Test drive Vectrix

Lo scooter elettrico da 100 km/h

Tecnologia pura




Si chiama Vectrix
ed è distribuito dalla Vectrix Europe il nuovo maxi-scooter elettrico capace di raggiunge la straordinaria (per un motociclo elettrico) velocità di 100km/h. Si tratta di un concentrato di alta tecnologia, dallo stile americano, derivato da concezioni di tipo aeronautico, o dall'alta ingegneria dei trasporti pubblici. Infatti all'interno del maxi-scooter è nascosto un motore elettrico all'avanguardia (come quelli utilizzati sui generatori elettrici degli aerei e dei treni) di tipologia brushless, senza spazzole, a magneti permanenti, progettato dalla Parker Hannifin, che è in grado di eliminare la poduzione di scintille durante il moto e quindi di prevenire eventuali principi d'incendio.
(per informazioni sui motori brushless clicca qui).
La ricarica richiede due ore di tempo e può essere efffettuata con una qualsiasi presa elettrica.

Il design è elegante, ma non è eccentrico ed è pituttosto convenzionale, simile a quello di molti maxi-scooter.

Le prestazioni sono buone e l'autonomia supera i 110Km, valevoli per un utilizzo di 5 ore su un percorso urbano. Il costruttore dichiara un'accelerazione da 0 a 50 km che richiede 3,6 secondi, tempo che, se fosse verificato, risulterebbe notevole rispetto alla media e poco inferiore al record delle nostre prove, detenuto dall'Honda SH 150, pari a 3,53 secondi. Il motore ha una buona coppia, il rendimento è immediato e l'erogazione fluente, tanto da permettere una progressione dai 40 km/h agli 80 Km/h davvero impressionante. Si adatta perfettamente al contesto urbano.

Di grande interesse la manopola dell'acceleratore
che, grazie ad un sistema brevettato dall'azienda col nome DAaRT, girata nel senso contrario a quello dell'accelerazione agisce come freno ed innesca un sistema che permette di ricaricare le batterie. La stessa manopola aziona anche un sistema di retromarcia.

La produzione sarà in Polonia ed inizialmente è previsto un lotto di 10.000 pezzi, di cui 4.000 sono già stati prenotati e sono, in gran parte,destinati al mercato americano.

In Italia
è disponibile al prezzo di 13.451 Euro, in parte finanziabili e rateizzabili con una formula proposta dal distributore del marchio. Sono previsti incentivi di legge, in quanto mezzo non inquinante.

Come è fatto









FUTURISTICO
Il comando d’accelerazione brevettato è l’elemento che più incuriosisce il pilota. Si chiama DAaRT (acronimo di Decelerating, Accelerating and Regenerative Throttle): la manopola bidirezionale del gas permette di avere nella stessa mano acceleratore e deceleratore. In pratica girando la manopola in senso inverso si ottiene una frenata che agisce come un ABS e al contempo recupera energia ricaricando le batterie fino al 12%. la stessa manopola fa entrare in funzione una lieve retromarcia, utile in fase di parcheggio. Le batterie sono state progettate da BP batteries ed hanno una capacità di 3,7 kWh, operano alla tensione 125 Volt e hanno un'intnsità di corrente da 30 Ah.

CICLISTICA
La distribuzione dei pesi (210 Kg la massa totale) è ottima e la struttura del mezzo è studiata per avere un baricentro molto basso. Il cuore dello scooter, il pacco batterie, è alloggiato in posizione centrale, protetto dal telaio in lega d’alluminio ideato ad hoc dalla Lockheed Martin e da Alcoa Automotive. La componentistica è di qualità: freni a disco anteriori e posteriori Brembo, forcella Marzocchi, doppio ammortizzatore Sachs e pneumatici Pirelli da 14” (anteriore) e 13” (posteriore).

MOTORE
Il motore ha una trasmissione a planetario (ad ingranaggi rovesciati), integrato nella ruota posteriore, che agisce con ruotismo epiciclolidale.
(per maggiori informazioni sulla trasmissione a planetario clicca qui)

Come va





PRESTAZIONI Accelerazione progressiva
, morbida, senza incertezze, scatti o vibrazioni, per un mezzo prettamente urbano. La fluidità è la caratteristica dinamica d’eccellenza del Vectrix, facilitata da una gestione della potenza alla manopola che può essere millesimale. La decelerazione è perfettamente modulabile anche in piega, e permette una guida agile nel traffico e veloce e grintosa nel misto. La protezione aerodinamica è sufficiente, soprattutto in virtù di una posizione di guida confortevole che permette libertà di movimento, e la strumentazione è di buon livello, con il tachimetro analogico e due diplay a cristalli liquidi che, oltre alle consuete informazioni, mostrano il livello di carica della batteria e i chilometri di autonomia, calcolati in tempo reale in funzione dell’andatura.

COMFORT
Lo spazio a disposizione è tanto: nel sottosella da 40 litri ci sta un casco integrale, mentre il vano nel retroscudo ha una capacità di 6 litri.

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA