SuperMoto: a Jesolo Thomas Chareyre (TM) è campione del Mondo 2014

A Jesolo la stagione 2014 del Campionato mondiale di motard giunge al termine, incoronando il pilota ufficiale della moto pesarese. Seconda posizione per il finlandese Mauno Hermunen (vincitore del GP), Lazzarini conquista il "bronzo". Bartolini... quasi campione in SM2: il titolo va a Kingelin per soli 2 punti

Supermoto: a jesolo thomas chareyre (tm) è campione del mondo 2014

In una giornata di sole, di fronte a 5.200 spettatori, i Campionati SMGP ed Europeo SM2 non deludono le aspettative, regalando spettacolo e lasciando tutti con il fiato sospeso fino all’ultimo, in quanto entrambi i titoli sono stati assegnati proprio all’ultimo round. Thomas Chareyre è stato incoronato Campione del Mondo S1 per la terza volta sulla sua TM ufficiale mentre Asseri Kingelin si laurea Campione Europeo SM2 con l’Aprilia del Team Fast Wheels per soli 2 punti su Fabrizio Bartolini E 3 SU Toni Klem.

 

S1: IL TITOLO ARRIVA CON UN PICCOLO AIUTO... DALLA FAMIGLIA 

Gara1

Dopo essersi qualificato in terza posizione il sabato, Adrien Chareyre (Campione del Mondo nel 2007 con l’Husqvarna e nel 2011 con l’Aprilia) conquista l’holeshot e per i primi due giri mantiene dietro di sé i migliori piloti al mondo. Ma tutto cambia al terzo giro, quando il Campione del Mondo 2013 Mauno Hermunen (TM), in corsa per la lotta al titolo iridato, supera il transalpino con un passaggio pulito nella sezione off-road. Il pilota del Team SHR TM prende subito un piccolo margine di vantaggio tra sé e il suo rivale diretto Thomas Chareyre, che si gode la gara pazientemente in terza piazza dietro al fratello Adrien, senza rischiare. Dopo undici giri al comando, Hermunen si “addormenta” e Adrien Chareyre ri-guadagna la testa della corsa e ci rimane fino alla fine, “rubando” tre punti vitali al finlandese in lotta per il titolo aiutando il fratellino. Mentre là davanti se le suonano di santa ragione, Thomas Charyere non freme di andarli a prendere, ma si gode in pieno la terza piazza sapendo che il suo vantaggio in Campionato non sarebbe diminuito di molto. La battaglia per il quarto posto è altrettanto intenso e per tredici giri Christian Ravaglia (Honda Assomotor) riesce a contenere i progressi di Ivan Lazzarini (Honda L30), ma a sei giri dalla fine il pesarese osa il sorpasso e si dirige a tutta velocità alla bandiera a scacchi in quarta posizione. Anche Pavel Kejmar è coinvolto nella battaglia per il quarto posto nelle prime fasi della gara, ma il pilota del Team 833 Racing Husqvarna è costretto a rallentare per un problema tecnico. Quinta posizione in Gara1 per il pilota BRT Suzuki Andrea Occhini.

 

S1 Gara 1

  1. CHAREYRE Adrien (FRA Aprilia)
  2. HERMUNEN Mauno (FIN-TM)
  3. CHAREYRE Thomas (FRA-TM)
  4. LAZZARINI Ivan (ITA-Honda)
  5. RAVAGLIA Christian (ITA-Honda)
  6. OCCHINI Andrea (ITA-Suzuki)
  7. KARANYOTOV Angel (BUL-TM)
  8. PALS Prants (EST-TM)
  9. PALS Patrick (EST-TM)
  10. KEJMAR Pavel (CZE-Husqvarna)

 

