Nuova Scrambler Desert Sled: omaggio agli anni 80

La Land of Joy di Ducati si rinnova in vista del 2021 con l'introduzione della nuova colorazione "Sparkling Blue" per la Scrambler Desert Sled. Su tutta la gamma di 800 cc arrivano inoltre l'omologazione Euro 5 e alcune novità

1/22

Ducati Scrambler Desert Sled 2021

1 di 3

Le Desert Sled sono nate nel Southwest californiano e nella Baja in Mexico tra gli anni ’60 e ’70. Erano moto stradali di oltre 500 cc, private di ogni accessorio non essenziale sulle quali venivano montate gomme da offroad, cerchi a raggi, sospensioni modificate e piastre paramotore. Il nome Desert Sled, “Slitta da Deserto”, deriva proprio dalla piastra paramotore, indispensabile per riparare la moto dai detriti e dalle impervie strade desertiche. Con il passare degli anni questo tipo di moto sono diventate una vera e propria “categoria a parte” nel mondo delle due ruote. La Scrambler Desert Sled riprende esattamente questo spirito, senza dimenticare i valori di lifestyle propri della “Land of Joy” Ducati. Grazie al forcellone, alle piastre di sterzo e alle sospensioni dedicate, alle ruote a raggi con anteriore da 19’’ e alle linee inedite, questa è la moto pensata da Ducati per chi vuole poter uscire dalle strade asfaltate. L’attitudine al fuoristrada della Scrambler Desert Sled è sottolineata inoltre dalla presenza della griglia omologata per il proiettore anteriore, dai parafanghi alti appositamente disegnati per questa versione e ovviamente dal paramotore.

Questa versione della Scrambler è caratterizzata da una seduta posta a 860 mm (è disponibile come optional una sella con altezza ridotta di 20 mm), sospensioni Kayaba regolabili (con forcella da 46 mm di diametro) con escursione di 200 mm e pedane di ispirazione fuoristradista con gommini amovibili. Le pedane del passeggero, separate da quelle del pilota, possono essere rimosse. La Desert Sled è dotata anche di un Riding Mode “Off Road” nel quale è possibile disinserire l’ABS per la guida in fuoristrada.

Le ruote sono a raggi con canale nero nelle misure di 19’’ all’anteriore e 17’’ al posteriore e montano i pneumatici Pirelli Scorpion Rally STR nelle misure 120/70 R 19 M/C 60V M+S TL anteriore e 170/60 R 17 M/C 72V M+S TL posteriore.

Per il 2021 il Desert Sled cambia decisamente il proprio look con l’adozione della nuova livrea “Sparking Blue” arricchita da dettagli in rosso e in bianco sul serbatoio e sui parafanghi. Questa colorazione è un omaggio alle moto da Enduro anni ’80 e insieme alla sella con rivestimento anti scivolo, all’escursione forcella da 200 mm e alla griglia faro, esalta il carattere spiccatamente off-road della moto. La moto si completa con i cerchi dorati e il classico telaio nero.

  • Colorazioni: “Sparking Blue” con telaio nero e cerchi a raggi dorati
  • ABS Cornering disinseribile con il riding mode Off-Road
  • Riding Mode “Off Road”
  • Scarico con doppio terminale e cover nere
  • Telaio rinforzato per l’uso fuoristrada
  • Forcellone in alluminio dedicato
  • Ruote a raggi color oro anteriore da 19’’ e posteriore da 17’’ con pneumatici Pirelli Scorpion Rally STR. Nelle misure 120/70 R 19 M/C 60V M+S TL anteriore e 170/60 R 17 M/C 72V M+S TL posteriore
  • Sella dedicata con altezza da terra di 860 mm
  • Manubrio a sezione variabile con traversino
  • Forcella a steli rovesciati Kayaba regolabile con escursione da 200 mm
  • Ammortizzatore posteriore Kayaba regolabile con serbatoio separato
  • Serbatoio in acciaio a goccia con guance intercambiabili
  • Faro anteriore con griglia omologata
  • Parafango anteriore alto
  • Parafango posteriore allungato
  • Portatarga alto
  • Logo dedicato
  • Predisposizione per DMS (Ducati Multimedia System)
  • Frizione a comando idraulico
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Ultimi articoli