di Beppe Cucco
- 24 January 2020

West: “fottiti FIM. Gare truccate per far vincere Rossi e Marquez”

Parole durissime quelle di Anthony West, che accusa la FIM di avergli rovinato la vita (attualmente è senza soldi, senza lavoro e senza casa!) e di giocare sporco per favorire i “suoi” piloti. L'australiano racconta i dettagli di alcune "strane" vicende con protagonisti Rossi e Marquez

1/17

Anthony West 

Si intensifica la battaglia tra Anthony West e la Federazione Internazionale di Motociclismo, la FIM. Ma facciamo un rapido passo indietro per capire meglio la vicenda: nel 2018 la FIM aveva sospeso con effetto immediato Anthony West in quanto risultato positivo a un controllo antidoping effettuato in occassione della gara del Mondiale Supersport 600 tenutasi a Misano. Per questo motivo il pilota australiano era stato bandito da tutte le gare organizzate dalla FIM, per un periodo di due anni, a partire da settembre 2018. Così West lo scorso anno, in sella ad una Kawasaki ZX-10R, ha gareggiato nel campionato brasiliano SBK, sapendo che non era un campionato legato alla FIM. Ora però la Federazione ha inviato una lettera al pilota (la trovate integrale nella gallery in apertura) per comunicargli che non avrebbe potuto prendere parte nemmeno a quel campionato. Dopo una lunga spiegazione dettagliata della vicenda, comprensiva delle note legali, e un riferimento a un'audizione nel prossimo futuro, la lettera firmata dall'amministratore delegato della FIM Tony Skillington e dal presidente Jorge Viegas si conclude con la frase: "Nel frattempo, ti invitiamo a smettere di essere presente in qualsiasi circuito e smettere di gareggiare, allenarti, ecc. ti viene vietata qualsiasi attività in qualsiasi sport".

Questa lettera ha causato un vero e proprio scoppio di rabbia da parte di Anthony West, che si è sfogato su Facebook, dove racconta la sua drammatica situazione attuale (senza soldi, senza casa e senza lavoro) e accusa la FIM di giocare sporco per favorire alcuni piloti. Durissime le sue parole nei confronti della Federazione in merito al rapporto con Marquez e Rossi. Qui sotto vi proponiamo la traduzione integrale dello sfogo di Anthony West. In fondo all’articolo trovate la versione originale, in inglese.

Smetto. Ho finito. Queste persone corrotte sono fuori controllo e vogliono distruggermi. Ho corso in Brasile un campionato che era affiliato con la FIM. Ora inventano le proprie regole, per controllarmi e non farmi correre nemmeno lì. Mi hanno già impedito di correre andando in Kawasaki in Giappone facendo in modo di fermare la mia sponsorizzazione in Brasile. Odio la vita com'è e stavo cercando di fare del mio meglio per tornare a posto. Sono stato cacciato da casa da mio padre. Non ho soldi. E non riesco a trovare un lavoro dignitoso poiché tutto quello che ho fatto nella mia vita è stato sprecare il mio tempo a correre in moto. Che perdente sono! Ecco alcuni consigli per tutti quelli che pensano che basti lavorare duro per riuscire nel mondo delle corse. Se volete vincere, dovete pagare.

Hanno permesso a Marc Marquez di vincere un campionato Moto2 con una centralina ECU truccata. Quando la squadra di Tom Luthi è andata a lamentarsi hanno risposto semplicemente che la Spagna ha bisogno di un nuovo campione. Gli hanno detto che avrebbero dovuto accettare il secondo posto, o meno, oppure non avrebbero corso l’anno prossimo.

Hanno permesso a Rossi di vincere il suo campionato in 500 cc dandogli pneumatici speciali realizzati appositamente per le piste su cui si correva. Hanno usato gomme speciali solo per Rossi. Quindi lui poteva vincere le gare. Tutto quello che vedete è falso e controllato. Non credete a tutto ciò che vedete. Loro controllano chi può vincere le gare e chi no. Sono così fottutamente arrabbiato. Ho altre 100 storie come questa. Mi arrendo. Avevo programmato di tornare a correre a settembre, ma non posso più accettare questa merda dalla FIM. Ha distrutto la mia vita al punto che vorrei essere morto. Io odio la vita. Fottiti di nuovo FIM.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Ultimi articoli