Test Moto2 e Moto3 a Jerez: Corsi e Baldassarri al top, Bastianini in forma

I test privati delle due categorie minori del Motomondiale si sono svolti sul circuito di Jerez de la Frontera il 23 e 24 febbraio. Per la Moto2 il migliore è stato Simone Corsi, con la SpeedUP, seguito dalla Kalex di Baldassarri, mentre in Moto3 un veloce Enea Bastianini ha ceduto solo a Navarro. Tanti i piloti, tra cui il trio del VR46 SKY Racing Team, che hanno preferito non prendere i propri riferimenti cronometrici

I protagonisti delle categorie Moto2 e Moto3 sono tornati in pista

Dopo i test di Valencia, i primi dopo la pausa invernale a causa dell'aggiornamento del regolamento, i piloti delle classi Moto2 e Moto3 sono tornati in pista per test privati sul circuito di Jerez de la Frontera il 23 e 24 febbraio 2016. Nella nostra gallery li potete vedere in azione durante i giorni di prove. Non tutti i protagonisti hanno girato usando il trasponder per prendere i riferimenti cronometrici: per vedere il potenziale di tutti sarà necessario attendere le giornate dal 2 al 4 marzo con i test ufficiali sempre a Jerez. I piloti si stanno preparando per le gare della nuova stagione, che ricordiamo inizieranno il 20 marzo, nella sfida in notturna a Losail, Qatar (cliccate qui per trovare il calendario completo del Motomondiale).
1/30 Test privati Moto3 2016 a Jerez de la Frontera - VR46 SKY Racing Team

Moto2: Simone Corsi al comando, più veloce della pole 2015

Nella categoria delle 600 cc il più veloce è stato Simone Corsi che, in sella alla moto del team Speed Up, ha firmato un best lap di 1’42″361, battendo di mezzo secondo la pole 2015 di Tito Rabat (1’42″874). Lo segue un altro italiano, questa volta del Forward Racing Team: Lorenzo Baldassarri, con un crono di 1’42″620 (il giorno prima Lorenzo era stato il più veloce). Terzo posto per Axel Pons (1'42”638), che ha distaccato appena il suo compagno di scuderia dell'Argiñano & Ginés Racing Team, Marcel Schrötter. Quinta e sesta posizione rispettivamente per Mattia Pasini, sopra l'1' e 43” di soli 77 millesimi, e Luca Marini (1’44″257). Invece, hanno girato senza prendere i riferimenti cronometrici con trasponder Thomas Luthi (Garage Plus Interwetten), Dominique Aegerter e Robin Mulhauser (carXpert Interwetten), Xavier Simeon e Julian Simon (QMMF Racing Team), Sam Lowes

Moto3: Enea Bastianini porta in alto la sua Honda, ma il migliore è Navarro

Nella classe leggera il miglior tempo del secondo giorno è stato quello di Enea Bastianini che, con la Honda del Gresini Racing Team ha fermato il cronometro sul tempo di 1’47”632, durante uno dei suoi 41 giri. Al secondo, terzo e quarto posto troviamo tre piloti sempre in sella a una Honda: Hiroki Ono (1’47”672) ha preceduto Jules Danilo (1’47”786), a sua volta davanti a Jorge Navarro. Chiude la top five del day 2 Francesco Bagnaia in sella alla nuova Mahindra. Sesto il compagno di squadra di Bastianini, Fabio Di Giannantonio con un crono di 1’48”187. I piloti dello Sky Racing Team VR46 (Romano Fenati, Andrea Migno e Nicolò Bulega) non hanno usato il trasponder per prendere i riferimenti cronometrici, ma nelle dichiarazioni che hanno rilasciato (che potete leggere qui sotto) si sono detti positivi. Niente cronometro anche per Fabio Quartararo, Andrea Locatelli e Joan Mir (Leopard Racing), Niccolò Antonelli (Ongetta-Rivacold), Fabio Spiranelli e Tatsuki Suzuki (CIP-Unicom Starker). È scesa in pista per questi test anche Maria Herrera, il cui campionato è però ancora in dubbio. 

La classifica combinata dei due giorni vede comunque in testa Jorge Navarro, grazie al 1'47"383 firmato nella sessione del martedì (nei prossimi paragrafi tutte le classifiche), mentre Bagnaia deve cedere la quinta posiizione al compagno di squadra, Martin, che però è stato vittima di due cadute nel day 2.

Le dichiarazioni dei piloti

Enea Bastianini
Oggi abbiamo incontrato condizioni della pista leggermente peggiori rispetto a ieri, poi alcune soluzioni di setting provate sulla moto non hanno funzionato come avremmo voluto. Nonostante tutto siamo contenti: ho tenuto un buon ritmo e a fine giornata sono riuscito a replicare praticamente lo stesso tempo ottenuto ieri. Cercheremo comunque di migliorare perché c’è ancora del margine: sia come passo, dove ci manca ancora qualche decimo, sia nel giro veloce. Le modifiche provate per migliorare il comportamento della moto nelle curve veloci hanno funzionato, ma hanno inciso sui tratti più lenti, per cui dovremo concentrarci nel trovare il giusto compromesso. Lo faremo nei prossimi test e sono convinto che ci riusciremo.
 
Fabio Di Giannantonio
Sono molto contento: questa mattina sono stato subito più veloce rispetto a ieri nonostante il freddo e il vento, poi nel pomeriggio seguendo un altro pilota mi sono migliorato ulteriormente. Infine, nell’ultimo turno a disposizione oggi, con la gomma morbida, ho ottenuto la mia migliore prestazione girando da solo. Abbiamo lavorato molto sulla moto, con modifiche importanti che sembrano funzionare; in particolare ci siamo concentrati sull’avantreno e sull’ingresso in curva, trovando già una buona strada.
 
Jorge Martin
Oggi è stata una giornata difficile, sono caduto nella fase iniziale e c’è voluto tempo per riparare la moto. Il cambio non funzionava bene, alla curva cinque ho dovuto frenare di più e sono finito nella ghiaia. Una serie di problemi tecnici ci hanno rallentato per tutta la mattinata del secondo giorno e una seconda caduta mi ha fermato ancora. Mi sono fatto male all'anca sinistra e al braccio, ma solo qualche livido. Le prove però sono servite per aumentare il feeling con la moto del 2016, molto diversa da quella vecchia. La nuova Mahindra è meglio in alcuni aspetti, ad esempio l’accelerazione. Speriamo di aver tempo per proseguire senza intoppi il lavoro tra una settimana.
 
Andrea Locatelli
Stiamo migliorando giorno dopo giorno e la moto mi permette di spingere di più. Insieme ai tecnici abbiamo perfezionato alcuni dettagli della mia KTM, ora mi sento più a mio agio nella guida. Proprio a fine giornata, quando ho provato a spingere di più, ho avuto un problema tecnico alla curva 12 e sono finito nella ghiaia. Torneremo sempre con grande impegno nei futuri test IRTA.
 
Niccolò Antonelli
È stata una giornata positiva, abbiamo lavorato bene e siamo migliorati rispetto a ieri. Oggi mi sono concentrato maggiormente sul passo e il feeling è buono ma possiamo fare ancora di più. Soprattutto su questa pista, caratterizzata da curvoni veloci, è necessario trovare il giusto bilanciamento. La prossima settimana abbiamo ancora tre giorni di test qui a Jerez e adesso sappiamo da dove ripartire e su cosa concentrarsi.
 
Jules Danilo
Sono contento perché abbiamo provato diverse cose all'anteriore ma soprattutto al posteriore e adesso abbiamo un'idea abbastanza chiara riguardo a questa nuova moto. Ho imparato molto oggi, ho tenuto un bel passo e sono davvero soddisfatto. Nell'ultima sessione ho fatto anche un buon giro, riducendo il gap dai top riders. Nel complesso quindi è stata una buona giornata e la prossima settimana continueremo a lavorare per migliorare ancora.
 
Lorenzo Baldassarri
Sono molto contento, siamo stati spesso davanti e abbiamo migliorato uno step alla volta. Anche il feeling con il posteriore è aumentato ma penso che ci sia ancora tanto lavoro da fare prima dell’inizio della stagione. Voglio arrivare preparato al meglio e non lasciare nulla al caso.

Romano Fenati
Sono soddisfatto: sono andato forte e ho lavorato bene con tutto il team. Ho portato avanti uno sviluppo a 360 gradi della moto per acquisire il maggior feeling possibile in vista del Qatar, ma allo stesso tempo sono riuscito a essere competitivo sul giro. Sono fiducioso per il test IRTA della prossima settimana.

Andrea Migno
Ho fatto un bel passo in avanti rispetto al test di Valencia e sono convinto di poter migliorare ancora al prossimo test di Jerez. Ho trovato un buon feeling con la moto, ma ci sono ancora diversi punti su cui poter lavorare. L’obiettivo è rimanere il più vicino possibile ai primi.

Nicolò Bulega
Si chiude un test positivo per me e il team. Nonostante la scivolata di ieri, sono riuscito a essere veloce e a trovare un buon set up. Ho lavorato molto sul davanti per trovare il giusto feeling.

Test Moto2 Jerez 24 febbraio 2016: classifica combinata

Test Moto2 Jerez 23 e 24 febbraio 2016: classifica combinata

Test Moto3 Jerez 24 febbraio 2016: classifica combinata

Test Moto3 Jerez 23 e 24 febbraio 2016: classifica combinata

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA