SPECIALE SALONE EICMA 2021
Tutte le novità Casa per Casa

SS e STK 1000 Portimão: Lowes e Barrier in pole

In Supersport svetta Lowes dopo un botta e risposta durato tutto il turno con Sofuoglu. Antonelli,5°, primo dei tanti italiani in top 10. In Superstock, nonostante una caduta, domina Barrier ma buone prestazioni dei nostri con Savadori, 2°, e La Marra, 3°

Ss e stk 1000 portimão: lowes e barrier in pole

Dopo aver assistito alla Superpole della SBK, è tempo di accendere i motori della Supersport e Superstock 1000 con le sessioni di qualifica sul tracciato di Portimão. Un circuito impegnativo e tortuoso, caratterizzato quest’anno da numerose buche ed avvallamenti sull’asfalto. È quindi fondamentale riuscire ad ottenere un buon piazzamento sulla griglia di partenza, in vista delle gare di domani (cliccate qui per tutti gli orari TV). A proposito di gare, seguendo la Superbike, ricordatevi di partecipare a FantaMOTOCICLISMO, il gioco che consiste nell’indovinare la classifica di ogni gara e, alla fine del Mondiale, dà al migliore dei partecipanti la possibilità di diventare tester di Motociclismo. Per tutte le info sul regolamento e per partecipare cliccate sul pulsante arancione sotto.



SUPERSPORT: AFFARE A DUE
I primi a scendere in pista sono i piloti della Supersport ma, fin dai primi minuti, si capisce che ci saranno soltanto due protagonisti: Kenan Sofuoglu e Sam Lowes. In particolare, è l’inglese che detta il passo per oltre metà turno, partendo con il solito stile aggressivo che lo caratterizza. Mentre gli altri piloti svolgono praticamente il ruolo di comprimari, dimostrando di non poter minimamente intaccare il dominio dei due al vertice, Sofuoglu spodesta il rivale con 1’45”319. Un buon tempo ma non abbastanza per la pole. E infatti, puntuale, torna in cattedra Lowes con un incredibile 1’44”804, che ricaccia indietro il turco di oltre mezzo secondo. Alle loro spalle, Sheridan Morais completa la prima fila in sella alla Honda CBR600RR. Quarta piazza per Fabien Foret davanti al nostro Andrea Antonelli, quinto dopo una buona qualifica. Troviamo poi molta Italia in top 10 con l’ottavo posto di Luca Scassa davanti a Raffaele De Rosa e Riccardo Russo. Tredicesima piazza per Roberto Rolfo, che recupera posizioni dopo un weekend iniziato in salita, seguito da Massimo Roccoli. Diciottesimo tempo per Alex Baldolini, ventesimo per Luca Marconi e ventiquattresimo per Lorenzo Zanetti, autore di un brutto volo in percorrenza del curvone prima del traguardo.

Supersport  Portimão: la griglia di partenza
1. Sam Lowes (Yakhnich Motorsport) Yamaha YZF R6 1'44.804

