14 December 2012

Tom Sykes e la Kawasaki: il 2013 sarà il loro anno?

Un mondiale perso per mezzo punto provocherebbe a chiunque un esaurimento nervoso. Invece Sykes e la Kawasaki hanno acquisito certezze da un 2012 così. L’anno prossimo puntano dritti al titolo

Tom sykes e la kawasaki: il 2013 sarà il loro anno?

Per Tom Sykes e la Kawasaki il 2012 doveva essere un anno di studio, di rodaggio per il pacchetto pilota/moto/squadra, certamente con qualche proposito ambizioso, ma anche la consapevolezza che il livello della SBK oggi è altissimo e forse bisognava ridimensionare un po’ le aspettative. Invece Tom e la Verdona hanno perso il titolo per solo mezzo punto! E pensare che l’anno prima erano finiti fuori dalla top 10…

IL TRENO RIPASSERÀ
Qualcuno ha detto che quella della stagione passata è stata un’occasione persa dal 27enne Sykes e dalla Kawasaki, un’occasione più unica che rara. Beh, il forte  pilota britannico non la pensa affatto così: “Ho sentito commenti che dicevano che la mia occasione è passata, ho perso il treno. A me non sembra. Abbiamo lavorato duro e bene, in questa stagione e abbiamo concluso in ottima posizione. Ho parlato a lungo col mio capo tecnico e abbiamo stabilito che se avessimo saputo in Australia quello che sappiamo ora avremmo fatto una stagione ancora migliore”.
Migliore di “secondo per mezzo punto” c’è solo la vittoria. Quindi in sostanza Tom Sykes vuole dire che il 2012 è stato un anno fantastico, ma il bello deve ancora arrivare.

SARÀ UN GRANDE 2013
Se guardo al 2013 - continua Tom - sono più felice di adesso, veramente eccitato mma anche rilassato, perché credo di aver trovato continuità. Sono con una grande Casa come Kawasaki, ho un gruppo di ragazzi con cui sto bene e con cui c’è grande intesa, infine gli sponsor ci sostengono. Tutto funziona benissimo”.

HO IMPARATO TANTO
Secondo Sykes (che ha fato degli eccellenti test post stagione a Jerez, cliccate qui) tutto quello che ha imparato nel 2012 è la base per le prossime sfide. “A Magny Cours, nel round finale della stagione, ho saputo gestire la pressione molto bene - dice Sykes - e ho saputo raccogliere il massimo che le condizioni mi hanno consentito in gara 1 e 2. Sono molto orgoglioso di questo”.

Chiaramente nel 2013 Sykes punta direttamente al titolo e ha tutti i numeri per meritarselo. Numeri in crescita: 106v gare in SBK, 5 vittorie, 15 podi, 17 partenze in prima fila di cui 11 dalla pole. Sul talento non si discute, la moto e la squadra danno fiducia al pilota. Il 2013 sarà l’anno di Sykes?

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA