a cura della redazione - 29 luglio 2014

Scuolamoto: come ti insegno a sporcarti le mani

A Milano c’è una scuola dove non si studia su libri e quaderni: insegna a riparare moto e scooter e ha un’ampia offerta di corsi adatti al neofita come al meccanico esperto. Bielle e pistoni non saranno più un mistero

Scuolamoto: come ti insegno a sporcarti le mani

Mettere le mani su una moto è sempre stata una questione delicata: c’è chi non è interessato e lascia fare tutto al meccanico; c’è chi vorrebbe farlo, ma ha paura di fare danni; e c’è invece chi si sa arrangiare, ma vorrebbe saperne di più (per un ripassino veloce sulla manutenzione per i viaggi, cliccate qui; il prossimo link, invece, porta a un completo vademecum con 7 video sulla cura della moto). Ma dove imparare?

 

È il 2005 e Marco Zacchetti, di San Giuliano Milanese, decide di creare un corso per meccanici di moto. Questo corso si è evoluto ed è diventato una vera e propria scuola. Vediamo di saperne di più direttamente dall’ideatore.

 

Cos’è Scuolamoto?

È una realtà che offre un servizio didattico completo, professionale e pratico rivolto a tutti nel settore della meccanica mototociclistica.

 

Da dove nasce l’idea di una scuola per meccanici?

La scuola nasce inizialmente in collaborazione con l’Istituto Professionale Clerici di San Giuliano, ma col tempo il materiale didattico cresce, di pari passo con la voglia di creare qualcosa di indipendente. L’esperienza nell’insegnare cresceva e abbiamo deciso di fondare una scuola vera e propria. Attualmente Scuolamoto è l’unica scuola in Italia per imparare a riparare moto e scooter.

 

Dove e quando nasce Scuolamoto, e come si affronta un insegnamento di questo tipo?

Scuolamoto nasce nell’agosto del 2012, in via Cassano d’Adda 30, a Milano. È un’attività parallela a quella dell’officina Bikestaff, nata nel 2003. Dietro all’officina infatti c’è uno stanzone, la “classe” (foto in gallery), dove utilizziamo moltissimo materiale: teste, motori, moto “sezionate”, parti di ciclistica e impianti frenanti, tutti componenti che servono per le lezioni (un paese dei balocchi per ogni petrolhead, ve lo assicuriamo ndr). L’attività di riparazione moto è utile anche per noi insegnanti: in officina imparo e a Scuolamoto insegno quello che imparo in officina: è un corso di aggiornamento continuo. Il professionista diventa quindi professore, ma è un professore che deve formarsi da solo, scuole per insegnanti meccanici non ce ne sono e il nostro è un mestiere in continuo sviluppo. Tutti i nostri istruttori possono vantare 8 anni di esperienza di insegnamento, ma non è un lavoro facile, preparare un corso infatti è un processo complesso: bisogna essere ferrati su qualunque evenienza, su qualunque tipo di motore e programmare bene i tempi e i materiali necessari.

 

Che cosa si studia e come sono strutturati i corsi?

La scuola offre un corso unico di 120 ore che va a coprire ogni aspetto della motocicletta e dello scooter, dal tagliando standard all’apertura completa del blocco motore, passando per la manutenzione della ciclistica e l’impianto elettrico. È possibile anche acquistare i moduli singoli monotematici, per chi magari vuole approfondire solo un determinato argomento. Ultimamente sono sempre di più gli studenti che seguono i corsi in modo da crearsi una special (cliccate qui per vedere le moto di cui abbiamo parlato sul sito, ndr): è una moda crescente, questi corsisti vogliono creare una moto su misura, sfogare una creatività in qualcosa di concreto, ma sono senza conoscenze: qui entriamo in gioco noi e stiamo pensando a un corso espressamente dedicato a loro. Tutti i corsi prevedono un massimo di otto partecipanti, divisi in gruppetti da due: infatti solo avendo gruppi piccoli si riesce a far lavorare gli allievi, a fargli sporcare le mani e a mettere in pratica i nostri insegnamenti; è un punto fondamentale del nostro programma di studio. I corsi sono strutturati in due orari: quello serale, il martedì e il giovedì dalle 18.30 alle 21.30, quello diurno intensivo, dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 18.00 con pausa pranzo.

 

Chi sono gli studenti di Scuolamoto?

Chiunque può essere un nostro allievo: abbiamo corsisti di 16 anni come di 65, ma la maggior parte è composta da 35-40enni, provenienti da tutta Italia. Per quanto riguarda le professioni, poi, abbiamo un mix molto vario: dal ragazzino alle prime armi, all’ingegnere laureato che vuole mettere finalmente in pratica quello che ha studiato, fino al meccanico professionista che vuole ampliare le proprie conoscenze.

 

Quanto costa un corso di Scuolamoto?

I costi variano a seconda se si acquista il pacchetto da 120 ore o i singoli corsi monotematici: si va dalle 50 euro per il corso di tagliando a bassa frequenza ai 1.300 euro per il corso completo, ma ci sono moltissime offerte intermedie per ogni esigenza (cliccate qui per tutti i corsi diurni, quelli serali li trovate invece qui).

 

Progetti futuri?

Attualmente abbiamo appena finito di rinnovare la nostra gamma di corsi, eliminando il sabato e creando l’offerta pacchetto completo/moduli monotematici. Stiamo pensando a un corso più avanzato che si occupi della preparazione di un motore a 4 tempi, dove alla fine del corso l’allievo si porta a casa il motore che ha elaborato, e a un corso per neofiti in caso di guasto in viaggio, ma non posso dirvi di più.

 

www.scuolamoto.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultime news