Yamaha Supersport Pro Tour 2016: gran bella esperienza

Il 27 aprile ha preso il via tra i cordoli del Misano World Circuit l’evento itinerante organizzato da Yamaha a livello europeo per offrire a tutti i “pistaioli” la possibilità di guidare le supersportive della serie R nei tracciati più famosi… Ovviamente non potevamo mancare

Andare dagli appassionati

L’attenzione di Yamaha nei confronti dei potenziali clienti nel nostro Paese non è una novità. Già nel lontano 2008, con la serie Moto Park, la casa giapponese fece tappa nei centri commerciali delle principali città italiane per dare la possibilità al grande pubblico di provare su strada tutta la gamma.
Da allora il mercato è cambiato parecchio e anche il pubblico di motociclisti è diventato più selettivo ed esigente. Oggi Yamaha ha ben chiaro a chi rivolgere le proprie avances e va a corteggiare gli appassionati nel loro habitat naturale: per gli sportivi in circuito!

Tour europeo

Yamaha Supersport Pro Tour 2016 è un evento itinerante a livello europeo e offre a tutti i “pistaioli” la possibilità di guidare le supersportive L’attenzione di Yamaha nei confronti dei potenziali clienti nel nostro Paese non è una novità. Già nel lontano 2008, con la serie Moto Park, la casa giapponese fece tappa nei centri commerciali delle principali città italiane per dare la possibilità al grande pubblico di provare su strada tutta la gamma.
Da allora il mercato è cambiato parecchio e anche il pubblico di motociclisti è diventato più selettivo ed esigente. Oggi Yamaha ha ben chiaro a chi rivolgere le proprie avances e va a corteggiare gli appassionati nel loro habitat naturale: per gli sportivi in circuito!
della serie R nei tracciati più famosi. Un’esperienza che noi abbiamo fatto in prima persona, nella giornata di apertura dell’edizione italiana (qui le foto)! 
Per quanto riguarda le tappe italiane, il tour si è aperto a Misano, poi il calendario è proseguito con Franciacorta il 2 maggio e si conclude con il leggendario Mugello in data 8 maggio. Come mai soltanto tre date, per di più contratte in meno di due settimane? “Per motivi logistici e strategici: il team di supporto è uno solo per tutte le tappe europee, per questo è stato scelto di limitare a tre il numero di eventi per ogni paese ed è stato necessario pianificare le date in modo da rendere il più pratico possibile il trasferimento dell’equipe” ci spiega Fabrizio Corsi, Product Manager di Yamaha Motor Italia. Se l’evento dovesse riscuotere il successo atteso non sarebbe male vedere un calendario delle tappe italiane più ricco per il 2017.
Per chi fosse interessato alle altre tappe in Europa, fino a fine giugno il “Pro Tour” toccherà mete altrettanto blasonate come SilverstoneDonington Park, Magny CoursHockenheim Ring, Sachsenring e Jerez.

Come funziona?

Il pacchetto offerto da Yamaha è attraente: al prezzo di un singolo turno (30 euro nel caso di Franciacorta, 50 euro Misano e Mugello) si ha la possibilità di guidare una tra R3, R6 o la nuova R1 nel contesto di una giornata di prove libere e condotti dagli istruttori della Riding School di Pedersolitechnical partner di Yamaha Motor Italia, seguendo consigli e traiettorie di piloti del calibro di Marco Borciani e Niccolò Canepa. I turni di prova non sono cumulabili per dare spazio al maggior numero possibile di partecipanti, e il test ride è incluso nel prezzo per chi acquista la giornata intera di prove libere. Per poter partecipare bisogna ovviamente essere in possesso di documento di guida valido e abbigliamento da pista (compreso il paraschiena!), per le prenotazioni si può procedere via internet (info@ridingschool.it ) oppure, se i posti non sono esauriti, direttamente ai desk presenti sui tracciati.

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>

Tags

© RIPRODUZIONE RISERVATA