Ohvale GP-0: provata in pista la gamma 2017

Midi-bike Ohvale: prova in pista, prezzi, schede tecniche e novità 2017. Abbiamo testato la GP-0 al kartodromo del Cremona Circuit di San Martino del Lago, guidano le versioni 110 cc e 190 cc Daytona 4 marce. La “motina” nata dal progetto di Valerio da Lio e Mariano Fioravanzo è piccola ma davvero tosta, ecco come va e cosa cambia rispetto al modello precedente

Il progetto Ohvale

Il progetto Ohvale GP-0 nasce da un'idea di Valerio Da Lio e dalla sua esperienza trentennale nel settore delle due ruote, come designer in Aprilia. In particolare l’idea da cui prende vita questa “piccola” moto da corsa è quella di proporre un nuovo concetto di due ruote: non è una “Minimoto”, non è una “Mini GP”, né tantomeno una “Pitbike”. A far nascere la Ohvale GP-0 è il desiderio di progettare un mezzo che offra il divertimento di una vera moto con una facilità di guida alla portata di tutti, anche dei neofiti e delle ragazze. Questa piccola moto, con ergonomia accessibile, facile e giocosa, permette ai più smaliziati un approccio simile a quello di una vera moto racing, abbattendo però drasticamente i costi e tutte le scomodità connesse alle trasferte in pista (spostamenti con carrello, costi di gestione, ecc). Ogni componente della Ohvale GP-0 è pensato con lo scopo di facilitare chi scegli di cimentarsi nella guida fra i cordoli, senza dimenticare la raffinatezza, la robustezza ed il “feedback” al pilota di una moto pronto pista “normale”.

La gamma Ohvale GP-0 vede nel 2017 quattro versioni: 110 cc automatica (8 CV circa), 110 cc a marce (11 CV), 160 cc a marce (15 CV) e 190 cc a marce (24 CV).

La nostra prova in pista

Casco, tuta, guanti e stivali. Partiamo così alla volta del Cremona Circuit, dove ad aspettarci c’è uno sciame di Ohvale GP-0 2017 (e di cimici, che hanno letteralmente invaso le campagne di Cremona) da 110 e 190 cc, entrambi i modelli hanno 4 marce. A prima vista vien da pensare “come farò ad appollaiarmi lì sopra, è davvero piccola!”... Subito dopo guardiamo la GP-0 con un occhio più attento e notiamo con piacere che si tratta di una moto ben fatta, si vede che in Ohvale la cura dei dettagli non è passata in secondo piano. Non abbiamo neanche il tempo di finire di osservarla per bene che veniamo richiamati all’ordine: “preparatevi, indossate le tute e andate a divertirvi!”. Voi vi sareste fermati ancora a guardare?

La prima GP-0 su cui saliamo è la entry level a 4 marce da 110 cc. Una volta in sella ci si accorge di quanto la moto sembri piccola, ma in realtà fornisca tutto lo spazio necessario al pilota per muoversi agevolmente in sella e per assumere una posizione che richiama davvero quella di una moto “grossa”. Girando sul kartodromo di Cremona, le prime due marce servono solo in partenza, dopodiché la 110 cc usa solo gli ultimi due rapporti, anche se in prevalenza si cerca di tenere inserita la marcia più alta e di lasciar scorrere fra le curve la più piccola delle GP-0 (le marce si inseriscono tutte in su, con la folle nell’innesto più basso). Il progetto nasce con l’idea di permettere a tutti di “mettere il ginocchio a terra” con facilità e in effetti sembra proprio che sia così. La GP-0 110 è intuitiva e facile ma altrettanto precisa e stabile. Durante la mattinata l’asfalto in pista non era dei migliori, con alcune zone umide, ma con la Ohvale viene spontaneo cercare di forzare e lo si fa in tutta sicurezza grazie a una ciclistica davvero comunicativa.

Pochi turni per provarla a dovere e poi passiamo senza sosta alla sorellona più grande per capire dove, nella sostanza, si sente la differenza. La 190 cc con motore Daytona ha un carattere decisamente diverso, anche se mantiene la stessa impostazione di guida: se con la 110 è possibile aprire il gas con un po’ di sana ignoranza da parte del pilota, la più potente delle Ohvale fa da sola la parte della “ignorante” e a chi la guida spetta il compito di gestirla al meglio. Mentre con la 110 cc si può uscire dalle curve con il gas spalancato in tutta sicurezza, con la 190 cc occorre stare in guardia si alza di gas in uscita dalle curve più lente.

Lo stile di guida in sella è esattamente quello di una “moto vera”, dove il pilota si trova a dover gestire i movimenti del corpo. Sulla Ohvale però il tutto è portato alla ennesima potenza dato che, pesando soltanto 60 kg circa, ogni spostamento in sella ha ripercussioni importanti sulla dinamica della moto. Per capire esattamente questo concetto ci siamo fatti spiegare come hanno pensato le moto della gamma Ohvale: il telaio a traliccio perimetrale con tubi in acciaio ha una maneggevolezza da invidiare alle moto più grandi e dal punto di vista della distribuzione dei pesi l’ingegnere Mariano Fioravanzo è partito proprio dallo studio dei baricentri, per costruire una moto a misura di pilota, dove le forze in gioco durante il moto hanno risultante nulla a favore di un equilibrio davvero alto. Per questo motivo la posizione in sella è di fondamentale importanza, a ogni movimento corrisponde una reazione repentina e per cercare la prestazione occorre caricare il peso sull’anteriore per tenerlo stabilmente al suolo (ma non troppo da metterlo in crisi). Tanto più i movimenti in sella sono bruschi, quanto più le GP-0 risultano incerte. Per questo motivo il pilota ha il compito di spostarsi scivolando in modo uniforme da un lato all’altro della moto, per impostare le curve, e di racchiudersi sul serbatoio in rettilineo a favore di una maggiore efficienza aerodinamica. Ricordiamo infatti che il grosso del lavoro dei tecnici Ohvale è stato proprio quello di dover gestire il peso del pilota, in questo caso, spesso, più alto di quello della moto stessa.

Punto forte di questa piccola moto da corsa è l’ingresso in curva, dove si dimostra stabile e capace di tenere bene la traiettoria impostata. Funzionano a dovere anche le mescole delle gomme, fabbricate su specifiche Ohvale e montate su cerchi da 10”. Insomma, chi cerca divertimento a prezzi decisamente contenuti rispetto a quelli delle uscite in pista con le moderne supersportive troverà nella Ohvale pane per i suoi denti, sia che si tratti della più mansueta 110 cc, sia che si salga in sella alla più grintosa 190. Entrambe le versioni provate (nella gamma Ohvale 2017 figura anche la 110 cc con cambio automatico e la 160 cc 4 marce, ma non abbiamo avuto modo di provarle poiché il test è stato organizzato sui due modelli descritti) si sono rivelate ottime in frenata grazie alle pinze monoblocco radiali e la ciclistica permette di entrare in curva con i freni “in mano” in tutta sicurezza.

Dopo aver preso confidenza con queste piccole grandi moto lo staff Ohvale ha organizzato una gara "amichevole" fra tester: qualifica, gara 1 e gara 2. Fortunatamente ognuno aveva solo se stesso come avversario, dato che l'obiettivo era quello di mantenere costante il tempo sul giro in base al proprio tempo di qualifica. Insomma, al termine della giornata in pista siamo usciti con il sorriso, in fondo il detto “poca spesa, tanta resa” qui trova davvero la sua migliore concretizzazione. 

Design e carrozzeria

Lo stile e il design delle GP-0 sono studiati per essere al servizio della tecnologia e delle prestazioni. La carrozzeria è costruita con un procedimento che assicura robustezza, elasticità, leggerezza e spessore costante. In particolare il codone/serbatoio è fatto in un unico pezzo, per garantire la massima solidità, mentre la benzina è contenuta in un sottoserbatoio di 3,5 litri. La parte anteriore è divisa in frontale, laterali e puntale/vasca per limitare i danni in caso di caduta. La posizione di guida, che vanta leve e pedane regolabili, è studiata per assicurare una ergonomia da moto per il migliore utilizzo e controllo a piloti di tutte le corporature.

Ciclistica

Il telaio è un traliccio perimetrale con tubi in acciaio ad alto snervamento costruito in Italia. La progettazione, realizzata interamente in CAD 3D, segue gli stessi canoni di una moto sportiva, come conferma l’Ing. Mariano Fioravanzo: “Siamo partiti studiando i baricentri, posizione pignone, tiro catena, avancorsa, posizione cannotto, offset piastre, al fine di arrivare a quella distribuzione dei pesi giudicata ottimale sulle sportive moderne, 53% all’anteriore, 47% al posteriore”. Il forcellone posteriore è in lega di alluminio con bracci a sezione variabile e componenti estruse saldate alle estremità. Il comparto sospensioni, realizzato su specifiche Ohvale, si compone di: una forcella anteriore “upside down”, con steli da 33 mm e foderi in alluminio anodizzato; un mono-ammortizzatore posteriore regolabile in precarico molla, idraulica in compressione e ritorno e interasse tramite un sistema studiato sul telaio. L'impianto frenante è caratterizzato da soluzioni tecniche come le moto maxi sportive: all'anteriore pinze radiali monoblocco a quattro pistoncini con disco da 180 mm, al posteriore pinze a due pistoncini con disco da 155 mm, pastiglie sinterizzate, tubi in treccia e leve regolabili. I cerchi da 10", in lega di alluminio a 3 razze sdoppiate, sviluppati da Ohvale e prodotti interamente in Italia, sono una delle caratteristiche tecniche principali del progetto Ohvale GP-0; gli pneumatici sono stati realizzati espressamente su specifiche Ohvale per garantire un feeling omogeneo con la ciclistica e le mescole disponibili sono ben 4, compresa quella dedicata a correre sul bagnato. Tra i particolari in alluminio ricavati dal pieno si segnalano la piastra superiore di sterzo, la piastra inferiore, il perno sterzo in alluminio con cuscinetto conico inferiore e a sfere superiore registrabile, i semimanubri e relativi supporti, il gruppo pedane, le leve cambio e freno posteriore regolabili che lavorano su bronzine con guarnizioni di tenuta per garantire funzionalità e scorrevolezza nel tempo. Il tappo serbatoio è di tipo aereonautico.

Il cuore delle Ohvale

I propulsori scelti sono motori a 4 tempi, 2 o 4 valvole, a marce o automatici con avviamento elettrico o kick start, con potenze tra 8 e 25 CV. Tutte le moto escono dall'azienda piombate e controllate di modo che il cliente possa direttamente accedere ai campionati riconosciuti da Ohvale. Le diverse versioni sono state equipaggiate con scarico Arrow in acciaio inox e titanio, con tubi a diametri differenziati, sviluppato al banco prova appositamente per la Ohvale GP-0. 

Le novità tecniche introdotte sui modelli della gamma 2017

  • Nuovi cerchi, in lega di alluminio con trattamento termico, design a 3 razze sdoppiate. Rispetto al modello precedente la rigidità è aumentata del 40% e l’inerzia è stata ridotta del 25%. Finitura anodizzata
  • nuovi pneumatici slick, sviluppati in esclusiva per Ohvale GP-0, disponibili nelle mescole medium, soft, super soft, rain
  • nuova pompa freno anteriore, più performante, con maggiore facilità nello spurgo e maggiore resistenza all'affaticamento
  • filtro aria racing in grado di aumentare le prestazioni del motore
  • nuovo serbatoio per la benzina con aumento della capacità a 3,5 litri
  • rafforzamento collaborazione con l'azienda motoristica Zongshen, le cui motorizzazioni equipaggiano le versioni 110 automatic, 110 4speed e 160 4speed
  • nuovo silenziatore in titanio per le versioni 110 automatic, 110 4 speed e 160 4 speed per ridurre la rumorosità dei mezzi a parità di prestazioni
  • nuovo silenziatore in titanio per la 190 cc con motore Daytona, caratterizzato da un aumento di volume con un diametro più grande nella parte finale, nuovo anche il materiale fonoassorbente e un dispositivo sul tubo di uscita per ridurre le alte frequenze di rumore
  • kit sospensioni Öhlins - set up Ohvale, sviluppato con Andreani Group, composto da un mono ammortizzatore regolabile in compressione, estensione e precarico molla, e una cartuccia idraulica completa di molle, regolabile in compressione, estensione e precarico (optional).

Accessori 2017

Ohvale realizza una linea di accessori specifici per le proprie GP-0. Il catalogo 2017 vede i seguenti optional:
  • grafiche e colori personalizzati al momento dell'acquisto
  • decalco protezione serbatoio
  • parafango anteriore in carbonio
  • parafango posteriore in carbonio
  • frontale carena in carbonio
  • puntale – vasca inferiore in carbonio
  • 7 - pneumatici pmt slick - sviluppati per Ohvale GP-0 (anteriore 100/85 - 10 - posteriore 120/80 - 10 - mescola media, soft , super soft o rain)
  • kit radiatore olio (motore a marce)
  • carburatore mikuni 26 /keihin pe 28
  • corona in alluminio
  • kit pignoni e catena serie oro
  • leva per comando cambio rovesciato
  • cavalletto anteriore
  • termocoperte
  • kit regolazione precarico molla forcella
  • kit sospensioni Öhlins - set up ohvale
  • telo coprimoto
  • pastiglie freno high performance
  • kit CIV (comprende tutti gli accessori per uniformare le moto al regolamento tecnico FMI)
  • interruttore di spegnimento a strappo

Attività sportiva in sella a Ohvale GP-0

Ohvale GP-0 si propone come un prodotto dal DNA sportivo, nato dall'idea di fornire anche ai piloti più giovani la possibilità di un percorso di crescita in sella e di confronto con i coetanei. Infatti, per i modelli GP-0 ha creato, fin dall'inizio della commercializzazione, campionati monomarca basati su un regolamento che prevede: moto uguale per tutti, nessuna modifica consentita, motori piombati. Questa formula ha incrementato il numero dei partecipanti di anno in anno fino a raggiungere nel 2016 oltre 180 piloti iscritti. A livello nazionale, l'attività sportiva Ohvale si sviluppa attraverso:
  • FMI: Trofeo Ohvale Italia, all'interno del programma CIV Junior, con cui si permette ai giovani piloti dai 10 ai 16 anni di sfidarsi su piste moto quali Franciacorta, Vallelunga, Varano e Magione
  • CNV MOTOASI: Campionato Monomarca Ohvale, che vede sfidarsi piloti dagli 8 anni in su suddivisi in categorie. È composto da 6 selettive a livello regionale con finale nazionale per i primi 5 classificati.
  • Trofeo Ohvale Rental Master: per il modello 110 Automatic, si tratta di un Trofeo con formula noleggio
A livello internazionale, attraverso la rete vendita e l'appoggio delle federazioni motociclistiche estere, Ohvale ha promosso lo stesso progetto iniziato in Italia con lo stesso regolamento al fine di permettere anche lo scambio di piloti. L'attività sportiva di Ohvale sarà confermata anche per il 2017 con le stesse peculiarità. 

Listino prezzi gamma Ohvale 2017

Scheda tecnica Ohvale 160 cc 4 speed

Scheda tecnica Ohvale 110 cc 4 speed

Scheda tecnica Ohvale 110 cc automatic

Scheda tecnica Ohvale 190 cc Daytona 4 speed

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA