MotoGP 2015, Le Mans: Smith è il più veloce del venerdì

Tutti si aspettano la lotta tra i “soliti”, magari la conferma della Ducati, prima con Dovizioso in FP1, invece la spunta il britannico del team Tech3, con un fantastico giro che migliora quello - già record - di Lorenzo. Dovi 3°, poi Crutchlow, Marquez e Rossi. I doloranti Pedrosa e Iannone sono 7° e 11°

Motogp 2015, le mans: smith è il più veloce del venerdì

Siamo al quinto appuntamento col Motomondiale 2015: si corre a Le Mans, Francia, e il venerdì è il teatro delle prime prove libere (qui gli orari TV delle sessioni di prove e qualifiche, nonché delle gare): non è una giornata priva di significato, i piloti e i team provano i setup per la gare e le qualifiche e cercano il tempo per entrare direttamente in Q2. Quindi ci sono già valide indicazioni per chi gioca a FantaMOTOCICLISMO: fate il vostro pronostico sulle prime 5 posizioni della classe regina e, a fine stagione, potrete diventare tester di Motociclismo per un giorno. Per partecipare cliccate sul pulsante arancione qui sotto

 

 

Nelle FP1 a primeggiare è Dovizioso, seguito da Marquez a 246 millesimi. Dietro il Cabroncito c’è Lorenzo, a un soffio, a sua volta braccato da Crutchlow e Pol Espargaro. Rossi è 7°, preceduto da Redding e seguito dai piloti che completano la top 10: Hernandez, Iannone e Smith. Curiosità per il rientro di Pedrosa dopo l’operazione che dovrebbe aver risolto i suoi problemi di sindrome compartimentale al braccio destro: si ferma al 13° posto, dopo le due Suzuki di Aleix Espargaro e Maverick Viñales.

 

Lorenzo fa subito il record

Le FP2 cominciano con Lorenzo velocissimo: dopo 4 tornate è suo il nuovo record sul giro a Le Mans con 1’33”369 (il precedente era di Marquez: 1'33”548 datato 2014. Sempre di Marc resta il record assoluto, quel 1’32”042 che gli era valsa la pole lo scorso anno). Dietro il maiorchino si piazzano Dovizioso, Smith, Marquez e Pol Espargaro, mentre Aleix si fa vedere a 30 minuti dalla fine, portandosi al 6° posto. Rossi è 8°, mentre Iannone (che gira dopo essersi fatto fare un’infiltrazione di antidolorifico) è 11°.

 

Dovizioso ancora veloce e concreto

Cade Viñales  alla curva 9 per perdita dell’avantreno a 25 minuti dalla fine. Nessun problema per lui. Nel frattempo risale Iannone, 8°, precedendo un Rossi ancora in fase di… studio. Decisamente più in palla il Dovi, che stampa un 1’33”553 con cui consolida il 2° posto e si porta a soli 184 millesimi da Lorenzo. Pedrosa naviga invece ai margini della zona punti virtuale. A 17 minuti dalla fine cade anche Bautista, alla curva Garage Vert, imitato da Di Meglio. Ok entrambi i piloti.

Aleix Espargaro passa al 4° posto, mentre Valentino migliora il proprio tempo ma resta 9°. Anche Pedrosa è in recupero e risale fino al 12° posto.

 

Marquez migliora, rossi no

A 11 minuti dalla fine cade De Angelis (seconda caduta della giornata per lui, senza conseguenze), mentre il cronometro mostra il consistente miglioramento di Pedrosa, che passa 3°. A 9 minuti dalla fine Rossi prova le gomme medie, ma è Marquez che si fa vedere con più decisione: 4° (gomma soft) e continua a tirare. Infatti fa 1’33”670 e risale di un’altra posizione. Rossi migliora, ma resta in fondo alla top 10, anche perché Hernandez passa al 7° posto e lo ricaccia giù.

 

Smith: acuto e caduta

A 5 minuti dalla fine è Smith a mostrarsi aggressivo: 1’33”179 e pole virtuale con nuovo giro veloce della pista, nella stessa tornata in cui Rossi risale fino al 5° posto. C’è Lorenzo che sta viaggiando su tempi migliori rispetto a quelli di Bradley, anche se alla fine non riesce a sopravanzare l’inglese. Bene Crutchlow, 4°. Tutti i piloti tentano il tutto per tutto e qualcuno esagera: alla curva 9 cade Pol. Crutchlow, che lo segue, deve rallentare, gettando al vento un giro buono. Alla curva 13 cade Aleix: che giornatina per i fratelli Espargaro. La sorpresa negativa è proprio Smith, che cade subito dopo il n° 41 della Suzuki, sempre alla curva 13. I piloti, entrambi ok, tornano mestamente ai box a piedi dandosi reciprocamente dei buffetti…

 

Due yamaha davanti a tutti

La sessione finisce con Iannone alla ricerca del giro buono, ma non riesce a fare di più che migliorare il proprio tempo. Resta 11°. Stessa cosa per Pedrosa: migliora il crono ma resta 7°. Le FP2 si chiudono con la seguente top 10: Smith, Lorenzo, Dovizioso, Crutchlow, Marquez (per nulla contento…), Rossi, Pedrosa, Pol e Aleix Espargaro, infine Hernandez. Segnaliamo Jack Miller per la prima volta molto vicino alle posizioni che contano: in meno di un secondo ci sono ben 12 piloti, il 13° è appunto Miller, a 1,074 secondi da Smith. Petrucci 16°, mentre le Aprilia sono sempre in difficoltà: 20° Bautista, ultimo Melandri, preceduto da De Angelis (che in FP2 non è riuscito a migliorare il tempo delle Libere 1).

 

Mondiale motogp 2015, le mans - prove libere 1

Pos.

Pilota

Nazione

Moto

Tempo

Distacchi

1

Andrea DOVIZIOSO

ITA

Ducati

1'34.034

 

2

Marc MARQUEZ

SPA

Honda

1'34.280

0.246 / 0.246

3

Jorge LORENZO

SPA

Yamaha

1'34.301

0.267 / 0.021

4

Cal CRUTCHLOW

GBR

Honda

1'34.310

0.276 / 0.009

5

Pol ESPARGARO

SPA

Yamaha

1'34.331

0.297 / 0.021

6

Scott REDDING

GBR

Honda

1'34.472

0.438 / 0.141

7

Valentino ROSSI

ITA

Yamaha

1'34.570

0.536 / 0.098

8

Yonny HERNANDEZ

COL

Ducati

1'34.598

0.564 / 0.028

9

Andrea IANNONE

ITA

Ducati

1'34.721

0.687 / 0.123

10

Bradley SMITH

GBR

Yamaha

1'34.729

0.695 / 0.008

11

Aleix ESPARGARO

SPA

Suzuki

1'34.854

0.820 / 0.125

12

Maverick VIÑALES

SPA

Suzuki

1'35.254

1.220 / 0.400

13

Dani PEDROSA

SPA

Honda

1'35.348

1.314 / 0.094

14

Stefan BRADL

GER

Yamaha Forward

1'35.367

1.333 / 0.019

15

Nicky HAYDEN

USA

Honda

1'35.510

1.476 / 0.143

16

Danilo PETRUCCI

ITA

Ducati

1'35.617

1.583 / 0.107

20

Alex DE ANGELIS

RSM

ART

1'35.802

1.768 / 0.002

25

Marco MELANDRI

ITA

Aprilia

1'36.973

2.939 / 0.366

 

Mondiale motogp 2015, le mans - prove libere 2

Pos.

Pilota

Nazione

Moto

Tempo

Distacchi

1

Bradley SMITH

GBR

Yamaha

1'33.179

 

2

Jorge LORENZO

SPA

Yamaha

1'33.369

0.190 / 0.190

3

Andrea DOVIZIOSO

ITA

Ducati

1'33.553

0.374 / 0.184

4

Cal CRUTCHLOW

GBR

Honda

1'33.652

0.473 / 0.099

5

Marc MARQUEZ

SPA

Honda

1'33.670

0.491 / 0.018

6

Valentino ROSSI

ITA

Yamaha

1'33.686

0.507 / 0.016

7

Dani PEDROSA

SPA

Honda

1'33.725

0.546 / 0.039

8

Pol ESPARGARO

SPA

Yamaha

1'33.903

0.724 / 0.178

9

Aleix ESPARGARO

SPA

Suzuki

1'33.944

0.765 / 0.041

10

Yonny HERNANDEZ

COL

Ducati

1'33.953

0.774 / 0.009

11

Andrea IANNONE

ITA

Ducati

1'34.092

0.913 / 0.139

12

Maverick VIÑALES

SPA

Suzuki

1'34.110

0.931 / 0.018

13

Jack MILLER

AUS

Honda

1'34.253

1.074 / 0.143

14

Scott REDDING

GBR

Honda

1'34.371

1.192 / 0.118

15

Stefan BRADL

GER

Yamaha Forward

1'34.543

1.364 / 0.172

16

Danilo PETRUCCI

ITA

Ducati

1'34.568

1.389 / 0.025

24

Alex DE ANGELIS

RSM

ART

1'35.938

2.759 / 0.756

25

Marco MELANDRI

ITA

Aprilia

1'36.056

2.877 / 0.118

 

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA