06 March 2016

Il BMW GS Trophy 2016 va al Team Sudafrica

Anche nell’ultima giornata dell’avventura firmata BMW il Sudafrica resiste agli attacchi degli avversari e, vincendo l’ultima prova speciale, si aggiudica il trofeo. Chiudono in seconda posizione a pari merito Germania e Inghilterra. Ottima prova finale degli azzurri, che risalgono di due posizioni in classifica e terminano in decima piazza. Il racconto di Francesco Catanese, nostro inviato in posto 

sudafrica, germania, regno unito. Italia in Top 10

Dopo sette giorni di avventura, sfide tecniche e di abilità, e quasi 1.500 chilometri percorsi in sella alle accessoriate R 1200 GS, il BMW GS Trophy 2016 giunge al termine e incorona vincitore il Team Sudafrica, con 31 punti di vantaggio sugli inseguitori. Il trio formato da John Harris, Byron Coetsee e Charl Moolman ha guidato la gara fin dal secondo giorno, sempre braccato da vicino da Germania e Inghilterra, che chiudono la competizione in seconda posizione a pari merito. È la prima volta nella storia del BMW GS Trophy che il trofeo viene vinto dal Team Sudafrica (ci era andato vicino per ben due volte: secondo nel 2010 e nel 2014), e la prima volta che due squadre terminano l’evento con lo stesso punteggio. Grazie ad un’ottima ultima giornata di gara, i piloti azzurri risalgono due posizioni in classifica generale e chiudono così al decimo posto, con 200 punti. 

IL RUSH FINALE

Tutto si gioca nell’ultimo giorno di competizione: al via della tappa i punti che separano il Sudafrica dagli inseguitori sono solamente 19, e in palio ce ne sono ancora più del doppio! Appena 20 chilometri dopo la partenza di Chae Son i piloti incotrano la prima prova speciale di giornata: si tratta di uno stretto, e lento, percorso ricco di ostacoli da effettuare in squadra, ovvero un pilota dietro l’altro. Ogni volta che si mette piede a terra, alla squadra viene inflita una penalità, cinque penalità portano a zero punti finali.  In questa prova conta quindi la guida ma anche l’equilibrio; il Team Donne si rivela molto forte in questa sfida, ma meglio di loro fanno i piloti brasiliani, che si aggiudicano la speciale. Zero punti agli azzurri, incappati in una caduta a bassa velocità. Il trasferimento fino al km 126, sede della seconda speciale, avviene in una zona spettacolare dal punto di vista paesaggistico, ci si trova infatti immersi in una fitta foresta di pini in alta montagna. In un clima da ultimo giorno di scuola i piloti formano un unico lungo serpentone festoso per coprire gli ultimi chilometri in programma. L’ultima prova di questo BMW GS Trophy si svolge si una pista di motocross locale, dove i piloti effettuano un percorso caratterizzato da ripide salite e svolte strette, accompagnati dal tifo della numerosa folla presente. ancora una volta il Team Sudafrica dimostra a tutti la sua forza: si aggiudica questa ultima prova speciale e, grazie ai punti conquistati, anche il trofeo finale!

Dopo una dura settimana di avventura le R 1200 GS dei partecipanti hanno retto bene nonostante le massacranti prove alle quali sono state sottoposte. Non vi è stato nessun danno importante alle moto della flotta: sono stati cambiati alcuni pneumatici (in seguito a forature), qualche specchio e leve (per via delle cadute) e un paio di frizioni. Nessun altro problema grave da segnalare. 

IL CATANO CI RACCONTA IL DAY 7 DEL BMW GS TROPHY 2016

Ecco il racconto di Francesco Catanese dell’ultima giornata di avventura in Thailandia: “Ultima tappa di 160 km, 2 special stage: “Nel primo c'era un percorso molto stretto pieno di chicane. Si partiva tutti insieme uno dietro l'altro. Vietato mettere giù i piedi, dopo 5 zampate la prova veniva considerata nulla. Il giovane endurista Ferrari partiva a fuoco, ma verso la fine della prova girava troppo stretto in un tornantino in salita attorno ad un albero e la moto si piantava. Costretto a scendere per disincagliare la moto effettuava più di 5 passi e quindi 0 punti all'Italia! La seconda e ultima prova di questo GS Trophy 2016 era molto simile alla prima, ma in un contesto molto più ampio e spettacolare. Questa volta Ferrari non sbaglia e copre il percorso velocissimo e senza errori con una guida molto spettacolare, che ha scatenato l'entusiasmo del folto pubblico presente. Ottima anche la prova di Doretto che, come sempre, incanta per la sua guida pulita ed elegante. Qualche errorino per il crossista Sala che in queste prove d'equilibrio è penalizzato dalla statura. La gamba lunga aiuta nella guida di questi bestioni. Nel complesso prova molto buona per gli azzurri che chiudono in bellezza il trofeo, che purtroppo li vede classificati nelle retrovie della classifica assoluta. Nonostante l'impegno e la preparazione dei 3 piloti è mancato un ingrediente fondamentale necessario per far bene in questa gara: l'allenamento specifico. Era assolutamente necessario fare 3-4 incontri preliminari alla gara con la presenza di 3 moto preparate e almeno un ex partecipante che spiegasse bene le modalità delle prove. Con simulazioni specifiche (che del resto hanno fatto i team più bravi come Sudafrica, Inghilterra e Germania) le cose sarebbero andate diversamente. Rimane però indelebile la bellezza dell'esperienza vissuta in luoghi così selvaggi, così come l'aver incontrato e conosciuto persone provenienti da ogni parte del mondo. Con culture e caratteri diversissimi ma tutti accumunati dagli stessi valori di lealtà e spirito di gruppo.” Qualche ora dopo Catanese aggiunge: “Appena fatte le premiazioni: primo il Team Sudafrica, secondi a pari merito Germania e Inghilterra... decima piazza per l’Italia. L'ultima prova fatta egregiamente dagli azzurri ha fatto guadagnare alcune posizioni. L'organizzazione ha sottolineato che questa è stata l'edizione più tosta di tutte quelle fatte finora e che il livello medio dei partecipanti era veramente alto. Ve lo posso confermare, alcuni di questi ragazzi guidano i bestioni con una disinvoltura impressionante!”

CLASSIFICA FINALE BMW GS TROPHY 2016

1          South Africa - 299
2          Germany - 268
2          UK - 268
4          CEEU - 254
5          Latin America - 244
6          Brazil - 242
7          China - 234
8          USA - 229
9          France - 208
10       Italy - 200
11       Argentina - 188
12       Mexico - 181
13       Russia - 180
14       Canada - 176
15       South Korea - 146
16       Japan - 138
16       South East Asia - 138
18       Alps - 117
19       International Female Team- 116
1/65 BMW GS Trophy 2016 in Thailandia: day 6. Foto di Francesco Catanese, nostro inviato in posto

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA