di Beppe Cucco - 08 ottobre 2018

In vendita i motori della Moto2

Dal prossimo anno in Moto2 i motori Honda di 600 cc verranno sostituiti dal 3 cilindri Triumph di 765 cc. Per questo, i "vecchi" 4 cilindri utilizzati nella classe di mezzo del Motomondiale vengono ora messi in vendita. Ecco il prezzo e le info per l'acquisto
  • Salva
  • Condividi
  • 1/24

    Nel 2010 la classe 250 del Motomondiale fu sostituita dalla Moto2: al posto dei vecchi motori 2T di 250 cc si passò a più recenti 4 cilindri 4T di 600 cc. Al fine di mantenere "bassi" i costi per i Team, si scelse di equipaggiare le Moto2 con il motore della Honda CBR600RR e di imporre delle limitazioni sulla preparazione. Ora, dopo nove stagioni di onorata carriera, il motore della Honda CBR600RR ha le ore contate. A partire dalla prossima stagione, infatti, al posto del 4 cilindri Honda verrà utilizzato il motore 3 cilindri Triumph da 765 cc, quello della Street Triple RS.

    Che farsene quindi dei "vecchi" 4 cilindri Honda? ExternPro, l'azienda spagnola che si occupa della preparazione dei motori per la Moto2, ha deciso di metterli in vendita. I motori verranno venduti con non più di 6.000 km sulle spalle e insieme al propulsore verrà fornita la lista di tutte le modifiche effettuate e i pezzi originali sostituiti. Dorna e ExternPro non offrono nessun tipo di garanzia sul motore.

    Il prezzo? Vi bastano 1.950 euro per portarvi a casa un motore della Moto2. Se siete interessati potete mandare una mail a Asier Maldonado oppure chiamarlo al numero +34-978877848.

    L'albo d'oro della Moto2

    Nel primo anno della Moto il Titolo Mondiale è andato allo spagnolo Toni Elias su un Moriwaki, seguito nel 2011 dal tedesco Stefan Bradl (Kalex). Dal 2012 al 2014, la classe è stata nuovamente dominata dagli spagnoli: Marc Márquez (Suter), Pol Espargaró (Kalex) e Tito Rabat (Kalex). Dopo di loro è stata la volta del francese Johann Zarco (Kalex), che ha vinto due campionati di fila, 2015 e 2016. L'anno scorso, il titolo è andato a Franco Morbidelli (Kalex).

    Quest'anno invece la sfida è ancora aperta, tra la Kalex di Francesco Bagnaia e la KTM Miguel Oliveira. Con quattro gare ancora da disputare, grazie alle sue sette vittorie Bagnaia ha 259 punti, contro i 231 di Oliveira, che ha vinto due gare quest'anno.

    Franco Morbidelli
    © RIPRODUZIONE RISERVATA
    Le ultime news