Sofuoglu domina al Motorland, Krummenacher 2°, podio per Terol

Kenan non è il campione del Mondo per nulla: parte dalla pole (la 25esima in carriera) e vince la sua prima gara 2016. Con Jacobsen out subito e Cluzel meno veloce del solito, Krummenacher porta a casa 20 punti, 3° un ottimo Terol. Zaccone e Bassani fanno un garone: i due italiani dell'Europeo finiscono 5° e 6°, davanti a Caricasulo (7°), 10° Gamarino. Due MV in Top 5, ma 4 out per guasti tecnici

WSSP 2016, Aragon: il report della Gara giro per giro

Sulla griglia problema tecnico per la MV Agusta di Rolfo, che lascia lo schieramento
Partenza: parte benissimo Sofuoglu, così come PJ Jacobsen che però cade subito alla curva 2. Più dietro nello schieramento, carambola collettiva con almeno vari piloti coinvolti. Krummenacher e Cluzel mantengono le posizioni di partenza, seguono Baldolini, Gamarino e Zaccone nelle posizioni 4, 5 e 6. Terol (7°) precede Zanetti e Bassani
1/16: Krummenacher cerca di superare Sofuoglu alla prima curva ma il turco gli chiude la traiettoria; Gamarino supera Baldolini, che risponde subito e si riprende la quarta posizione. Problema tecnico per Gino Rea (MV Agusta), mentre Ivanov, Kunikawa e Wagner sono caduti alla prima curva del giro precedente. Zaccone supera Terol e si porta 7°.
2/16: Zanetti (6°) ha fatto il giro più veloce per il momento, ma è costretto al ritiro per problemi tecnici. Fino ad ora sono tre le MV Agusta ritirate per problemi tecnici. Il gruppo di testa intanto mantiene le stesse posizioni (Sofuoglu, Krummenacher e Cluzel)
3/16: Giro veloce per Sofuoglu (1’55”344) che inizia a prendersi qualche metro di vantaggio dagli inseguitori. Nelle posizioni più indietro, Gamarino e Terol sono in bagarre per la nona piazza. Nell’ultimo settore Zaccone sorpassa Gamarino e ottiene così la quinta posizione
4/16: Sofuoglu gira 4 decimi più veloce di Krummenacher e Cluzel, che si sono invertiti le posizioni. La MV di Cluzel nello speed trap segna una velocità massima di 271 km/h, “solo” 260 le Kawasaki del team Puccetti.
5/16: Krummenacher, che spinge su Cluzel, è stato raggiunto da Baldolini. Curioso come Jules e Randy girino in 1’56, a differenza di Sofuoglu e Baldolini che girano in 1’55. Nell’ultima curva Krummenacher supera Cluzel, e Baldolini si butta anche lui e supera il francese
6/16: Che sfortuna! Motore rotto per Baldolini un secondo dopo aver passato Jules! Bravo l’italiano che si toglie subito dal centro del rettilineo. Cluzel così torna in terza posizione. Il conto delle MV Agusta sfortunate sale a 4. Ottimo recupero di Khairuddin che ora è in bagarre con Bassani per la quarta posizione
7/16: Sofuoglu porta il suo gap con Krummenacher a 1,8 secondi, con lo svizzero che ha girato 2 decimi più veloce del turco. Ottimo anche Terol, che supera Khairuddin e si porta in quinta posizione
8/16: Attenzione a Cluzel, che sembra abbia sbagliato una marcia nel primo settore e si fa passare da Bassani, Terol e Zaccone. Così facendo permette alle moto del Team Puccetti che occupano le prime 3 posizioni; infatti Bassani cercherà la fuga
9/16: Terol supera Bassani nella curva 1, portandosi così in terza posizione. Terol è il più veloce della gara insieme ai primi due. I tempi dei primi 5 si differiscono di poco meno di un decimo l’uno dall’altro; Krummenacher ha un vantaggio di quasi 4 secondi sull’inseguitore (Nico Terol) e sta recuperando lo svantaggio su Sofuoglu, ora di 1 secondo e 7
10/16: Sofuoglu sembra abbia abbassato il ritmo, girando in 1’56 a differenza del compagno di squadra che è nella fascia dell’1’55”. IL motivo è quasi sicuramente il calo di prestazione delle gomme. Nel frattempo Cluzel cerca di rimediare al suo errore e si porta in quinta posizione.
11/16: Cluzel cerca l’attacco su Zaccone alla prima curva, ma l’italiano si difende bene. Krummenacher (2°) guadagna 2 decimi in un solo settore sul leader della gara. Intanto si segnala la buona la prestazione di Caricasulo, che ora occupa la settima posizione; Gamarino ha perso posizioni rispetto all’inizio e ora è 9° alle spalle di Khairuddin
12/16: Gira sempre più veloce Krummenacher (unico a scendere sotto il 1’55”) ma lo svantaggio nei confronti di Sofuoglu è il medesimo (1,6 secondi). Terol (3°) sembra stia iniziando a soffrire qualche problema al pneumatico posteriore
13/16: Sofuoglu rimane in testa, ma Krummenacher ora si porta a 1”2 dal numero 1. Nelle retrovie, Smith supera Gamarino per la posizione numero 9.  
14/16: Cluzel supera Zaccone con una super staccata: il francese è ora alla ricerca del podio. Bassani (6°) è pronto ad insediare il compagno di squadra. Il distacco tra Terol e Cluzel è 1 secondo. Bassani attacca Zaccone all’ultima curva, Bassani va largo, ma sembra più veloce
Ultimo giro: Bassani supera Zaccone sul rettilineo, ma Zaccone si riporta davanti al suo compagno e si riprende la quinta posizione: che bagarre tutta italiana! Sono 1° e 2° nella classifica europea. Nel frattempo Krummenacher abbassa il ritmo e mantiene il gap con Sofuoglu di 1’3 secondi.
Bandiera a scacchi: Pole e vittoria per Sofuoglu, seguito da Krummenacher e Terol che chiudono il podio

Kawasaki non la batte nessuno, ottimo Terol, ma troppi problemi per MV Agusta

Kenan Sofuoglu vince la sua prima gara: parte dalla Pole e non sbaglia una virgola. Secondo posto per il suo compagno di squadra, Randy Krummenacher, che insegue per tutta la gara il compagno ma senza mai entrare in bagarre con lui. Terza posizione combattuta nella parte centrale della corsa, ma nei momenti finali Terol si stacca dagli inseguitori e ottiene il primo podio stagionale su una MV Agusta privata. Quarta la MV Agusta ufficiale di Cluzel, che precede i due italiani dell’Europeo Supersport, Zaccone (5°) e Bassani (6°): sono i due italiani (con team italiano) che comandano il campionato ESS. Caricasulo conclude settimo, davanti ad un Khairuddin protagonista di una gara di alti e bassi. Concludono la top 10 Kevin Wahr e Christian Gamarino. Guardando il risultato degli italiani, troviamo Stirpe 19° e Gobbi 20°.
La gara ha visto 14 piloti ritirarsi: dopo un crash alla partenza che ha coinvolto tre piloti, PJ Jacobsen cade nella curva 2. Doppia lettura per la gara delle MV Agusta: 4 moto della Casa di Schiranna sono state protagoniste di problemi e guasti tecnici (Rea, Rolfo, Zanetti e Baldolini), ma a Varese possono comunque festeggiare il podio di Terol. Certo, il 4° posto di Cluzel non è quello che il francese e il Reparto Corse si sarebbero aspettati. Ma almeno serve ad incamerare punti e a limitare i danni in attesa di altre gare come quella in Thailandia.

Non dimenticatevi ora di Gara 2: qui gli orari TV.

WSSP 2016, Aragon: Risultati gara

WSSP 2016: CLASSIFICA PILOTI

Posizione Pilota Moto Punti
1 R. KRUMMENACHER KAWASAKI 58
2 K. SOFUOGLU KAWASAKI 45
3 J. CLUZEL MV AGUSTA 38
4 F. CARICASULO HONDA 29
5 P. JACOBSEN HONDA 27
6 N. TEROL MV AGUSTA 21
7 A. BALDOLINI MV AGUSTA 20
8 Z. KHAIRUDDIN KAWASAKI 20
9 C. GAMARINO KAWASAKI 19
10 A. WEST YAMAHA 16
11 K. SMITH HONDA 16
12 G. REA MV AGUSTA 16
13 O. JEZEK KAWASAKI 16
14 A. ZACCONE KAWASAKI 11
15 K. WAHR HONDA 11
16 A. BASSANI KAWASAKI 10
17 L. ZANETTI MV AGUSTA 8
18 R. ROLFO MV AGUSTA 7
19 A. WAGNER MV AGUSTA 7
20 G. SCOTT HONDA 7
21 D. KRAISART YAMAHA 5
22 K. RYDE YAMAHA 4
23 I. MIKHALCHIK KAWASAKI 3
24 L. STAPLEFORD HONDA 2
25 A. PHILLIS HONDA 2
26 N. CALERO KAWASAKI 1
27 M. LEVY YAMAHA 1

WSSP 2016: CLASSIFICA COSTRUTTORI

Posizione Casa costruttrice Punti
1 KAWASAKI 70
2 MV AGUSTA 51
3 HONDA 45
4 YAMAHA 25

ESSP 2016: CLASSIFICA PILOTI

Posizione Pilota Punti
1 ZACCONE 11 Alessandro (ITA) 11
2 BASSANI 10 1 Axel (ITA) 10
3 MIKHALCHIK Ilya (UKR) 3

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA