Produzione moto Honda ferma fino a metà agosto a Kumamoto

A poco meno di un mese dal devastante terremoto che ha colpito la prefettura di Kumamoto in Giappone, facciamo il punto della situazione. Che è ancora problematica per la Casa dell’Ala Dorata

In bocca al lupo!

Tra il 14 e il 16 aprile scorsi, il Giappone è stato colpito dall’ennesimo sisma. Ad essere coinvolta è stata la prefettura di Kumamoto e si sono registrati oltre 50 morti e danni stimati in circa 10 miliardi di dollari.
Il mondo dell’automotive è stato pesantemente coinvolto, con molte importanti Case costrette a fermare la produzione, nomi come Toyota, Bridgestone, Mitsubishi e Honda. Quest’ultima ha uno stabilimento a Ozu - prefettura di Kumamoto -, un impianto di punta (il più grande in Giappone) avviato nel 1976 e che sforna modelli come l’esclusiva RC213V-S, le Gold Wing, l’Africa Twin, la VFR1200, la CBR1000RR, la NC750X, la gamma cross e quella custom

Le notizie riguardanti questa fabbrica sono state tempestive da parte di Honda, che ha inizialmente comunicato che la produzione sarebbe stata ferma fino al 22 aprile, al fine di valutare i danni e procedere alla ristrutturazione.
La situazione si è rivelata più grave del previsto e lo stop alla produzione è stato così prolungato fino al 28 di aprile (tranne per le sussidiarie che producono mini veicoli, la cui attività è ripresa il 22 aprile ma in forma ridotta). Proprio il 28 aprile, la Casa ha comunicato che la produzione a nella fabbrica di Kumamoto sarebbe ripartita il 6 maggio, una ripresa graduale a seconda delle circostanze, con il completamento della ristrutturazione previsto per metà agosto.
Attualmente la produzione di moto nella fabbrica colpita dal sisma è quindi ancora ferma, ma la cosa per il momento non ha avuto ripercussioni sul nostro mercato (non ancora, perlomeno): tra le moto più vendute ad aprile ci sono varie Honda, come la Africa Twin, che comanda la classifica. Attendiamo i dati di maggio per avere una visuale più ampia.

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>

Tags

© RIPRODUZIONE RISERVATA