SPECIALE SALONE EICMA 2021
Tutte le novità Casa per Casa

Jorge Lorenzo: "Ero lento e insicuro; ho rischiato, non mi è andata bene"

Un tempo incerto con qualche scroscio d'acqua ha condizionato la prestazione di Lorenzo e Iannone, mentre le slick sono valse il podio per Marquez, Rossi e Pedrosa. Dovizioso si dice "dispiaciuto" che Crutchlow lasci la Ducati

Jorge lorenzo: "ero lento e insicuro; ho rischiato, non mi è andata bene"

Siamo quindi giunti alla fine di questo Campionato 2014, con quest'ultima gara che ha visto assegnato il titolo della Moto3 e che in Moto2 ha portato male a Rabat, che finisce la benzina all'ultimo. In MotoGP ancora una volta Marquez la fa da padrone e, portando a casa la 13esima vittoria, sigla un altro record, ma si... fa notare anche uno scatenato Valentino Rossi, che termina 2° sia in gara che in campionato (e quest'anno, con un Marquez così "marziano", è una mezzza vittoria. Traspare anche dalle parole di Rossi stesso nella nostra intervista). Molto motivato anche Dovizioso, incredulo dei progressi fatti dalla DucatiGodetevi le immagini della gara e leggete le dichiarazioni post gara dei piloti.

 

Marc Marquez

Sono davvero contento, soprattutto per mio fratello! E' un giorno molto felice, ancor più che a Motegi, quando sono stato incoronato campione. Oggi Alex ha conquistato il titolo Moto3 che meritava, e per mettere la ciliegina sulla torta sono riuscito a chiudere l'anno con una vittoria qui a Valencia. Mi congratulo con mio fratello per la sua stagione, perché sia lui che la Honda hanno fatto un ottimo lavoro quest'anno! Ora è il momento di festeggiare in un modo appropriato per l'occasione, perché sarà difficile ripetere un'altra stagione come questa. Durante la gara di oggi mi sono ricordato di Aragon, perché pioveva e c'è stato un momento in cui ho valutato se cambiare o meno la moto. Alla fine siamo rimasti calmi e abbiamo proseguito con la nostra strategia. La gara mi è piaciuta, ma ho sofferto un po'! Grazie a tutta la squadra per tutti i loro sforzi in questa stagione!

 

Valentino Rossi

Sono felice, perché ho finito questa stagione molto positiva per me e per la squadra con una grande gara e un buon risultato qui a Valencia. Fare la pole position e finire al secondo posto è un grande risultato per me, soprattutto perché questa gara è stata molto difficile e le condizioni erano molto pericolose. Ho cercato di rimanere concentrato e di non fare errori. E' un peccato perchè poi ho iniziato a soffrire un po' sul lato destro del pneumatico, non ero così lontano da Marc, ma comunque è stata una buona stagione. Abbiamo ottenuto il secondo posto in campionato e abbiamo fatto un sacco di podi, con due vittorie. Ora dobbiamo lavorare per essere ancora meglio il prossimo anno. La mia sfortuna si chiama Marc Marquez, perché senza di lui potrei vincere il campionato e molte più gare. Ha fatto un lavoro fantastico e ha vinto tantissime corse: è un grande piacere di lottare con lui. Noi non siamo così lontani e non molliamo mai per cercare di avvicinarci. Durantte i test, ma in modo particolare nella giornata di martedì, si inizia a lavorare per la prossima stagione. Sono arrivato molto vicino ai 300 punti ma Marquez ha vinto molte più gare di me, quindi io e la squadra dobbiamo migliorare la Yamaha per cercare di stare più vicini durante tutta la stagione. Il test è importante perché abbiamo tanta roba nuova da provare per il prossimo anno, quindi sarà molto interessante.

 

Daniel Pedrosa

Non è stata la mia migliore stagione e ovviamente non sono soddisfatto, ma bisogna saper prendere gli aspetti positivi della situazione, perché abbiamo imparato molto quest'anno. Nei prossimi giorni faremo dei test e cercheremo di ottenere il meglio dalla moto in vista di quelli successivi, che arriveranno nel mese di Febbraio. La gara di oggi è stata difficile: ha piovuto molto in alcune zone della pista ed è stato molto difficile restare in piedi, perché in altre zone la pista era asciutta. Abbiamo dovuto prenderci dei rischi e anche fare attenzione allo stesso tempo. D'altra parte, abbiamo chiuso sul podio e questo è un bene, perché non avevamo preso punti nelle due gare precedenti.

 

Jorge Lorenzo

Ad Aragon avevo scelto di rientrare ai box ed era stata una buona decisione, ma qui non pioveva abbastanza per sfruttare a dovere il pneumatico posteriore. Stavo perdendo molto tempo come le slick, che stavano decadendo a causa della pioggia. Gli altri piloti sono stati più sicuri, non avevano paura di fare un errore, quindi sono rimasti più veloci mentre io continuavo a perdere tempo. Come ad Aragon, invece che finire in quinta, sesta o settima posizione, ho preferito correre dei rischi, ma oggi non abbiamo avuto la stessa fortuna. Sono entrato ai box perché perdevo tempo ad ogni giro: ero cinque o sei secondi più lento rispetto agli altri, e alla fine ho deciso di ritirarmi. Abbiamo fatto un errore, ma dobbiamo imparare da tutti gli errori che abbiamo commesso in questa stagione al fine di essere più forti e più intelligenti il prossimo anno.

 

Andrea Dovizioso

Sono molto contento del quarto posto perché è la conferma che questo weekend abbiamo lavorato bene, come dicevo ieri nonostante una qualifica piuttosto deludente. Sono soddisfatto della mia gestione di gara, perché partendo dalla terza fila qui a Valencia è molto complicato recuperare. E’ stato difficile, perché con la pioggia non si sente il limite e quindi dipende da quanto si vuole rischiare. Ho dato il massimo, anche se forse si poteva rischiare qualcosa di più quando ha iniziato a piovere, ma va bene così. Voglio ringraziare tutta la mia squadra, perché abbiamo lavorato bene insieme per tutta la stagione. Con Cal la lotta è stata bella e aggressiva, ma come sempre pulita, e quindi mi sono divertito e adesso un po’ mi dispiace che Cal lasci la nostra squadra!

 

Cal Crutchlow

Credo che sia stato un bel modo per finire la mia stagione: Andrea ed io insieme in pista, quarto e quinto rispettivamente, abbiamo fatto un buon lavoro. Forse avrei dovuto spingere un po’ di più nelle condizioni insidiose create dalla pioggia, ma sono sicuro che avremmo potuto ottenere lo stesso risultato anche con condizioni di asfalto asciutto. E’ stato un buon weekend, il mio passo di gara è stato buono e ho fatto una bella lotta con Andrea. Sono soddisfatto della mia prestazione nell’ultima gara della stagione. Ovviamente voglio ringraziare Ducati e tutti i ragazzi del team: hanno fatto un ottimo lavoro e mi dispiace davvero lasciarli. Faccio i miei auguri a tutti per il futuro.

 

Pol Espargaro

Non sono completamente soddisfatto del risultato; non per la posizione in sé, quanto per come sono andate le cose. La seconda fila era una buona base di partenza e già questa mattina, con il pieno di carburante e gli pneumatici usati, avevo chiuso secondo nel warm-up. Purtroppo, proprio in partenza è iniziata a cadere la pioggia, che ha rovinato le nostre strategie. Io non sono ancora a mio agio in queste consdizioni con le gomme slick, e non potevo rischiare troppo. Avevo Bradley (Smith) e mio fratello (Aleix Espargaró) molto vicini in gara: così ho pensato solo a finire la gara senza commettere errori. Ho concluso il mio anno da rookie come il miglior pilota satellite: era esattamente il nostro obiettivo all’inizio della stagione. Voglio ringraziare il team non solo per il lavoro, ma anche per la pazienza,  l'insegnamento e il sostegno di quest'anno.

 

Aleix Espargaro

Si chiude una stagione davvero unica insieme al team NGM Forward Racing. Insieme abbiamo ottenuto un risultato incredibile con la settima posizione in Campionato in sella ad una Open. Mi sono tolto davvero tante soddisfazioni in questo team: la prima pole, il primo podio e una stagione a lottare con i primissimi. Voglio ringraziare la “famiglia Forward” per l’impegno con cui hanno affrontato questa stagione e la grande fiducia che mi hanno dato. Tutti i ragazzi hanno fatto un lavoro davvero incredibile per permettermi di competere sempre con i più forti. Grazie a Yamaha, alla mia famiglia e agli sponsor e partner per il loro supporto".

 

Stefan Bradl

Sicuramente mi aspettavo qualcosa di più dalla gara, perché il nostro potenziale era più grande e il passo più veloce. Ma questa è stata una gara alquanto strana perché all’inizio con la pioggia non sono stato abbastanza forte da provarci. Avevo paura di cadere e rovinare l’ultima gara con LCR ed Honda. L’ottavo posto è accettabile visto e considerato che non mi piace molto questo tracciato. Comunque anche il 2014 è finito e con tutti gli alti e bassi non è stato facile. Mi sono veramente divertito negli ultimi 3 anni con LCR e desidero ringraziare in primis Lucio per aver creduto in me e poi tutti i ragazzi della squadra e gli sponsor per avermi sempre sostenuto

 

Michele Pirro

Sono contento perché non è mai facile finire nei primi dieci in MotoGP. Mi dispiace solo perché all’inizio non volevo fare errori e ho guidato con un po’ troppa cautela: sono sicuro che sarei potuto arrivare più in alto in classifica, però è stato un mio errore e quindi non posso dare la colpa a nessuno. Ringrazio la Ducati per questa possibilità che mi ha dato: ci riproverò l’anno prossimo e spero di fare un ulteriore passo avanti perché credo che ce lo meritiamo tutti.

 

Scott Redding

Sono contento di aver ottenuto la top ten anche nell’ultima gara della stagione: abbiamo incontrato condizioni difficili ma sono stato in grado di trarne vantaggio. I piloti davanti a me non erano poi così lontani: ci ho provato fino in fondo, anche se il rendimento della gomma morbida è calato e questo mi ha messo un po’ in difficoltà nei lunghi curvoni, dove serve farla scivolare per far curvare la moto. In ogni caso, abbiamo comunque vissuto un grande fine settimana: volevo raccogliere un bel risultato per ringraziare il team e alla fine ce l’ho fatta. Sono contento anche perché oggi siamo stati alquanto più veloci delle altre Honda in configurazione Open e alla fine risulto il migliore in classifica tra i piloti che hanno avuto a disposizione quest’anno la mia stessa moto.

 

Danilo Petrucci

Siamo stati tra i pochissimi a usare la gomma dura al posteriore, e forse questa è stata una scelta che non ha portato subito dei vantaggi, ma quando sono andate giù le gomme degli altri ho iniziato a spingere. Poi verso metà gara è iniziato a piovere e sono andato a prendere Aoyama, ma ho preso qualche rischio che però alla fine ha pagato. Ci tenevo a far bene, quindi mi sono impegnato e ho passato Bautista, Hayden e Aoyama. Poi Barberà ma lui mi passava sul rettilineo e io riuscivo a sorpassarlo nelel curve. Alla fine mi ha risorpassato e mi ha portato fuori, ma non fa niente perché sono riuscito a prendere dei punti e a mantenere la ventesima posizione nel mondiale. Ringrazio la squadra che qui ha fatto un bel lavoro, la moto mi piaceva molto. Ringrazio tutti quelli che mi hanno permesso di correre nella MotoGP.

 

Alvaro Bautista

Purtroppo il risultato di questa gara riassume quella che è stata la nostra stagione: un disastro. Anche in questa ultima gara non siamo mai riusciti a far lavorare la moto e di conseguenza in gara non siamo neanche stati in grado di lottare con il secondo gruppo di piloti. Quando è apparsa la pioggia, inoltre, la situazione è peggiorata e sentivo ancora meno feeling. Peccato, mi dispiace anche perché questa era la mia ultima gara con la Honda. Oggi finisce una stagione da dimenticare, senza dubbio una delle più dure della mia carriera.

 

Alex de Angelis

Si chiude per me la stagione con il team NGM Forward Racing. Avrei voluto chiuderla diversamente, ma gli ultimi giri ho davvero faticato. Non ero partito male, mi sono avvicinato alla zona punti, ma con l’avvento della pioggia ho iniziato a perdere confidenza al posteriore e non sono più riuscito a tenere il passo e a difendere la posizione. Mi dispiace perché sarebbe stato bello chiudere l’anno in zona punti per salutare tutti nel migliore dei modi.

 

Andrea Iannone

Mi dispiace di aver concluso la gara così. Sono partito subito molto forte e sapevo di avere un buon passo e di avere la possibilità di stare insieme ai primi. Inizialmente gli altri giravano più piano rispetto ai tempi prove. Avevo un ottimo feeling e sono riuscito a spingere al massimo girando in testa per un terzo di gara, ma verso il settimo giro si è rifatto vivo il bruciore nel braccio e ho dovuto rallentare un po’ per la mancanza di forza. Quando ha incominciato a piovere ho deciso di cambiare moto pensando che continuasse ma purtroppo non è andata così. Sono molto contento di questa stagione e voglio ringraziare Il Pramac Racing Team per tutto il lavoro e il supporto che mi hanno dato in questi due anni!

 

Yonny Hernandez

Sono deluso dal fatto che mi sono dovuto ritirare. Da subito avevo un ottimo feeling riuscivo a spingere forte e ho raggiunto la dodicesima posizione al primo giro per poi arrivare fino all’ottava posizione. Nel corso del terzo giro ho perso il feeling con lo pneumatico anteriore, avevo la stessa sensazione che avevo avuto a Brno. Si chiudeva lo sterzo a tutte le curve e sembrava di guidare su una pista piena di buche. A quel punto ho deciso di fare un’altro giro ma non c’era niente da fare. Mi dispiace aver chiuso l’ultima gara con un ritiro. A partire dai test avrò una moto nuova e incomincerò da subito a dare il massimo per fare sempre meglio.

 

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA