15 July 2015

Una Triumph da 1.000 CV e Guy Martin a caccia del record di velocità

Il pilota britannico sarà “in sella” al missile "Rocket III Streamliner" spinto da due motori tricilindrici turbocompressi derivati da quello che spinge la maxi cruiser di Hinckey, il tutto nel tentativo di battere a Bonneville il record di velocità per una moto. L’obbiettivo è superare i 605,697 km/h. Un video ci mostra Guy mentre studia il suo nuovo bolide

Una triumph da 1.000 cv e guy martin a caccia del record di velocità

Da sempre Triumph ha un debole per i record di velocità. Basti pensare che la Casa di Hinckley ha conservato questo primato dal 1955 al 1970 (con la sola eccezione di 33 giorni) e che una delle sue moto più celebri, la Bonneville, prende il nome dal celebre lago salato dello Utah (USA), location di praticamente tutti i tentativi di stabilire la velocità massima su terra a bordo di un mezzo a due (e più) ruote. Il record di velocità attuale per una moto, 605,697 km/h, è stato fatto registrare nel 2010 da Rocky Robinson con un mezzo spinto da due motori Suzuki. Per cercare di riprendersi questo primato, Triumph ha deciso di affidare il Rocket III Streamliner (un missile da 1.000 CV, trovate le foto nella gallery) nelle mani di un pilota d’eccezione; sarà infatti Guy Martin a guidare questo bolide nel tentativo di superare il record di velocità. Nel video che trovate qui sotto potete vedere Guy mentre si avvicina per la prima volta al veicolo che guiderà sul lago salato di Bonneville e prende le misure con il posto di guida.

 

 

Un missile da 1.000 cv

Per tentare di battere il record di velocità su due ruote vengono utilizzate delle moto chiamate streamliner, ovvero moto carenate con abitacolo chiuso. Lo streamliner Triumph del 2015 è una "motocicletta" lunga 7,77 metri, larga 60 cm e alta 91 cm, progettata appositamente per tentare di superare il record di velocità su terra nella divisione C della categoria FIM. Un missile composto da una monoscocca in carbon Kevlar, che ingloba pilota e i due motori turbocompressi alimentati a metanolo, derivati dalla dotazione di serie della Triumph Rocket III, in grado di generare una potenza complessiva di 1.000 CV a 9.000 giri. Le sospensioni sono caratterizzate da due forcelloni oscillanti, sui quali lavorano ben cinque molle Öhlins (tre davanti e due dietro). I freni sono in fibra di carbonio e gli pneumatici studiati appositamente da Goodyear.

Dopo gli ultimi test con il Rocket III Streamliner che si tengono proprio in questi giorni sul lago salato di Bonneville, il tentativo vero e proprio avrà luogo dal 24 al 27 agosto nella stessa location. In bocca al lupo!

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA