di Luca Binotto - 28 maggio 2016

BMW monterà un sistema di chiamata d'emergenza sulle moto

Il sistema di sicurezza, allo studio fin dal 1999, in caso di incidente autonomamente contatta un call center BMW qualificato e fornisce la posizione così da far intervenire i soccorsi nel minor tempo possibile. Sperimentazioni svolte nel 2011 hanno dimostrato tempi di intervento quasi dimezzati e si è stimato che con questi tempi si potrebbero salvare fino a 2.500 persone all'anno

passato e futuro

BMW ha da poco festeggiato il suo 100° compleanno (ripercorriamo qua i momenti salienti dal 1916) annunciando per settembre un nuovo modello a due ruote futuristico ed innovativo (e al tradizionale appuntamento di Villa d'Este ha presentato una concept che omaggia uno dei suoi modelli più iconici e che prefigura qualcosa che in futuro entrerà in produzione...). In questo secolo il progresso tecnologico ha portato una rivoluzione, tanto nel mondo delle motociclette quanto in quello dei sistemi di sicurezza per il pilota. Ad esempio, rimanendo in BMW, abbiamo visto di recente un casco con videocamera e head up display che si interfacciano con il pilota per fornire informazioni aggiuntive, nonché un nuovo tipo di fari "laser". L'ultimo annuncio da Monaco in tema di sicurezza parla dell'intenzione di rendere disponibile dal 2017 un sistema chiamato Intelligent Emergency Call, un dispositivo che tramite sensori è in grado di "accorgersi" della gravità di un incidente ed inviare una chiamata d'emergenza indicando la posizione del veicolo. 
 

tanta tecnologia

Il sistema intelligente sfrutta diversi sensori per poter interpretare al meglio la situazione. È ad esempio in grado di rilevare i contesti che non presentano emergenze (come cadute accidentali da fermo, collisioni a bassa velocità o sobbalzi dovuti ad asperità del terreno), questo grazie a dispositivi che rilevano collisioni con altri veicoli o oggetti e riescono a misurare l'angolazione della moto. Il sistema di chiamata sarà comandato tramite un pulsante posto sul lato destro del manubrio, che insieme ad un microfono e ad un altoparlante integrati consentono di mettersi in contatto con un call center BMW, che provvederà a mantenere un contatto audio fino all'arrivo dei soccorsi. Il tutto nella lingua madre di chi effettua la chiamata. Perchè l'Intelligent Emergency Call si attivi c'è bisogno di una connessione alla rete telefonica mobile, che viene stabilito dall'unità di comunicazione mobile installata sulla moto e non è richiesto nessun fornitore di rete specifico.

quando entra in funzione

Il sistema può entrare in funzione in tre modi
  • in caso di grave caduta o collisione: la chiamata viene inoltrata automaticamente e i soccorsi vengono inviati anche in assenza di risposta del pilota; viene mostrata sul quadro che la chiamata è stata effettuata e non può essere interrotta
  • in caso di caduta/collisione di leggera entità: la chiamata viene effettuata automaticamente 25 secondi dopo l'incidente e può essere interrotta nel caso non fosse necessario l'intervento dei soccorsi
  • inoltro manuale: a moto ferma e con quadro acceso è possibile inviare manualmente una chiamata, tramite il pulsante sul manubrio, per chiedere soccorso per sé o terze parti. In questo caso il collegamento audio è necessario per inviare i soccorsi e la chiamata può essere chiusa.
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Ultimi articoli