di Nicolas Patrini - 10 febbraio 2020

Lorenzo: “Wild card? Solo se potrò lottare al vertice”

Al termine dei test di Sepang il nuovo collaudatore Yamaha ha parlato ai microfoni MotoGP per dare le proprie impressioni sul lavoro svolto. Tra le righe si legge la voglia di fare bene e il rammarico per non aver potuto provare la M1 2020 e cercare il miglior tempo

1/13

“Ho visto Quartararo sorpassarmi velocemente, stava tentando il time attack con le gomme giuste e non sono riuscito a seguirlo per avere impressioni accurate. Con Vinales è stato diverso, perché più o meno abbiamo girato in modo simile e sono riuscito a capire dove perde qualcosa. Questi sono dati importanti per gli ingegneri. In questo modo capiamo meglio i punti forti e deboli della M1 2020. A parte questo io mi sono sentito meglio in sella e il feeling è aumentato rispetto a come era nei primissimi test. La cosa negativa è che non ho potuto provare la nuova moto per diverse ragioni. Purtroppo la pioggia è arrivata troppo in fretta e non sono riuscito a tentare il time attack: avrei dovuto cercare il miglior crono con le gomme giuste. Questo però passa in secondo piano perché il focus è tutto sullo sviluppo della nuova moto. Per quanto riguarda la wild card di cui si parla non so ancora dire molto. Vedremo in futuro: se sarò competitivo e potrò sfruttare l’occasione perché no. Farò la wild card se avrò la certezza di finire in una posizione che conta. Altrimenti è inutile. Fisicamente sto bene e in sella non ho alcun dolore. Mi sento bene, devo solo implementare la mia parte cardio per affaticarmi meno”.

Qui trovate i tempi siglati dai piloti nel day 3 dei test.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Ultimi articoli