2. Kenan Sofuoglu (MAHI Racing Team India) Kawasaki ZX-6R 1'45.319

3. Sheridan Morais (PTR Honda) Honda CBR600RR 1'45.534

4. Fabien Foret (MAHI Racing Team India) Kawasaki ZX-6R 1'45.845

5. Andrea Antonelli (Team Goeleven) Kawasaki ZX-6R 1'46.035

6. Michael Vd Mark (Pata Honda World Supersport) Honda CBR600RR 1'46.085

7. Jack Kennedy (Rivamoto) Honda CBR600RR 1'46.131

8. Luca Scassa (Kawasaki Intermoto Ponyexpres) Kawasaki ZX-6R 1'46.211

9. Raffaele De Rosa (Team Lorini) Honda CBR600RR 1'46.254

10. Riccardo Russo (Puccetti Racing Kawasaki) Kawasaki ZX-6R 1'46.272

11. David Salom (Kawasaki Intermoto Ponyexpres) Kawasaki ZX-6R 1'46.406

12. Vladimir Leonov (Yakhnich Motorsport) Yamaha YZF R6 1'46.461

13. Roberto Rolfo (ParkinGo MV Agusta Corse) MV Agusta F3 675 1'46.496

14. Massimo Roccoli (Team Pata by Martini) Yamaha YZF R6 1'46.649

15. David Linortner (Team Honda PTR) Honda CBR600RR 1'46.657

16. Christian Iddon (ParkinGo MV Agusta Corse) MV Agusta F3 675 1'46.751

17. Matt Davies (Team Honda PTR) Honda CBR600RR 1'46.831

18. Alex Baldolini (Suriano Racing Team) Suzuki GSX-R600 1'46.880

19. Gabor Talmacsi (Prorace) Honda CBR600RR 1'46.894

20. Luca Marconi (PTR Honda) Honda CBR600RR 1'47.082

21. Mathew Scholtz (Suriano Racing Team) Suzuki GSX-R600 1'47.089

22. Nacho Calero Perez (Honda PTR) Honda CBR600RR 1'47.274

23. Kev Coghlan (Kawasaki DMC-Lorenzini Team) Kawasaki ZX-6R 1'47.290

24. Lorenzo Zanetti (Pata Honda World Supersport) Honda CBR600RR 1'47.430

25. Vladimir Ivanov (Kawasaki DMC-Lorenzini Team) Kawasaki ZX-6R 1'47.527

26. Imre Toth (Racing Team Toth) Honda CBR600RR 1'47.537

27. Fabio Menghi (VFT Racing) Yamaha YZF R6 1'47.646

28. Mitchell Carr (AARK Racing) Triumph 675 R 1'48.222

29. Miguel Praia (Team Lorini) Honda CBR600RR 1'48.239

30. Balazs Nemeth (Complus SMS Racing) Honda CBR600RR 1'48.458

31. Alex Schacht (Racing Team Toth) Honda CBR600RR 1'48.614

32. Yves Polzer (Team MRC Austria) Honda CBR600RR 1'50.115

33. Eduard Blokhin (Rivamoto) Honda CBR600RR 1'52.510
 

BARRIER POLE COL BOTTO
Se in Supersport i protagonisti erano due, in Superstock 1000 c’è solo un leader indiscusso, nel bene e nel male: Sylvain Barrier. Il francese è letteralmente imprendibile sulla sua BMW HP4 (la moto più veloce in pista, con 288 km/h di velocità massima) e, nei primi istanti della sessione, si impone con 1’45”881, trovando anche il tempo per una caduta. Il suo best lap è davvero formidabile perché rimane intoccato per tutta la qualifica. L’unico che prova ad impensierire davvero Barrier è Lorenzo Savadori che a fine sessione risulta secondo a soli 71 millesimi dalla vetta. Permane comunque l’impressione, confermata anche dal dominio delle sessioni precedenti, che il pilota francese sia nettamente più veloce degli avversari, specialmente sul passo. Terza piazza per il binomio italiano formato da Eddi La Marra e Ducati 1199 Panigale, distante 160 millesimi dal migliore. Niccolò Canepa, dopo l’incoraggiante esperienza in Superbike, è ottavo. Troviamo altri nostri portacolori in undicesima e dodicesima posizione, occupate rispettivamente da Marco Bussolotti e Alessandro Andreozzi. Seguono Fabio Massei, 14°, Alberto Butti, 18°, Simone Grotzkyj Giorgi, 22° e Federico Dittadi, 26°.

Appuntamento a domani con tutte le gare (cliccate qui per la programmazione TV).

Superstock 1000 Portimão: la griglia di partenza
1. Sylvain Barrier (BMW Motorrad GoldBet STK) BMW S1000 RR HP4 1'45.881

2. Lorenzo Savadori (Team Pedercini) Kawasaki ZX-10R 1'45.952

3. Eddi La Marra (Barni Racing Team) Ducati 1199 Panigale R 1'46.041

4. Jeremy Guarnoni (MRS Kawasaki) Kawasaki ZX-10R 1'46.385

5. Romain Lanusse (Team MRS Kawasaki) Kawasaki ZX-10R 1'46.530

6. Leandro Mercado (Team Pedercini) Kawasaki ZX-10R 1'46.940

7. Ondrej Jezek (SK Energy - Fany Gastro) Ducati 1199 Panigale R 1'46.959

8. Niccolò Canepa (Barni Racing Team) Ducati 1199 Panigale R 1'46.960

9. Matthieu Lussiana (Team Aspi) Kawasaki ZX-10R 1'47.017

10. David McFadden (Garnier Racing Team) BMW S1000 RR 1'47.545

11. Marco Bussolotti (Rider Promotion by T.Trasimeno) BMW S1000 RR 1'47.625

12. Alessandro Andreozzi (Pedercini Team) Kawasaki ZX-10R 1'47.657

13. Christoffer Bergman (BWG Racing Kawasaki) Kawasaki ZX-10R 1'47.688

14. Fabio Massei (Team Goeleven) Kawasaki ZX-10R 1'48.051

15. Greg Gildenhuys (BMW Motorrad GoldBet STK) BMW S1000 RR HP4 1'48.130

16. Lucas Ockelfelt (EdgeZone Racing) Suzuki GSX-R 1000 K9 1'48.209

17. Christophe Ponsson (MRS Kawasaki) Kawasaki ZX-10R 1'48.449

18. Alberto Butti (Team Goeleven) Kawasaki ZX-10R 1'48.500

19. Alen Gyorfi (H-Moto Team) BMW S1000 RR 1'48.655

20. Danny De Boer (EAB Ten Kate Junior Team) Honda CBR1000RR 1'48.745

21. Sebastien Suchet (Team BSR) Honda CBR1000RR 1'49.192

22. Simone Grotzkyj Giorgi (Pedercini Racing Team) Kawasaki ZX-10R 1'49.477

23. Randy Pagaud (Team OGP) Kawasaki ZX-10R 1'49.483

24. Tomas Svitok (SK Energy - Fany Gastro) Kawasaki ZX-10R 1'49.666

25. Ivo Miguel Lopes (HM Racing Team) Suzuki GSX-R 1000 K9 1'49.683

26. Federico Dittadi (Pedercini Team) Kawasaki ZX-10R 1'49.715

27. Jonathan Crea (Team OGP) Kawasaki ZX-10R 1'49.958

28. Marc Moser (Triple M by Ducati  Frankfurt) Ducati 1199 Panigale R 1'50.036

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>

Tags

© RIPRODUZIONE RISERVATA