Ducati raccoglie 170mila euro per la lotta al Covid-19

Si chiude la #raceagainstCovid, raccolta fondi organizzata da Ducati a supporto del Policlinico di S.Orsola di Bologna. La cifra raccolta tramite le donazioni è di oltre 170.000 euro e sarà destinata all’acquisto di strumenti diagnostici specifici per la riabilitazione dei pazienti colpiti dal Coronavirus

1/8

Si è conclusa la #raceagainstCovid, la raccolta fondi lanciata a inizio maggio da Ducati, che ha totalizzato oltre 170.000 euro. Le donazioni sono destinate al finanziamento dei programmi di riabilitazione che il Policlinico di S.Orsola di Bologna ha sviluppato e messo in atto per i pazienti in convalescenza dopo l’infezione da Covid-19. Ad aprire la raccolta fondi sono stati i membri del Board Ducati e i dipendenti di Borgo Panigale e delle filiali. La cifra raccolta è stata raddoppiata dall’Azienda e ha rappresentato la base di partenza del fundraising internazionale. Si sono poi aggiunte tante donazioni provenienti da varie parti del mondo che hanno visto la partecipazione dei piloti e della grande famiglia Ducati: DOC, concessionari, fornitori, partner e appassionati, felici di poter fare la propria parte in questo importante progetto benefico. Al risultato finale ha contribuito anche l’artista francese Jisbar, il quale ha realizzato e donato un quadro pop-art intitolato "Ducati Mona Lisa" (in foto sotto), recentemente battuto all’asta da Cambi Casa d’Aste per la cifra di 5.500 euro, che si è aggiunta al ricavato totale. La somma raccolta attraverso la #raceagainstCovid è nelle mani del Policlinico di S. Orsola di Bologna che la utilizzerà con lo scopo di acquistare la strumentazione specifica per rispondere alle esigenze diagnostiche dei pazienti in terapia riabilitativa a seguito di infezione da Covid-19. In particolare verranno implementate ulteriori tecnologie ad ultrasuoni che permettono di procedere all’esecuzione di esami che non sono invasivi o dannosi per il paziente. Nello specifico con i fondi ottenuti verranno acquistati un ecografo internistico, un ecografo cardiologico e sei ecografi con sonda wireless.

1/2
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Ultimi articoli