Gara 2

I momenti di tensione prima della partenza di gara due non mancano mai, specialmente quando c’è in ballo il Campionato Mondiale S1. Basteranno 12 punti di vantaggio a Chareyre per laurearsi Campione del Mondo per la terza volta? Le luci del semaforo si spengono e Adrien Chareyre fa del suo meglio per “aiutare” il fratello strappando un’altra holeshot. Proprio come in Gara1, il finlandese non perde tempo dietro al francese e si dirige verso la vittoria di manche. Ivan Lazzarini è in terza posizione davanti a Thomas Chareyre e ad Angel Karanyatov. La quarta piazza in questa manche basta e avanza a Thomas per vincere il titolo, perciò non esagera e si accontenta, sfogandosi poi a fine gara. Hermunen vince il GP a pari punti con Adrien Chareyre mentre Ivan Lazzarini finisce terzo, consolidando così il suo terzo posto assoluto nella classifica del Campionato del Mondo S1.

 

S1 Gara 2

  1. HERMUNEN Mauno (FIN-TM SHR)
  2. CHAREYRE Adrien (FRA-Aprilia Fast Wheels)
  3. LAZZARINI Ivan (ITA-L30 Honda)
  4. CHAREYRE Thomas (FRA-TM Racing di fabbrica)
  5. KARANYOTOV Angel (BUL-Team Bulgaria TM)
  6. OCCHINI Andrea (ITA-BRT Suzuki)
  7. KEJMAR Pavel (CZE-833 Racing Team Husqvarna)
  8. PALS Prants (EST-TM)
  9. PALS Patrick (EST-TM)
  10. RAVAGLIA Christian (ITA-Honda Racing Assomotor)

 

Classifica di giornata S1

  1. HERMUNEN Mauno (FIN-TM SHR) punti 47
  2. CHAREYRE Adrien (FRA-Aprilia Fast Wheels) p. 47
  3. LAZZARINI Ivan (ITA-L30 Honda) p. 38
  4. CHAREYRE Thomas (FRA-TM Racing fabbrica) p. 38
  5. KARANYOTOV Angel (BUL-Team Bulgaria TM) p. 30
  6. OCCHINI Andrea (ITA-BRT Suzuki) p. 30
  7. RAVAGLIA Christian (ITA-Honda Racing Assomotor) p. 27
  8. PALS Prants (EST-TM) p. 26
  9. KEJMAR Pavel (CZE-833 Racing Team Husqvarna) p. 25
  10. PALS Patrick (EST-TM) p. 24

 

Classifica finale Campionato S1

  1. CHAREYRE Thomas (FRA) punti 309
  2. HERMUNEN Mauno (FIN) p. 304
  3. LAZZARINI Ivan (ITA) p. 273
  4. CHAREYRE Adrien (FRA) p. 262
  5. KEJMAR Pavel (CZE) p. 203
  6. RAVAGLIA Christian (ITA) p. 196
  7. KARANYOTOV Angel (BUL) p. 191
  8. VORLÍCEK Petr (CZE) p. 114
  9. TRAVNICEK Tomas (CZE) p. 109
  10. OCCHINI Andrea (ITA) p. 101

 

SM2: BARTOLINI CAMPIONE A DUE GIRI DALLA FINE, MA POI...

Gara1

Nella corsa al titolo per essere incoronato Campione Europeo SM2, il leader di Campionato Asseri Kingelin non poteva arrivare in un luogo peggiore di Jesolo, la pista di casa del suo rivale Fabrizio Bartolini (Honda). Quando le luci si spengono, è Toni Klem (KTM) a strappare l’holehsot. La felicità di Toni non dura molto: subito al primo giro Bartolini tenta il sorpasso e conquista la testa della gara, restando al comando per tutta la manche. Toni Klem si trova così a battagliare con il pilota “jolly” Uros Nastran: a due giri dalla fine la pressione dello sloveno dà i suoi frutti, regalando al pilota TDS TM un inaspettato secondo posto. La battaglia per il quarto posto è tra Yuri Guardala e Asseri Kingelin, con l'italiano che si trova coinvolto in un incidente con Klem nella sezione off-road sezione all’ultimo giro dopo un errore del finlandese. Con Guardala sceso al 7° posto, Kingelin ringrazia per il “regalo” e accumula altri due punti preziosissimi per il Campionato.

 

SM2 Gara 1

  1. BARTOLINI Fabrizio (ITA-Assomotor Honda)
  2. NASTRAN Uros (SLO-TDS TM Team)
  3. KLEM Toni (FIN-KTM MTR Team)
  4. KINGELIN Asseri (FIN-Fast Wheels Aprilia)
  5. SITNIANSKY Milano (CZE-Tuningmotorsport TM)
  6. BUSCHBERGER Andreas (AUT-KTM)
  7. GUARDALÀ Yuri (ITA-IFG Gazza Honda)
  8. JAROS Zdenek (CZE- 833 Racing Team KTM)
  9. LAPINI Lorenzo (ITA-L30 Honda)
  10. FAGRE Kevin (SWE-Team TM Racing Svezia TM)

 

Gara 2

C'è un vecchio proverbio inglese che dice: “Once bitten, twice shy”, che fondamentalmente significa … che si impara dai propri errori, e questo è quello che fa Toni Klem in Gara2 dopo aver conquistato un’altra holeshot. Il finlandese della KTM questa volta riesce a tenere a bada i suoi avversari, distaccandoli quanto basta per non rischiare sorpassi. Dietro di lui, però, la battaglia per il titolo SM2 regala spettacolo al pubblico di Jesolo, con Fabrizio Bartolini in seconda posizione, il più calmo e raccolto dei due contendenti al titolo continentale, mentre Kingelin si aggira in quinta posizione. A due giri dalla fine però, Uros Nastran non mostra alcuna fedeltà ai contendenti al titolo e passa Bartolini, rubandogli 2 punti importantissimi, che gli avrebbero permesso di laurearsi Campione. Kingelin diventa così Campione Europeo SM2: è proprio vero che le gare non si vincono alla prima curva … Il nostro Paolo Gaspardone termina la manche in sesta posizione.

 

SM2 Gara 2

  1. KLEM Toni (FIN-KTM MTR Team)
  2. NASTRAN Uros (SLO-TDS TM Team)
  3. BARTOLINI Fabrizio (ITA-Assomotor Honda)
  4. GUARDALÀ Yuri (ITA-IFG Gazza Honda)
  5. KINGELIN Asseri (FIN-Fast Wheels Aprilia)
  6. GASPARDONE Paolo (ITA-IFG Gazza Honda)
  7. SITNIANSKY Milano (CZE-Tuningmotorsport TM)
  8. BUSCHBERGER Andreas (AUT-KTM)
  9. JAROS Zdenek (CZE-833 Racing Team KTM)
  10. LAPINI Lorenzo (ITA-L30 Honda)

 

Classifica di giornata SM2

  1. KLEM Toni (FIN-KTM MTR Team), punti 45
  2. BARTOLINI Fabrizio (ITA FMI Assomotor Honda) p. 45
  3. NASTRAN Uros (SLO-TDS TM Team) p. 44
  4. KINGELIN Asseri (FIN-Fast Wheels Aprilia) p. 34
  5. GUARDALÀ Yuri (ITA-IFG Gazza Honda) p. 32
  6. SITNIANSKY Milano (CZE-Tuningmotorsport TM) p. 30
  7. BUSCHBERGER Andreas (AUT-KTM) p. 28
  8. JAROS Zdenek (CZE-833 Racing Team KTM) p. 25
  9. GASPARDONE Paolo (ITA-IFG Gazza Honda) p. 23
  10. LAPINI Lorenzo (ITA-L30 Honda) p. 23

 

Classifica finale Campionato SM2

  1. KINGELIN Asseri (FIN) punti 277
  2. BARTOLINI Fabrizio (ITA) p. 275
  3. KLEM Toni (FIN) p. 274
  4. SITNIANSKY Milano (CZE) p. 225
  5. GUARDALÀ Yuri (ITA) p. 219
  6. JAROS Zdenek (CZE) p. 139
  7. VERMEULEN Devon (NED) p. 138
  8. LAPINI Lorenzo (ITA) p. 136
  9. FAGRE Kevin (SWE) p. 130
  10. BUSSEI Giovanni (ITA) p. 106 

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA