di Giorgio Sala - 06 luglio 2019

Tuuli è il primo poleman della MotoE

Al Sachsenring è andata in scena la prima E-Pole della storia. Tuuli stacca Garzo e Granado di oltre 7 decimi, bene i piloti italiani: Ferrari 6°, top 10 anche per De Angelis e Casadei. Squalificati Herrera e Raffin
Niki Tuuli
Finalmente la MotoE ha fatto il suo esordio. Dopo che le prime due gare sono state sospese per motivi legati all’incendio di questo inverno, il campionato elettrico del Motomondiale vede i piloti scendere a turno in pista per la E-Pole, sostanzialmente come la “vecchia” Superpole della SBK: un giro secco per fare il tempo più veloce. La prima ad uscire dai box è Maria Herrera, che non rispetta il semaforo rosso e quindi viene squalificata; anche a Jesko Raffin hanno esposto la bandiera nera, perché invece è uscito in ritardo: ogni pilota ha una finestra di 5 secondi per uscire dalla pit lane.

Il più veloce in pista è stato Niki Tuuli, ossia il penultimo a solcare il tracciato tedesco. Il finlandese precede lo spagnolo Garzo e il brasiliano Tuuli, il migliore italiano è Matteo Ferrari (6°) che si mette alle spalle di Simeon e Di Meglio, mentre riesce a fare meglio di Bradley Smith e Nico Terol. Completano la Top 10 Alex De Angelis e Mattia Casadei. La gara della MotoE anticiperà quelle del Motomondiale: cliccate qui per gli orari tv!
1/15 MotoE 2019, Sachsenring: Jesko Raffin

MotoE 2019, Sachsenring: risultati qualifiche (Top 10)

POS PILOTA GAP
1 N. TUULI 1’27.456
2 H. GARZO +0.787
3 E. GRANADO +0.798
4 M. DI MEGLIO +0.928
5 X. SIMEON +0.933
6 M. FERRARI +1.336
7 B. SMITH +1.402
8 N. TEROL +1.526
9 A. DE ANGELIS +2.097
10 M. CASADEI +2.449
© RIPRODUZIONE RISERVATA