Headbanger Hollister: spartana, raffinata, bellissima e “ignorante”

Bella e ignorante. Ha il motore a carburatore e il serbatoio piccolo: non fai molta strada ma viaggi nel tempo. Fatta in Italia con filosofia da americana pura. Continua la serie delle video prove singole delle 9 protagoniste della comparativa in Puglia (tutti i dettagli su Motociclismo di agosto)

Headbanger hollister: spartana, raffinata, bellissima e “ignorante”

Esattamente come accaduto per le maxienduro in Tunisia, anche per la comparativa cruiser abbiamo prodotto un sacco di bei video. Il minimo per una prova che si inserisce nel lungo programma di eventi con cui festeggiamo insieme a voi i nostri primi 100 anni. Il film della comparativa pugliese ve lo abbiamo già proposto (cliccate sui link per il primo tempo e il secondo, dove si annuncia la vincitrice) e anche il back stage della prova è già diventato un video (lo trovate qui).

 

UNA PER UNA

Tutti i dettagli della prova li trovate su Motociclismo di agosto, ma ora è il momento di approfondire il discorso sulle moto. Ecco quindi che comincia la serie delle 9 video prove singole, per scendere nei particolari e assaporare “quasi dal vivo” le sensazioni provate dai nostri tester e dai lettori che abbiamo invitato a condividere l’esperienza. Nei video parlano tutti e i giudizi hanno tutti la stessa dignità, sia che provengano dall’esperienza del capo spedizione, sia che a formularli sia un emozionatissimo neotester.

 

L’AMERICANA DI BRESCIA

La seconda moto che prendiamo in esame dopo la Harley-Davidson Low Rider (qui la video prova), è la Headbanger Hollister (25.448 euro cim: qui la gallery). Si tratta di una cruiser davvero atipica. Intanto ha la faccia da americana ma è fatta a Brescia. Poi delle cruiser non ha proprio tutte le caratteristiche. In particolare il comfort, l’autonomia, l’ergonomia e le dotazioni non sono certo le migliori frecce nel suo arco: vibrazioni feroci, calore sprigionato dal motore a dir poco avvertibile, sospensioni inesistenti, erogazione on-off, frenata un po' così... e posizione di guida "no compromise", sella bella ma di dimensioni ridotte, passeggero considerato poco o nulla (mancano totalmente gli appigli). Ma questa moto ha carattere, e qui non ha rivali. Il suo sound è stato definito dai nostri tester "un elicottero chiuso i uno sgabuzzino". Serve dire altro? Dei 9 motori della comparativa, il V2 della Hollister (1.450 cc, alimentazione a carburatore) è il più potente e prestazionale: 110,16 CV; 150 e passa Nm di coppia (solo la Honda F6C ne ha di più). Derapate come se niente fosse e la miglior velocità massima del lotto. E pazienza se il serbatoio, molto caratteristico, è poco capiente. I 7 litri garantiscono un'autonomia di soli 100 km... La Hollister vanta soprattutto una personalità dura e pura come poche, assolutamente esaltata da una realizzazione tanto essenziale quanto raffinata.

Moto da vivere km dopo km, moto da fighi, moto da domare.

 

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA