bernardini nella Open. Una scelta coraggiosa quella di puntare sui giovani, ma che può rivelarsi azzeccata qualora questi tre azzurri dovessero ottenere prestazioni soddisfacenti sia singolarmente sia di gruppo.

Il programma completo

Sabato
  • 10,00 prove MXGP
  • 11,00 prove MX2
  • 12,00 prove Open
  • 14,30 manche di qualifica MXGP
  • 15,30 manche di qualifica MX2
  • 16,30 manche di qualifica Open
 
Domenica
  • 8,40 Warm-up Finale B
  • 9,10 Warm-up MXoN gruppo 1
  • 9,40 Warm-up MXoN gruppo
  • 11,00 Finale B
  • 13,10 MXoN Gara 1 (MXGP+MX2)
  • 14,40 MXoN Gara 2 (MX2+Open)
  • 16,10 MXoN Gara 3 (Open+MXGP)

Motocross delle Nazioni 2015: entry List

Clicca qui per vedere la entry list completa del Motocross delle Nazioni 2015.

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA