SPECIALE SALONE EICMA 2021
Tutte le novità Casa per Casa

Valentino Rossi: “Sto bene, è tutto okay, e questo è l’importante”

Il nove volte campione del mondo è uscito dall’ospedale in ottime condizioni ed è già pronto ad affrontare la lunga trasferta in Asia e Australia. Ecco le parole di Rossi, intervistato ai box Yamaha

Valentino rossi: “sto bene, è tutto okay, e questo è l’importante”

Il meteo avverso di sabato notte e domenica mattina hanno condizionato le gare del Motomondiale al GP di Aragona e in particolare quella della MotoGP, dove ha trionfato Jorge Lorenzo  ma dopo una gara ad eliminazxione (cliccate qui per le immagini della gallery): i piloti della classe regina sono partiti con le gomme slick ma a circa 11 giri dalla fine ha iniziato a piovere, con la possibilità di cambiare moto e montare su quella assettata da bagnato (qui i commenti post gara). Sfortunatamente, l’erba sintetica ancora bagnata a bordo pista non ha perdonato i piccoli errori di Iannone e Rossi. Mentre Andrea si è rialzato senza difficoltà, il 9 volte campione del mondo ha battuto forte la testa ed è stato trasportato fuori dalla pista in barella. Dopo pochi minuti per fortuna era già in piedi e cosciente ma, passato dalla Clinica Mobile, i dottori hanno preferito prescrivere una tac in ospedale per fugare ogni dubbio.

 

PRONTO A TORNARE IN PISTA

Questa mattina Valentino Rossi si è alzato dal letto alle 9,30 circa e si è sottoposto ad un altro veloce check-up alla Clinica Mobile con il dottor Michele Zasa. Il “Dottore” di Tavullia sta benissimo e si è subito recato al box Yamaha dove i membri del Team e Jorge Lorenzo stavano girando uno spot pubblicitario Movistar.

Ecco le parole di Rossi, che ha recuperato l’intervista post gara di ieri.

Valentino, come ti senti oggi?

“Sto bene, è tutto okay, e questo è l’importante. Non mi sono fatto praticamente niente, eccetto la forte botta alla testa. La scorsa notte ho avuto un forte mal di testa ma oggi sto meglio, sono al 100%. È stato un vero peccato perché prima della gara abbiamo fatto un cambiamento che mi avrebbe aiutato molto; la moto era forte, stavo bene, avevo recuperato il gap nei primi giri ed ero lì con i piloti di testa. Mi sentivo bene e sono sicuro che avrei potuto fare una buona gara, quindi è stato un vero peccato cadere. In un certo senso io sono quasi contento perché, anche se abbiamo avuto un weekend difficile, di domenica siamo stati competitivi nonostante questa fosse una pista a noi poco favorevole”.

 

Hai visto la gara? Cosa ci puoi dire riguardo alla tua caduta e alla gara dei tuoi avversari?

“Purtroppo, come Iannone sono andato sull'erba artificiale. È sempre molto pericoloso, soprattutto in questi casi perché la pista era ancora bagnata dalla pioggia mattutina e non c'era niente da fare. Marc e Dani hanno provato a rimanere in pista con le gomme lisce, ma hanno preso un grosso rischio e infatti sono caduti. Nel mio caso, se fossi andato fuori pista uno metro prima, sarei andato appena largo, invece ho toccato l'erba e sono caduto”.

 

Ora c’è da affrontare un tripla trasferta tra Asia e Australia. Come vedi le prossime gare?

“Ora ci sono tre gare di fila, tre gare che sono tutte belle e conosco molto bene tutti i circuiti. Mi piacciono un sacco. Cercherò di fare del mio meglio come abbiamo fatto nelle ultime gare”.

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA