Pirro: "La Panigale V4, per un amatore, è quasi esagerata"

Durante il World Ducati Week 2018, Michele Pirro ha vinto la Race of Champions in sella alla Panigale V4 S. Ecco le sue impressioni sulla moto
In occasione del World Ducati Week 2018 (cliccate qui per tutti i dettagli sulla grande festa della Casa di Borgo Panigale), i piloti Ducati sono scesi in pista per correre la Corsa dei Campioni. A vincere è stato Michele Pirro, più abituato alla moto rispetto ai piloti della MotoGP. Pochi attimi dopo essere sceso dalla 4 cilindri gli è stato chiesto cosa ne pensasse e quali, a suo parere, sono le differenze rispetto alla vecchia 2 cilindri. Ecco le sue parole:

“La differenza è tanta, la V4 gira molto più in alto ed esprime più potenza. Il bicilindrico ha più coppia in basso e questo cambia lo stile di guida in pista. Ciò che fa davvero la differenza son gli ingombri del motore e le sue inerzie, che obbligano a una guida diversa. La Panigale V4, per un amatore, è fin troppo abbondante: alla prima uscita sono andato con la mappa più soft eppure sono abituato anche alla MotoGP. La bontà del motore è davvero tanta".

Qui trovate il nostro test della Ducati Panigale V4. Cliccate qui, invece, per salire con noi in sella e fare un giro on-board a Valencia.
1/21 Casey Stoner - World Ducati Week 2018

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA