27 April 2015

Tony Cairoli testimonial di Wings for Life World Run

Il 3 maggio prenderà il via, contemporaneamente in tutto il Mondo, la seconda edizione della corsa podistica benefica. In Italia si correrà a Verona. Al termine della manifestazione una foto che ritrae il pilota di Patti sarà messa all’asta e il ricavato andrà alla ricerca contro le lesioni spinali

Tony cairoli testimonial di wings for life world run

Prenderà il via domenica 3 maggio la seconda edizione della Wings for Life World Run, si tratta di una corsa podistica benefica che si disputa in contemporanea in tutto il Mondo. Numerosi personaggi del mondo dello sport e dello spettacolo hanno prestato la propria immagine per contribuire alla raccolta fondi, tra di questi anche l’otto volte campione del Mondo di motocross Tony Cairoli.

 

Si corre più veloci… dell’auto

Alla manifestazione possono partecipare atleti di qualsiasi livello, dai principianti ai veterani. Runner e partecipanti sulla sedia a rotelle gareggiano fianco a fianco. Il via viene dato contemporaneamente il tutto il Mondo, 35 location differenti in 6 continenti (in Italia si corre a Verona, partenza alle 13). Non c’è un traguardo da raggiungere, ma si tratta di una “gara ad eliminazione”: trenta minuti dopo il via dei runners parte la “catcher car”, un’autovettura che insegue i concorrenti e li elimina man mano che vengono raggiunti. Il vincitore è colui che rimane in gara il più a lungo possibile! Wings for Life World Run giunge alla sua seconda edizione, lo scorso anno i partecipanti sono stati oltre 35.000 e il vincitore è stato l’etiope Lemawork Ketama, che ha corso in Austria per ben 78,57 km! 

 

Di corsa per  beneficenza

Ideatori della manifestazione sono Heinz Kinigardner, 2 volte campione del Mondo motocross (1984 e 1985 nella classe 250 cc), e Dietrich Mateschitz, fondatore di Red Bull. Nel 2003 Hannes,  il figlio di Kinigardner, fu costretto sulla sedia a rotelle a causa di un brutto incidente. Subito il padre si rese conto che i fondi destinati agli studi sulle lesioni spinali erano scarsi e fondò, insieme a Mateschitz, l’Associazione Wings for Life, con lo scopo di finanziare la ricerca. Lo scorso anno i due hanno dato il via all'evento podistico; la prima edizione della manifestazione ha raccolto oltre 3 milioni di euro! Per l’Italia sono numerosi i  testimonial d’eccezione che sostengono l’iniziativa, tra di questi lo sportivo dell’anno Tony Cairoli, Aurelio Fontana (Campione italiano ciclocross), Giorgio Calcaterra (Campione mondiale ultra maratona 100 km), Fiammetta Cicogna (conduttrice televisiva), Giovanni Storti (del trio Aldo, Giovanni e Giacomo) e Claudia Gerini (attrice).

 

Queste le parole di Tony Cairoli: “Velocità, fango e gloria: questa è la mia firma! Sostenere la Fondazione Wings for Life è una scelta consapevole: la lesione al midollo spinale è imprevedibile e la ricerca e il supporto di tutti fanno la differenza”.

 

Il ricavato alla ricerca contro le lesioni spinali

Al termine della manifestazione verranno messe all’asta alcune fotografie di Maurizio Galimberti; opere realizzate con una particolare tecnica, attraverso la quale l’artista scompone e ricompone l'immagine in mosaici per ricreare la stessa. L’intero ricavato dalla vendita di questi ritratti sarà devoluto alla fondazione Wings for Life per il finanziamento di progetti di ricerca per la cura delle lesioni traumatiche al midollo spinale.

 

È possibile iscriversi alla manifestazione attraverso il sito dell’iniziativa e nelle librerie LaFeltrinelli.

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA