12 March 2013

Special Indian: un nuovo motore e un “missile” in omaggio a Burt Munro

L’acquisizione di Indian da parte di Polaris dà i primi frutti: nasce un motore tutto nuovo, il Thunder Stroke 111. Equipaggerà la gamma dal 2014 e muove una special ispirata a una moto mitica (di cui vi regaliamo il sound pazzesco!)

Special indian: un nuovo motore e un “missile” in omaggio a burt munro

La Indian è tornata. Il più antico marchio Americano di motociclette (fondato nel 1901, cliccate qui per vedere una Indian del 1923) ha presentato una streamliner per esibire un motore tutto nuovo: il Thunder Stroke 111, che sarà utilizzato dalla gamma di moto di serie a partire dal 2014. Questo è il primo progetto dopo l’acquisizione da parte di Polaris e viene ospitato in una special unica. Sfogliate la gallery.

BICILINDRICO DAL FASCINO UNICOIl Thunder Stroke 111 V-Twin. Un propulsore completamente nuovo, che ispira fortemente al design classico delle Indian classiche. Due cilindri a V, con un’angolo compreso di 49° e 111 pollici cubi (1.819 cc) di cilindrata, per una coppia di oltre 156 Nm. Nonostante l’aspetto esteriore sia quello di un valvole laterali, la distribuzione ad aste e bilancieri ha due valvole in testa per ciascun cilindro. Nel basamento sono collocati tre alberi a camme; l’aspirazione è sul lato sinistro, lo scarico 2 in 1 è sulla destra. Nell’animazione 3D, ecco tutti i particolari del nuovo motore.


 

SPECIALE SOLO PER LUI
La Spirit of Munro è stata costruita da Jeb Scolman della Jeb’s Metal and Speed di Long Beach, California. È stata disegnata da zero apposta per ospitare il nuovo motore Indian Thunder Stroke 111, per enfatizzare le performance e la potenza che questo V-Twin esprime. Questa special infatti non è solo una show-bike, ma è perfettamente funzionante. Ed è un astuto mix di tecnologia moderna e stile vintage che potrà essere utilizzato anche sulle moto di produzione.

COME LA INDIAN SPECIAL DI BURT MUNRO
Completamente realizzata a mano, la Spirit of Munro è un tributo ai piloti e alle macchine che, nel corso della storia, hanno lasciato in eredità innumerevoli record di velocità. Il nome di questa special infatti è dato in onore della “Munro Special” di Burt Munro, la storica Indian del 1920 che frantumò il record di velocità per moto sotto i 1.000 cc sul lago salato di Bonneville (305,9 km/h, la velocità ufficiale più alta mai registrata con una Indian). Era il 1967 e la storia dell’eroico neozelandese Burt Munro è raccontata dal film del 2005 “The World’s Fastest Indian”, con Anthony Hopkins. Sentite che canto pazzesco ha la Munro Special originale, rimessa in moto nel 2012 al 2012 Long beach International Motorcycle Show!

www.indianmotorcycle.com

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Ultimi articoli