Comparativa Globetrotter 2016: corsa a quattro

Dopo 5 giorni di comparativa immersi in scenari selvaggi e circondati dal calore delle persone, nel sesto giorno ci avventuriamo (nonostante la sfortuna) alla ricerca di una vecchia base militare abbandonata. Belle strade asfaltate e un lungo tratto di off road ci permettono di levarci gli ultimi dubbi riguardo alle moto…

UN PAESE CHE CI HA AFFASCINATO

Una bellissima sterratona mezza scassata in mezzo ai monti, il sole basso all'orizzonte, la ricerca di una vecchia base militare non segnalata sulle mappe; il sapore dell'avventura insomma. Poi la doccia fredda: gomma anteriore dell'Africa Twin bucata e mezzo di supporto con camere e ferri troppo lontano per raggiungerci. Il dubbio se rinunciare alla ricerca o proseguire e la scelta di andare avanti, e chissenefrega a che ora torniamo. La base trovata dopo esserci persi due o tre volte, il tramonto in questo luogo sperduto e... Ed eccomi un'altra volta a iniziare il racconto della giornata alle due di notte. Ma col sorriso stampato in faccia, lo stesso dei componenti del Test Team che con me hanno vissuto questa esperienza che conserverò a lungo tra i ricordi preziosi. Ne porterò - ne porteremo - via parecchi dall'Albania. Le ore passate in sella tra scenari selvaggi (qui le ultime foto). Il calore delle persone - il loro orgoglio. La gentilezza e disponibilità delle nostre guide. La particolarità di un paesaggio che mescola in modo quasi armonioso bellezze naturali ed edifici, fabbriche o interi quartieri in disfacimento. Porteremo via anche una vincitrice. No, non sappiamo ancora quale sia. Il tour di oggi è stato molto indicativo: una bella strada guidata al mattino e lo sterrato di cui sopra nel pomeriggio. Pomeriggio... 

LO SPRINT FINALE PER IL TITOLO

Il nome "salterà fuori" soltanto domani sera, quando sul traghetto per Bari compileremo le consuete schede di valutazione e stileremo la classifica "di pancia": le due cose insieme ci diranno qual è la migliore globetrotter del 2016. Voi direte: un'idea se la saranno pur fatta. Sì. Ma cambia quasi ogni giorno. Appena arrivati in Albania l'Africa Twin non ci piaceva, ora per guidarla devi ingegnarti per rubare le chiavi agli altri. La GS piace più o meno sempre, ma sotto più di un punto di vista ha accusato l'attacco Honda e Ducati. La Multi esalta su strada (su certe strade) e va bene in fuoristrada. E la piccola KTM, zitta zitta, guadagna (quasi) sempre commenti positivi. La verità, come notavamo durante un momento di chiacchiere, è che la media del gruppo è molto, molto alta. La V-Strom 1000 probabilmente non vincerà eppure è una moto splendida da guidare. La Crosstourer ha un motore che è un'opera d'arte, una stabilità da supersportiva e un'aerodinamica pazzesca e forse neanche salirà sul podio. È uno scontro tra titani, questo.

PS: alle ore 8,30 l'Africa ha appuntamento col gommista per il montaggio della nuova camera d'aria. Parteciperà al gran finale, ovviamente.

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA